Feed RSS
       

Tarte tatin con susine rosse

venerdì 22 aprile 2005

Uscendo dal lavoro ho incrociato queste belle susine rosse, e ho pensato che bisognava farci qualcosa. Ne è venuto fuori un dolce piuttosto leggero, molto poco zuccherato, con una gradevole punta acidulata.

pasta brisé (farina 200g, burro morbido 100g, tuorlo 1, un pizzico di sale, 2-3 cucchiai di acqua fredda)
susine rosse 10
miele di fiori (di lavanda per es.) 1 cucchiaio
buccia di limone 1 cucchiaio
burro 30g

Lavare le susine e tagliarle a quattro spicchi, eliminando il nocciolo. In una padella, far sciogliere a fuoco basso il burro insieme al miele, e cuocere le susine fiché non si saranno leggermente caramellate. Deporre i spicchi di frutta in una teglia (o in più teglie monoporzione come ho fatto io). Ricuperare lo sciroppa che si è formato nella padella e versarlo sulla frutta.
Stendere la brisé in una sfoglia sottile (2-3 mm), ritagliare sfoglie di pasta della dimensione dei stampini e coprirne le susine, avendo cura di far aderire bene la brisé alla teglia. Cuocere a 180° per una ventina di minuti (finché la brisé sia dorata), lasciar riposare 5 minuti prima di servire. Questa tatin si potrebbe eventualmente accopagnare con un po’ di gelato o un filo di crema inglese.

Technorati:

Categorie: crostata, frutta
Scritto da Sigrid venerdì 22 aprile 2005

  • Nancy

    Che meraviglia!!Questa ricetta è golosissima..ancora di più per me che sono super amante dei dolci!!

  • Nicky

    Hi Cenzina,

    your photos are so beautiful, what a shame that I only understand very few Italian words ;( But I’ll keep coming back just because of the pictures…

  • N

    grazie, me la preparava sempre la mia tata in svizzera, che bei ricordi che mi ha riportato alla mente :)

  • ella

    Golosissima, ma … una domanda: come si fa a non fare ataccare la tarte tatin (alle mele o alle susine che sia) al fondo della teglia? Metto la carta forno?
    Attendo urgente risposta. Grazie!
    Ella

  • http://www.cavolettodibruxelles.it/ Sigrid

    @ella: in realtà non è che s’attacca più di tanto (anche perché il caramello con l’acqua della frutta fa un po’ sughino, insomma non dev’essere un caramello di quelli che s’appiccicano da tutte le parti. Comunque, per sicurezza e volendo, certo, uno può sempre usare la carta da forno :-)

  • ella

    Grazie! Stasera la provo:-))

  • Clelia

    Viva la capacita di accogliere critiche .. comunque mi hai fatto buttare 3 torte mentre le ricette degli altri blog mi vengono sempre !!!

  • http://www.cavolettodibruxelles.it/ Sigrid

    Intanto faccio presente che il tuo indirizzo mail è stranamente sospetto, dopodiché uno che se ne esce velenoso dicendo che a suo ”’parere”’ la ricetta non funziona e che il blog è inaffidabile, beh scusami ma o l’hai fatta o non l’hai fatta (ieri non si capiva affatto), il tuo ‘parere’ in compenso capisci che ce ne facciamo poco (per il resto se vuoi puoi provare a contare il numero di interventi che dicono il contrario di ciò che hai detto tu, così, per vedere, quale sarebbe una conclusione ‘democratica’). Oggi di nuovo, e va bene, se vuoi sono disposta a dirti che ho sbagliato di pensare a una insulsa azione spammatoria. Detto ciò se non ti è venuta bene questa tatin (torta??) dicci come e perché, trovo che hai un modo curioso per non dire inesistente di argomentare…

