Coniglio con birra e pain d’épices

Per finirla, per ora, con i manicaretti belghi (anche se tra poco andrò a festeggiare il compleanno proprio a Bruxelles quindi vi arriverà un’altra valanga di cosette nordiche :-), una ricetta che in fondo è una variazione sulle carbonnades à la flamande. Qui al posto del pane c’è il profumato pan di spezie, che potete fare in casa o comprare nei negozi di alimentazione biologica.

coniglio 1
birra (ho utilizzato l’Amarcord) 50cl
pain d’épices 50g
senape all’antica 2 cucchiai
cipolle 4
timo secco 1 cucchiaino
sale & pepe

Sbucciare le cipolle, tritarle e farle appassire in una pentola con 2 cucchiai di olio. Aggiungere il coniglio tagliato a pezzi e farlo dorare su tutti i lati. A questo punto aggiungere la senape e mescolare bene. Aggiungere il pain d’épices sbriciolato, il timo, salare e pepare e versare la birra. Coprire e cuocere a fuoco basso per un’ora. A fine cottura, aggiustare il condimento. Servire con patate (fritte o bollite), oppure semplicemente con del buon pane.

Condividi :Share on Facebook17Tweet about this on Twitter0Google+0Pin on Pinterest1Email to someonePrint this page
0
  • Emma Luce

    …anche “Afrodita” di Isabel Allende… con tanto di ricette afrodisiache. :)

  • Sigrid

    Ciao Gaietta!!
    allora:
    1) all’antica è il tipo di senape (meglio se francese) che ha ancora i semini più o meno integri dentro. (in alcuni super si trova pure, sennò comprati un bel barattolo di dijone a 8 euro da qualche salsamenteria specializzata, li vale tutti :-)
    2) per la tesi: che invidia!! (la mia era su cavazzoni/fellini, schizofrenia e paranoia, e, sicuro, a rifarla mi butterei sul cibo anch’io…) C’è Guido Tommasi che fa una bella collana intelligente (Cum grano salis) nella quale trovi alcuni libri che potrebbero darti delle idee: A tavola con Goethe, Maigret, Monet, Eduardo de Filippi, Hildegarde von Bingen, Nostradamus ecc. A livello di scrittori italiani, mi viene ovviamente da pensare a Camilleri, ma poi magari anche un Pasolini, Vittorini o un Moravia, a spulciare un po’, potrebbero offrire occasioni di analisi socioletteraria interessanti. Insomma, tutto dipende ovviamente di quale genere t’interessa. Facci sapere!! :-)

  • Gaia

    Ciao cenzina,
    due domande: cosa intendi per senape all’antica? vanno bene anche qualle che si trovano in commercio “aromatica2 e “delicata”?
    dato che sto per iniziare l’ultimo anno di Lettere e dovrei iniziare a pensare ad una tesina, io vorrei trattare l’argomento cucina-letteratura…mi chiedevo se tu per caso avessi qualche testo da consigliarmi già che ti vedo molto competente oltre che nella paratica anche nella lettura in materia!
    buona giornata e buon weekend!