Feed RSS
       

Gelato ai mandarini

lunedì 27 febbraio 2006

Si, lo so: fa ancora freddo e in realtà sarebbe piuttosto periodo di untuosi fritti ripieni di crema. Vale a dire che, nonostante i primi timidi segnali di primavera romana, bisogna pure essere un po’ matto per fare del gelato. Detto ciò sono in pieno periodo di mandarini, e indovinate un po’ quale irrepressible voglia mi è venuta? In più, trattasi di perfetta ricetta da lunedì: basta versare tutti gli ingredienti nella gelatiera e non pensarci più per un po’ :-)

succo di mandarini 320g
panna fresca 150g
zucchero 150g

Categorie: al cucchiaio, dolci, fresco
Scritto da Sigrid lunedì 27 febbraio 2006

  • Anonymous

    Cara Sigrid ci avevo già pensato dato che qui a MIlano ti tirano dietro al mercato mandarini tardivi dolcissimi.
    L’ho fatto ad una cena settiman scorsa insieme a biscotini tipo lingue di gatto e con i miei biscottini quaresimali di stretta origine fiorentina, buonissimi con farina di mandorle nocciole, zucchero cacao ed albumi.Te li rifaccio, faccio le foto e ti mando la ricetta
    Saluti cari
    Alberto Baccani

  • ape

    ape è passata svolazzante tra i tuoi piatti succulenti…si è posata e rispiccato il volo.
    tornerà

  • Juliette Godart

    io adesso resto qui e smetto di respirare finché alberto non torna con la foto dei biscottini quaresimali!

  • Ma

    Je dois vraiment apprendre l’italien !

  • Sigrid

    Alberto guarda che c’è Juliette in apnea che aspetta… !! :-))

  • Tulip

    beh…una ricetta leggera ci vuole….
    e poi con quel sole che ieri ha baciato ROma…. si intona perfettamente questo gelatino!

  • rosso fragola

    ottima idea il gelato, anche a me piace usare la frutta di stagione, con i mandarini ad esempio preparo delle bavaresi speciali, con i limoni,(me ne hanno appunto regalato una cesta!)faccio
    una mousse niente male.
    Se stasera ho tempo la preparo e le scatto una foto.
    Ciao!

  • Anonymous

    Ecco la ricetta, però il bello sono le foto, prometto che per sabato li faccio e poi mando il tutto a Sigrid se la vuole pubblicare.
    QUARESIMALI

    300 gr di nocciole sgusciate leggermente tostate
    200 gr di mandole dolci spelate
    300 gr di zucchero.
    Mettere il tutto in un frullino o mixer e tritare benissimo ( insisto benissimo altrimenti quando si mangiano si sentono i bruscolini…).
    A parte in un pentolino fare uno sciroppo di zucchero con 400 gr di zucchero semolato e 50 gr d’acqua lasciar cuocere per circa 10/15′ fino ad avere uno sciroppo piuttosto denso Prendere 3/4 chiare e sbatterle leggermente, unire le chiare alla farina di mandorle e nocciole controllando la densità aggiungendo poi 50 gr di cacao amaro.
    A questo punto la crema dovrebbe essere piuttosto soda tale che il cucchiaino immerso resta in piedi.
    Aggiungere le sciroppo e frullare ancora molto bene ( non togliete la farina dal mixer, aggiungete solo i componenti).
    Ora la crema dovrebbe essere un po’ più morbida ma sempre non troppo fluida ( tipo maionese densa per intenderci).
    Mettere il tutto nella classica siringa o sac a poche e poi formare delle lettere o dei numeri su una placca da forno sopra la carta da forno.Il trucco stò nella densità peerchè ddebbono essere abbastanza densi da permettere la formazione delle lettere ma abbastanza fluidi per scorrere bene nella sac a poche.
    Stare attenti a farli ben distanziati perchè un poì si gonfiano.
    Lasciare il tutto a riposare al fresco in frigorifero per circa 2 ore minimo. Poi mettere nel forno caldo a 170′/180′ per circa 7′. Estrarre il tutto e lasciar raffreddare.
    Una volta tolti saranno morbidi ma raffreddati dovrebbero essere croccanti,durettini al morso e licidissimi in superfice.
    Warnig !!! se si incominciano a mangiare non si finisce più..uno dopo l’altro
    Alberto Baccani

  • happycook

    domanda stronza: ma perchè gelato? ehm …..

  • Juliette Godart

    Alberto grazie della tua ricetta.
    E di avermi salvato la vita. Per quanto il blu della pelle trovo che mi doni…

  • Anonymous

    Ciao Sigrid,

    scusa ma solo per rendermi conto… ma te quanto tempo lo lasci il gelato in freezer a farsi??
    Io ho una sorbetiere un pò vecchiotta con le istruzioni un pò perse, un pò troppo in francese e un pò sporche di gelato ;) L’ultima volta ho fatto il tuo al latte di mandorle e neanche dopo tre ore era pronto….

    Baci Monica

  • Sigrid

    3 ore?? forse sarebbe il caso di comprarti una gelatiera ‘moderna’?? oddio non è che io sia messa molto meglio: mi sono impossessata della gelatiera di mia suocera, anno 1984 o giù di li (la gelatiera, non la suocera), che peserà un 10kg (mentre di gelato ne farà si e no 600g, vedete un po’ voi… :-) ma almeno raffredda da sola, ovvero non va messa nel congelatore, e il gelato me lo fa in 25 minuti…
    Detto con parole povere: non lo so!! Direi che una buona regola potrebbe essere di lasciar girare l’affare fino a quando il gelato sembri ben rappreso (quindi, se ci vogliono 3 ore, che 3 ore siano…)

  • keiko

    Hi Cenzina – such a beautiful colour and the texture looks perfect! Lovely picture, as always :)

  • Linn

    Il gelato semplicissimo e buonissimo. Non avendo mandarini ho usato il succo di arance rosse di Sicilia appena spremute. Grazie.