  • Clelia

    Allora esisti!
    In primis : l’email esiste , prova a mandarmi una e-mail e ti rispondo volentieri (il nome é strano perché l’ho creata qundo avevo 13 anni)
    La tarte l’ho fatta e ho trovato che il succo sprigionato dalla frutta fosse troppo ( ma questo puo variare dal tipo di frutta)e che compromettesse la riuscita del dolce (impasto bagnato)
    In più lo spessore indicato non corrisponde alla foto ( magari qualcosa in più)e non regge il peso della torta essendo più friabile della frolla
    infine , per un’intera torta un cucchiaio di miele non ti sembra un po’ poco ?
    Io seguo spesso il blog e mi é dispiaciuto che , a differenza di altri siti , quando la ricetta é vecchia non rispondi proprio ( vedi pane marocchino) anche se ci sono dei problemi
    Il plumcake allo yogurt l’ho provato diverse volte e ho avuto sempre come risultato il lingotto di cui alcuni parlano ma a cui non hai dato suggerimenti
    le mie affermazioni poi, partono dalla costatazione che non sono l’unica ad aver visto dei difetti nelle ricette
    Va bene mettere le ricette , ma seguire anche un po’ quelli che hanno problemi !!!
    magari falle più pratiche e meno belle ;p
    Dovresti arrabbiarti di meno e considerare in modo meno commerciale quello che per molti é una passione
    Io ho fatto questa uscita solo perché pensavo che le pagine vecchie tu non le guardassi proprio!!!
    io non ho blog e sono trasparente , se ti metti su internet dovresti eccettare le critiche : ti seguono talmente tante persone che non sarà il mio messaggio su una vecchia ricetta a mandarti in rovina!!(speravo solo di evitare altre torte in pattumiera)

  • http://www.cavolettodibruxelles.it/ Sigrid

    Il mio problema non è affatto la critica a sé (vedi, hai argomentato, brava, grazie :-) semmai il fatto che ogni tanto c’è chi si lascia andare a commenti lapidari e al limite sconsiderati. Piuttosto vediamo di rispondere a quel che mi scrivi:

    1) poiché la tatin per definizione va cotta al rovescio (la pasta sopra, la frutta sotto, non si vede perché il succo della frutto, più o meno matura che sia, andrebbe a inzuppare tutta quanto la pasta (puoi anche scegliere tu di non trasferire tutto il sugo nella teglia, o di scolarne un po’ prima di rovesciare la tatin);
    2) il bordo che vedi in foto non è lo spessore della brisée, bensi il lembo di brisée ripiegato all’interno della teglietta (cosa che si poteva dedurre anche da una lettura attenta dela ricetta)
    3) non vedo quale peso ci sarebbe da reggere poiché la crostata è piatta e va posata a piatto su un piatto, insomma chi è che deve reggere cosa? (e comunque, è un’obiezione che a sto punto si potrebbe anche fare alla tatin classica, solo che le sorelle tatin riposano in pace, io invece sto qui a rispondere…) Comunque, se non ti piace la brisée, fai una frolla, usa la pasta sfoglia, sii inventiva :-) (e fra parentesi è la frolla ad essere più friabile della brisée e non il contrario)
    4) no, un cucchiaio di miele su una frutta come la susina che non dovrebbe essere solo acida (ma anche dolce, se è matura), non lo trovo poco, comunque è il solito de gustibus, se ne vuoi mettere di più o aggiungere dello zucchero per far caramellare in modo più evidente, basta farlo
    5) sui problemi cerco di rispondere quanto posso, se poi – siccome ho anch’io una vita e un lavoro, si lo so, pazzesco, ma come mi permetto… – per dire, rientro dopo diversi giorni da non so dove e mi trovo 250 commenti è abbastanza ovvio che non posso rispondere a tutto, né a volte neanche semplicemente leggere tutto (che volete, sono umana). Per quanto riguarda il plumcake allo yoghurt, non so neanche che dirti, l’ho rifatto diverse volte e mi è sempre venuto fuori nello stesso modo. Siccome per il resto non sono una maga (non lo so io se usate il forno ventilato, o anche semplicemente che tipo di forno usate, se l’avete aperto durante la cottura, o a quale momento avete sfornato ecc ecc) non posso purtroppo dare una spiegazione a tutto (detto ciò se a me una cosa mi viene uguale diverse volte di seguito tenderei a pensare che chi sbaglia non sono io, se è permesso). Intanto, poiché l’epoca in cui avevi 13 anni non è tanto lontana, vedrai lungo la strada che quantificare una ricetta è cosa dificilissima (perché non abbiamo gli stessi cucchiai, gli stessi ingredienti base, clima, forni, teglie, ma neanche gli stessi gusti, per cui più va e più penso che ‘la ricetta’ intesa come formula chimica è quasi un assurdo, meno sui dolci, vero) e che molto spesso dalla stessa ricetta possono venir fuori cose diversissime fra loro. Infine, e poi la smetto con le lezioni di vita, stare su internet non è esattamente come essere legati nudi al palo delle torture collocato sulla piazza del municipio, il dialogo invece, va benissimo, grazie :-)

