Bûche chocolat orange

Un Natale senza bûche de Noël non è un Natale, quindi… eccovela qua (Sì che mi rendo conto che 60 millioni di italiani non la pensano proprio come me su questo punto, ma che ci debbo ffa? ;-)). Francamente ancora non ho capito se questo dolce a forma di tronchetto esiste in una qualche forma italiana, non l’ho mai visto in giro per Roma ma, chissà, forse dalle parti settentrionali??
ps: i babbi natali sono stati acquistati presso la pasticceria Boni, via tagliamento 84, Roma (io ce l’ho sotto casa ma direi che i cornetti e le crostatine alle visciole, entrambi molto buoni, valgono il viaggio :-)

per lo sciroppo:
zucchero 50g
cointreau 2 cucchiai

per la pasta biscuit:
uova 3
zucchero 150g
farina 90g
lievito per dolci 1 cucchiaino
cacao amaro 2 cucchiai
sale una presa

per la crema all’arancio:
buccia di arancia candita 80g
cointreau 2 cucchiai
burro 150g
zucchero a velo 150g
farina di mandorle 125g
panna fresca 15cl

per la ganache:
cioccolato fondente 70% 100g
panna fresca 7,5cl
zucchero a velo 25g

Tagliare le bucce d’arancia candite a dadini e metterle a macerare insieme al Cointrau.
Preparare lo sciroppo: scaldando in un pentolino 10cl di acqua, aggiungere lo zucchero e portare a ebollizione. Spegnere, lasciar raffreddare e aggiungere il Cointreau.
Preparare la pasta per il rotolo: lavorare i tuorli con lo zucchero e 2 cucchiai di acqua. Aggiungere la farina, il cacao e il lievito setacciati, mescolare bene. Montare gli albumi a neve con un pizzico di sale e incorporarli delicatamente, poco a poco, all’impasto. In una teglia di 35x20cm ricoperta di carta da forno, stendere questo impasto in uno strato sottile, aiutandosi con una spatola. Infornare a 180° per 15 minuti. Sfornare e ricoprire la teglia con un panno umido per evitare che la pasta si asciughi.
Preparare la crema: lavorare, con una frusta, il burro a temperatura ambiente e lo zucchero. Aggiungere la farina di mandorle e la buccia d’arancio al Cointreau. Montare la panna e incorporarla delicatamente. Montare il dolce distribuendo lo sciroppo sul biscotto in modo che venga assorbito, e spalmando poi uniformemente la crema sulla pasta biscuit. Arrotolare il tutto e mettere questo rotolo al frigorifero.
Preparare la ganache: far sciogliere il cioccolato a bagnomaria, aggiungere la panna portata brevemente a ebollizione. Aggiungere infine lo zucchero e mescolare bene fino a ottenere una ganache liscia. Far rapprendere al frigorifero per qualche minuto. Aiutandosi infine con un coltello, spalmare la ganache sul rotolo, ricoprendolo tutto. Decorare con figurine natalizie.

Condividi :Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Google+0Pin on Pinterest3Email to someonePrint this page
0
  • Pingback: E tanti auguri… :-) | il cavoletto di bruxelles()

  • Sigrid

    Ciao Nina: infatti anche da cioccapiatti è venuto fuori un tronchetto qualche giorno fa, e in quell’occasione mi sono accrta che, ebbene sì, ce l’avete anche voi!! (chissà perché poi non l’avevo mai visto in giro??) del resto, anche questo tronchetto mio è una variazione, nel senso che non c’è regla, dentro puoi metterci un p’ di tuto… ps: felice anch’io di aver scoperto il tuo blog!! ;-))

    Luisa: non conosco quella pasticceria! andrò a sbirciare :-)))

    Piera: Seeeee, sono iooooo!! ;-))))

  • Piera

    Bellissima foto e buonissima la ricetta, devo provare!

    Ps: Eri tu alla trasmissione “Cortesie x gli ospiti” su Discovery? :)

  • Luisa

    il tronchetto lo fanno molte pasticcerie romane: dalle tue parti lo trovi in via Bergamo, dietro al mercato di piazza Alessandria. Se non ricordo male la pasticceria sichiama Pellacchia. Il tuo mi attira di più :).

  • Nina

    Eccoti un link di un’immagine del Tronchetto di Natale http://www.cucinaconme.it/images/tronchetto_cioccolato.jpg

  • Nina

    …direi che somiglia tantissimo all’italiano “Tronchetto di Natale” sia nella preparazione, sia nella presentazione. Per il tronchetto non si usa il cointreau e si farcisce con una crema pasticcera, crema di marroni o una marmellata ma si ricopre sempre con una ganache al cioccolato e si presenta a forma di tronco, magari con un piccolo tronchetto laterale!

    P.s.: felice di aver scoperto questo tuo blog, tornerò sicuramente!

  • Sigrid

    Roberto, sul panforte cerchiamo di rimediare… ma proprio perché è la fine dell’anno e che siamo proprio tutti più buoni (che a me il panforte non piace!! :-))… però siccome sono curiosa dentro, vediamo un po’…

  • Casseroles2Nawal

    Joyeux Noël et très Bonnes Fêtes de fin d’Année ! Nawal.

  • Roberto

    Auguri Cenzina, scusi ma potrebbe parlare qualcosa del panforte quello di Siena? L’abbiamo fatto a casa, e diventato buono ma non comme quello industriale…
    Grazie!

  • Ivano

    Ottimo il tuo tronchetto Cenzina !!! me ne lasci un pezzetto per dopo le feste :))
    Grazie per gli auguri in mail , un dolce Natale anche a te
    un abbraccio
    Ivano

  • flavia

    è decisamente un peccato da fare

  • Francesca

    Molto invitante!
    Conosco la pasticceria… anche io fino a qualche mese fa abitavo lì…che bel quartiere ci si sta molto bene:)
    Ciao!

  • Perrine

    Beautiful photo ! i did a “buche” with the same flavors…!

  • Gourmet

    Auguri cara amica!!
    Un abbraccio…
    Baci+hug..
    sandra