Feed RSS
       

Cosa fanno i foodblogger…

sabato 3 dicembre 2005

… Quando si incontrano a Roma?
Beh, vanno a mangiare l’amatriciana, no?

Era ieri a pranzo, da Arancio d’Oro, e a tavola c’erano Arma, La Piccola cuoca e me medesima. Bel incontro, grandi risate e la voglia di ritrovarsi presto. Nei piatti, amatriciana per tutte, solo che, con due cuoche e un cavoletto a tavola, potete immaginare che le critiche non potevano non esserci (il tutto, per una volta, con spirito bonario però), quindi, l’amatriciana di Arancio d’Oro, il verdetto:
1) troppo pomodoro
2) pancetta invece del guanciale
3) non c’era il peperoncino
4) poco pecorino
5) non c’era la cipolla (ma sono due scuole di pensiero e se ne può discutere)

Categorie: roma, travel
Scritto da Sigrid sabato 3 dicembre 2005

  • Ivano

    Complimenti per la foto Cenzina, mi piacciono molto i colori e l’angolazione .
    Io sono per la scuola di pensioro della cipolla nell’amatriciana , in teoria nella versione originale senza pomodoro la cipolla c’era sempre , non mi vorrei sbagliare , attendo chiarimenti da chi ne sà di piu’

  • Sigrid

    In realtà è giusto uno scatto fatto col telefonino :-))
    Cmq, io sull’amatriciana non mi pronuncio, non mi permetterei… ;-)) ma se qualcuno vuole farl, benvenga…

  • danielad

    Fammi capire… ma sei andata dopo aver fatto gli acquisti di buste e carte varie per la cucina sotto il mio ufficio?
    Mi dispiaceva non averti visto ma ero bloccata in ufficio, ma per fortuna hai mille risorse.
    La prossima volta fammi uno squillo prima e ci mangiamno qualcosa insieme.
    Guarda che voglio un resoconto dettagliato di quello che hai comprato :))))

  • Sigrid

    Ma perché hai l’ufficio proprio vicino al mercante di buste?? Ma mica avevo capito!! (però, si, da li sono andata a pzza di spagna!)Tanto poi ci devo tornare, dal vecchio signore :-)))

  • danielad

    Veramente mi sembrava che tu mi avessi chiesto l’indirizzo del cartaio vicino al mio ufficio :(

    Dai torna e avvertimi per tempo così mi tengo libera.

  • perec

    cara,
    sto a tè da qunado ci siamo viste (a parte la cena, ma del menù non mi occupavo io). credo che domani sera darò una cena a base di tè. non oso pensare: e se andavamo alla rpesentazione “stracotti nel mondo”, cosa potevo combinare?
    besos!

  • Sigrid

    Perec: Anche tu eh???? Sto pomeriggio missà che faccio un salto a via del Pelegrino a prendermi un bel tè affumicato :-)))))

  • Gourmet

    Che bello care ragazze che voi siete tutte a Roma!!Vicine..
    ..Come mi piacerebbe poter essere “dei vostri”…Uff…
    Torino è troppo lontana…E Roma è così…Bella!!
    Baci a tutte!!
    ;-))

  • orizzontidelgusto

    … dedicata a te, ad Arma ed alla piccola cuoca…

    “La melodia der bucatino”

    Quanno er sugo è tirato ar punto giusto
    La pasta è cotta ar dente e a giusto sale.
    Fatto il piatto, si può passare finalmente
    all’”intorcine”
    Che è er momento più fino e delicato
    der come se manovra er bucatino:
    mentre tenghi’n funzione l’odorato
    e pregusti la gioia der sapore,
    infili la forchetta con amore,
    acchiappanno sortanto du’ o tre fili,
    stanno attento ner mentre che l’infili,
    a spostà er giro su bordo der piatto, così er boccone te viè compatto.
    Come de canna d’organo che sona,
    a nun succhià co’ troppa frenesia,
    fa bene attenzione,
    ché si er fischio num sorte a perfezzione
    nun te s’accorda co’ la melodia.
    Si la succhiata è giusta, er bucatino
    va in bocca e te da gioia, drento ar petto,
    e la forchetta diventa n’archetto
    e li spaghetti corde de violino…
    Mauro Marè

  • Sigrid

    hahaha, fortissimo!!
    Devo dire che con tutta sta parlatino sull’amatriciana, me la devo mettere in programma… :-))

  • orizzontidelgusto

    Comunque, per una buona amatriciana puoi andare da “I tre moschettieri” in via di S. Nicola da Tolentino!! …con tanto pecorino, guanciale… e servita in spasette di legno… che fanno molto vecchia hostaria!!

  • alberto

    Siete bellisime

  • alberto

    con 2 esse