  • Clelia

    Avrei argomentato meglio se avessi saputo che le critiche ti stavano cosi’ a cuore
    Non hai tempo per rispondere ai 250 commenti giornalieri che ricevi ma hai il tempo di rispondere alle critiche ,forte !
    Allora :
    1) Se vogliamo veramente parlare di tarte tatin (la tua difficilmente é definibile come tale)la ricetta non prevede nessunissimo sughetto a base di burro e miele , ma comune zucchero caramellizzato ..
    Il sugo che si ottiene nella ricetta originale é altra cosa
    Io ho eliminato più di metà del sugo ottenuto , ma non é bastato
    Se poi si vuola una torta che affoga …
    2)dalla lettura attenta della tua formidabile e incriticabile ricetta rilevo che non c’é nessuna descrizione di come preparare la brisée in più “avendo cura di far aderire bene la brisé alla teglia” non significa ripiegarla su se stessa
    magari la sintassi non é il tuo forte
    3) Sono stata parecchio in Francia e ho mangiato parecchie tarte tatin e ti assicuro che l’impasto alla base é sempre stato piuttosto consistente (poi se i belgi la fanno meglio dimmi tu)
    3)e si vede che le tue susine erano formidabili che ti devo dire!
    Se fai una ricetta devi considerare non solo che viene a te ma il risultato medio a cui arriveranno coloro che la tua ricetta la seguono se no cadi nel puro narcisismo gastronomico
    Per il caramello ,magari specifica la prossima volta anche per noi comuni mortali:)
    4)meglio un blog piccolo che uno grande mal gestito se non é compatibile con le tue esigenze lavorative
    Comunque non so , se gli altri blog non hanno i tuoi stessi problemi a livello di ricette magari sei tu che non sei brava e tendi a strafare
    Visto che sei affezionata al principio maggioritario : non c’é nessuno che ha detto che questa ricetta sia venuta
    Per quanto riguarda internet: visto che anche i più grandi chef subiscono spesso critiche lapidarie tu dovresti essere in grado di reggere un piccolo, innocente post
    Non é importante l’età ma da quanto e come si cucina , per quanto mi riguarda sei tu ad avere ancora 13 anni visto la maturità con cui rispondi alle critiche

  • http://www.cavolettodibruxelles.it/ Sigrid

    Beh… che dire… (m’è passata la voglia di risponderti :-)

  • Clelia

    come al solito ….

  • http://www.cavolettodibruxelles.it/ Sigrid

    Come al solito un cavolo, non vedo che cosa devo rispondere che non sia insultante (hai già dato a suicienza tu credo) di fronte a tanta malafede. Non mi va di rispondere punto per punto alle tue accuse palesemente fallaci, e ho anche altro da fare. Consiglio lo stesso a te, di usare il tuo tempo per cose più costruttive :-) E detto questo me ne torno da dove sono venuta, in cucina :-)

  • Laura

    A me le ricette di Sigrid sono sempre venute tutte… benissmo…. plumcake allo yogurt compreso… uno spettacolo direi… :-))))

  • m@riotto

    Brava Sigrid !!!
    ben fatto e ben detto !! :-)

    ** e’ probabile che sotto lo pseudonimo di Clelia si nasconda la Luisannona Messeri :-)

  • http://corradot.blogspot.com CorradoT

    @CLELIA: nel mio piccolo ho realizzato diverse ricette della Sigrid e il risultato e’ stato sempre ottimo. Certo, il risultato puo’ dipendere anche da altri fattori, come l’attrezzatura, gli ingredienti e la mano di chi cucina.
    Se posso esprimere un’opinione mi sembra che tu te la prenda troppo e che ti esprima in modo troppo aggressivo. Magari sei in buona fede, ma se cosi’ non fosse ti troverai presto a parlare nel vuoto. Vedi tu.

  • Stefi

    Anch’io ho realizzato alcune ricette di Sig, e sono venute! ;) Un esempio? La Sacher, gnam!

