Tartare di pesce spada, mango e olive

Una ricette di Nicola Cavallaro! Davvero buona, sorprendente e esotica al punto giusto – anche se condirla bene è difficile (consiglio di assaggiare durante la preparazione e prima di servire). Aspettiamo le osservazioni dello chef…!

pesce spada freschissimo 500g
mango 1
olive nere 100g
basilico tritato 2 cucchiai
peperoncino fresco 1
lime 1
cren una punta
sale e pepe

Privare il pesce della pelle e tagliarlo a dadini. Sbucciare il mango, tagliarlo a dadini e mescolarli al pesce. Aggiungere le olive tritate, il basilico e una punta di peperoncino tritato. In una ciotolina, emulsionare il succo del lime con un cucchiaio di olio, il cren, sale e pepe, versare sul pesce e mescolare. Far marinare al fresco per un’oretta.

0
  • Annarella

    È una ricetta meravigliosa! Semplice ma ben studiata. Ogni sapore rispetta gli altri in un equilibrata danza delle papille gustative! Grazie di avermela fatta scoprire…
    Mio fratello è tornato dalla Spagna e l’ho invitato a cena da me. Gli ho proposto questa tartare come antipasto. Lui dopo pochi giorni si era già autoinvitato di nuovo… Il successo è anche (e soprattutto) tuo.

  • aude

    c’est un génie ce chef ! merci d’avoir partagé sa recette avec nous.

  • nic cav

    beh direi che assaggiare in fase di preparazione è fondamentale, forse un mango anche se questo sembra bellissimo sembrano un po tanto… questo sembra un mango africano a guardalo ma dalla foto a occhio prevaricava un po il resto… (di sicuro aiuta la foto) ma non so se fa altrettanto al sapore… poi sai qualcuno giusto qualche minuto fa mi ha detto che se il pesce è vuono non serve nulla
    allora penso che quando mollo farò il pescivendolo, alla faccia di chi coll’aperitivo del pesce a milano sbanca … scusate ma sono un attimo adirato

    saluti nico