Feed RSS

Qualche annetto fa, questo era la trattoria dove portavamo amici e parenti non romani per sconvolgerli gentilmente. Bisogna sapere che dal traslocatore si sta praticamente in cantina, la sala è piccolina, i tavoli pure e in bonus c’è la vista sul cucinotto dove un omone (Franco, il traslocatore appunto) fa saltare chili e chili di rigatoni in padellazze gigante, fermandosi ogni poco per pulirsi gli occhiali che puntualmente si coprivano di schizzi di grasso e sugo. Ed era nel suo piccolo e a modo suo un bel posto, era un po’ come andare al ristorante etnico, un’esperienza spaesante e per alcuni versi assurda, una romanissima reliquia. Il mio piatto preferito dal traslocatore son da sempre i tagliolini al sugo di coda alla vaccinara, una montagna di pastafresca che sa di vaccinara piena di sedano che del resto una volta è valsa anche qualche macchietta di pomodoro sulla camicia bianca di uno sfortunato sconosciuto/vicino di tavolino (ve l’avevo detto che si sta stretti). Beh i tagliolini sono sempre li, uguali e buonissimi (senza schizzi stavolta). Il brutto momo arriva: è che il buco, la cantina, il garage o come lo vogliamo chiamare, si c’è ancora, solo che è stato ridipinto di fresco. Dagli scaffali son scomparse le scorte di rigatoni e al loro posto ci sono regimenti di vino imbottigliato (sempre scarso eh), la cucina è stata rivestita di acciaio mentre i camerieri hanno scoperto l’uso della paranza. Niente di sconvolgente, il minimo decente, dopotutto siamo nel 2006 mi direte voi. Si, certo. Solo che i primi sono passati dai loro simpatici 6 euro a 10. Uhps?!

ar grottino der traslocatore, largo delle sette chiese, 2 (roma, garbatella) 06/5141261

Categorie: recensioni, ristoranti & affini, roma
Scritto da Sigrid giovedì 6 aprile 2006

  • danielad

    Ne parlavo poche sera fa con alcuni amici e ci volevamo andare… che dici? Ci vado????

    :-(((

  • Sigrid

    hihi… resta che l’ambiente è sempre più o meno quello e che i tagliolini so’ bbboni (da evitare invece matriciana e grigia con cuboni di grasso indecenti)… fatto sta che per lo stesso prezzo non saresti obligata a ficcarti dentro una cantina :-))) E Roma bellezza… :-DDD

  • MisterQ

    10 € per un primo che non sa più di poesia ?
    Traslocherei io…
    Ciao Traslocatore !

  • Anonymous

    A Milano Sig c’era un posto chiamato Trattoria dei Decemviri vicino alla stazione di Lambrate era sempre strapieno si prendeva un fritto misto sublime degli sspaghetti allo scoglio pure ed una zupa di pesce qquasi insuperabile il tutto per circa 20 euro.
    Non si risciva mai a prenotare.La settimana scorsa ho chiamato mi hanno detto subito che c’era posto sono andato….semi deserto guardo il menu…prezzi raddoppiati.Ci credo che non ci và più nessuno.
    Evidentemente preferisco lavorare poco ed incassare un tot che lavorare di più incassare un po’ di più ed avere sempre la sala piena di gente allegra e festante. So gest das leben ( si dice cosi?) cosi và la vita.
    Alberto Baccani

  • Anonymous

    Ciao a tutti
    sono un cuoco e un “trattore” da oltre 22 anni e vi posso garantire che ormai si fa una grande fatica a far quadrare i conti: Si possono cambiare gli ingredienti e fare dei piatti + poveri e quindi rimanere nella stessa fascia di prezzo ma alla fine i clienti affezionati ” esigono ” quasi sempre gli stessi piatti a cui , a volte,devi aumentare per forza il prezzo
    ciao
    stefano
    pS bel blog davvero!