  • Clelia

    Allora , malafede per malafede mi sembra strano che ogni volta che qualcuno critica questo sito subito dopo appaiono critiche entusiaste
    Amici che collaborano ?
    Poi, i miei toni all’inizio non erano affatto aggressivi (il primo messaggio cancellato l’avevo scritto in preda alla rabbia di un ennesimo risultato dubbio sulla stessa ricetta), tanto é vero che sono rimasta sorpresa della tua prima francamente priva di controllo
    Avevo assistito a altre querelle dello stesso tipo sul sito e non pensavo che un semplice commento potesse scatenare un’ira simile
    La tecnica é sempre la stessa : cancellare il primo post per far pensare che ci sia scritto chissà che cosa …
    Non basta rispondere se si é nel giusto?
    Che bisogno c’é di risentirsi tanto di un “qualunque” post su migliaia di altri?
    Che interesse avrei a mentire?
    Infine , anche io ho fatto varie e innumerevoli ricette ben riuscite da questo sito ( la ricetta della pasta per quiche é davvero fantastica)
    Volevo solo e esclusivamente sottolineare che A mio PARERE alcune volte le ricette non sono completamente corrette e complete
    la democrazia dovrebbe prevedere il diritto di ciascuno di esprimere la propria idea senza sentirsi aggredire anche perché, se io ho perso le staffe ieri ,anche Singrid l’ha fatto:)
    Io non sono altro che Clelia , se qualcuno ha dubbi vuol dire che é completamente paranoico !!!
    Comunque sia amare un sito non significa non saperne vedere i difetti ( veri o presunti ) e non accettare una critica vuole dire solo avere una scarsa considerazione di sé
    Detto cio’ d’ora in poi seguiro’ le ricette di questo sito che mi sembrano più realizzabili e semplici e per il resto mi dirigero’ verso siti ( e si’ ,te lo diro’ di nuovo) più “maison” e fatti più con il cuore
    ciao ciao

  • http://www.cavolettodibruxelles.it/ Sigrid

    si certo Clelia, nel tuo primo intervento hai ’soltanto’ scritto, che questo sito (e sottolineo ’sito’, quindi ‘per intero’ non hai detto ‘ricetta’) fa in sostanza schifo ed è del tutto inaffidabile. Fine. Questo hai scritto. Senza nessun tipo di circostanziazione ne argomento. Ora potrò anche essere perfettamente di parte ma io questo non lo definirei un commento critico costruttivo, ponderato o argomentato. Aggiungi l’indirizzo mail che inizia con ‘freeword’ e dimmi te a che tipo di conclusioni possa giungere chi legge (cioè, in primis, io)? E francamente si, essere gratuitamente sfangata da chi di turno s’è alzato la mattina pensando di saperla meglio del resto dell’universo, e che tanto non costa nulla spargere veleno in giro sui blog altrui, beh, mi fa discretamente incavolare, se non altro per una questione di rispetto del lavoro altrui, ognuno ha i suoi limiti :-) Comunque, da qui in avanti scrivi pure ciò che vuoi, oltre al secondo paragrafo non ho nemmeno letto. Ah, già, prima che mi scordo, la rete in effetti è ha i suoi meccanissmi per cui, certo, due tre volte l’anno capita di cancellare qualcosa di dubbia provenienza, ma tanto è pure inutile che cerchi di spiegarti razionalmente che su 30 e passa mila commenti di archivio quei due tre l’anno sono l’eccezione e di certo non la regola sistematica che ti fa comodo ipotizzare. Piesse: giusto a beneficenza della già latente crisi isterica (che c’è, fa caldo?) ti ricordo che l’errore è umano, la perseveranza invece ‘diabolica’, voglio ddi’, per quanto sballatissima fosse la ricetta (lo saprai tu, abbiamo ben capito che sei ineccepibilmente esperta in materia, va bene), potevi anche accorgertene prima di farla tre volte di fila. Sapessi quante volte è capitato a me di cestinare ingredienti, risultato e testo della ricetta. Ma tanto, sissà, io non faccio testo. Ciaociao! :-)

  • Laura

    Clelia….. giuro giuro che il mio commento era estremamente spontaneo….Sigrid non mi passa nessuna tangente per supportare il suo blog….

    @Sigrid…. non te la prendere…. respira profondamente …. e pensa al rilassante mare della tua Ostenda…. che ci hai fatto conoscere attraverso le tue fotografie….. non ne vale la pena arrabbiarsi :-))))))))))))))))))

  • Clelia

    Francamente mi annoi parecchio e la crisi isterica ( visto che io staro’pure preparando un esame , ma tu non eri , per cosi’ dire impegnatissima?)mi sembra che non sono io ad averla ma tu
    Io prima ero una grande fans del tuo sito e di ricette ne avevo provato dozzine ( il 99% corrette) ,mi dispiaceva che quanche volta ci fossero persone a cui il dolce non veniva ma a cui tu non proprio non rispondevi , per questo avevo scritto il post originario
    Alcune ricette poi, ( come la cucina molecolare ) sono assolutamente impraticabili per la maggior parte delle persone e altre ( continuero’ a dirlo) non corrette ( v.d il challah)
    Era per questa ( a quanto pare mal riposta) fiducia che avevo riprovato ( parlando degli insulti che mi addebiti : non sono idiota solo per aver riprovato una ricetta )
    Per me sono importanti tutte le idee , non mi baso sulle percentuali e mi dispiace che ci possa essere qualcuno che fa della maggioranza un segno di qualità
    Anche le grandi aziende multimilionarie fanno tutto per migliorarsi , pensi di essere migliore?Se poi non cancelli i messaggi ( poi perché non so) in modo malfidato , perché scrivi che io ho usato il termine schifo se non l’ho mai fatto?
    Mi sarei dovuta esprimere meglio , ma come a te non piace essere offesa non piace neppure a me e avremmo potuto chiarirci senza che adesso io fossi costretta a cancellare dalla lista dei preferiti questo blog ( pensa che l’avevo addirittura consigliato)
    Se non ti fidi dell’e-mail mandamene una e ti riportero’ i miei dati completi : sono proprio una normale
    Comunque sia , io non ho più tempo da dedicarti e fidati , io non saro’ un genio in cucina ma neanche tu trionfi sulle guide di settore , quindi calmati e torna tra i mortali
    Ciao Ciao
    Spero che non deluderai mai tutta la gente che ti segue come sciaguratamente é capitato a me ;))
    P.S (per l’amor di dio fate solo complimenti sul blog altrimenti finisce male)

  • Clelia

    laura : io veramente ho risposto cosi’ perché non é possibile che si continui a dire che sono non so bene chi solo perché ho osato dire una mezza parola sul sito
    Guarda che anche Singrid non é che abbia usato dei termini tranquilli tranquilli …

  • http://www.cavolettodibruxelles.it/ Sigrid

    laaaaaallaaaaaaaalalalalaaaaaaaaaaaaaaa…
    (tanto non sento nieeeenteeeee :-)

  • Laura

    Clelia…. volevo solo dire che i miei commenti erano spontanei… io sigrid…. la conosco solo attraverso… il blog…non volevo entrare nel merito della vostra discussione…

  • Clelia

    ma non ero io ad avere appena passato i tredici anni? ma non accetti neanche i complimenti?
    Altra cultura …
    va bhé , respira forte e non ti preoccupare per i miei intollerabili impedimenti culinari , studio giurisprudenza;))

  • Clelia

    laura : no capisco , la mia era solo una provocazione, anche io avrei detto probabilmente la stessa cosa al posto tuo

  • http://www.cavolettodibruxelles.it/ Sigrid

    Bei siamo messi proprio bene, visto il modo di ragionare limpido e spassionato (ne deduco che i corsi di logica te li tieni per la fine :-)
    Intanto, vedi di farti una ripassata sulle regole basillari della punteggiatura (meno male che a me m’hai messa in croce causa italiano sgrammaticcata), fra l’altro, nel ‘paese mio’ (visto che ti piace tanto il tono accondiscendente ogni volta che lo nomini) saresti bocciata a qualsiasi esame scritto prima ancora di farlo, con una punteggiatura del genere. Comunque : BASTA, come te lo devo dire??

  • Clelia

    Veramente anche io non sono di questo paese
    Ho fatto gli esami in Francia e li ho passati con voti alti
    Gli errori gli ho fatti perché appunto mi stai annoiando e dovresti scrivere sgrammaticato non sgrammaticata
    All’università non faccio corsi specifici di logica e sono alla fine
    Mi diverte che ti arrabbi quindi BASTA lo dico io , torta al cioccolato consolatoria per stasera ?
    Adieu

  • http://www.cavolettodibruxelles.it/ Sigrid

    Perfetto, almeno sul tema ‘basta con ’ste menate’ siamo daccordo :-)

  • Stefi

    Idem – come Laura :)
    Ho scritto d’impulso, ma non conosco Sigrid :(

    :)

  • Laura

    Sigrid…… dai adesso una bella ricettina!!! ci vuole!!! Aspettiamo con ansia….

  • m.ele

    Fatta! Gustosissima! Effettivamente le mie susine hanno fatto tanto sughetto…ma io l’ho scolato ed il risultato è stato perfetto!

  • Lucia

    Mi scusi se spunto dal nulla e mi intrometto, probabilmente penserà che sono un’impicciona della peggior specie ma tant’è, i blog sono fatti per essere commentati. Trovo che lei abbia davvero una maniera infantile di rispondere alle critiche, e che lo snobismo non faccia affatto bene alla cucina. Peccato, credevo di aver trovato un blog interessante.

  • Pingback: La Tarte Tatin: una torta a testa in giù | vogliadiFrancia