  • superfuji

    Conosco bene er traslocatore e incredibile ma vero le porzioni da un anno circa ad oggi sono diminuite :-) Infatti prima erano veramente porzioni da traslocatori

  • Sigrid

    Son diminuite dici?? a me mi sembran sempre montagne, anzì per me possono pure diminuirle ancora… il discorso sulle materie prime sì, sarà, ma in questo caso non direi (io le ho viste le fatture del Todis che se ne stavano sul tavolo dell’aministratore!! ora, non ho nulla contro il todis in sé ma voglio dire, due lire per una pasta decente potrebbero pure spenderle, ecchecavolo…)

  • Anonymous

    Andai al Grottino per la prima vlta circa una decina di anni fa. Trovai chiuso il Moschini (altro noto locaale della zona) e così cercai un’altra bettola ove ristorami. Quando lo vidi rimasi entusiasta…si mangiava benissimo (c’era pure la pajata), porzioni enormi e conti popolari. Per un lustro circa ci andai veramente spesso. Poi incominciò ad andare di moda: pranzai una volta gominto a gomito con Badaloni (ex Presidente della regione) ed una sera ho brindato con Valerio Mastrandea…. Quando un locale incomincia ad andare di moda aumentano i prezzi, questa è la verità. Ad ogni modo non concordo sul discorso dell’aumento delle materie prime. I ristoranti hanno aumentato i prezzi in maniera sproposita: è un loro diritto, va bene…ma riconoscetemi il diritto di non frequentarli più. Diffido di chi chiedeva i controlli per l’arrivo dell’euro (nessuno può obbligare nessuno a mettere nel menù un piatto a prezzo controllato) ma il potere del consumatore è proporio quello di andare da un’altra parte. Mi spiace per il traslocatore, ma prevedo che presto il suo grottino tornerà ad essere una bella cantina ove riporre bici vecchie e dischi rotti…. a meno che…..

    Antani Volante

  • Anonymous

    er grottino der trasclocatore è er mejo posto k ce sta !! se voi magnà bn !! un pò caro xrò !! sarà k io conosco e ci vd tt i giorni !!

  • Anonymous

    Un Romano de Roma

    Si 6 de Roma e nun hai mai magnato ar grottino der traslocatore allora nun te danno er certificato de Romano.Vacce damme retta

  • Anonymous

    Sarebbe piaciuto anche a me assaggiare le prelibatezze tanto decantate del Grottino del traslocatore ma non ho potuto visto che dopo aver prenotato telefonicamente ed aver avuto un codice prenotzione sono arrivata lì e mi sono imbattuta nella ragazza che è all’ingresso..di una maleducazione unica!! Quando le ho dato il codice stava facendo preparare un tavolo ma all’arrivo di 6 persone dopo di me e SENZA PRENOTAZIONE li ha fatti accomodare. Alle mie proteste ‘c’ero prima io’ e ’spiegami allora a cosa serve la prenotazione’ mi ha risposto ‘che ti devo dire?…arrivederci’. Altro che accogliente trattoria romana!!!!

  • Antonio (detto lo Sciala)

    Ciao Sigrid e Gaetano,
    cercando il telefono del Traslocatore mi sono imbattuto nel tuo blog. Ma vi ricordate chi ve lo fece scoprire??? :-) Un abbraccio, Antonio.

  • una ke se ne intende…

    beh… apparte l’ignoranza nello scambiare le TAGLATELLE AL SUGO DI COSA… e i CUBONI DI GRASSO ke non sono altro ke delicatissimo GUANCIALE… i complimenti al signor Sigrid… Siamo nel 2008… e se avessi la minima idea di cosasignifica il termine “SPESE DI GESTIONE” avresti detto ke PURTROPPO i prezzi sn così… e cmq nn è nè una cantina nè un garage… ma un grottino antichissimo scavato a mano e protetto dalle belle arti… quanto ai tavoli e SEDIE sono tutti in ferro battuto… fatti a mano unici in tutto il mondo… AH e il vino è il d.o.c. dei castelli romani prodotto dalle cantine Silvestri…una delle più rinomate in tutta italia…non scadente …
    se ci fossi andato con il vero spirito di tutti i clienti affezionati alla tradizione VERA ROMANA non avresti detto certe cose… alcune INVENTATE !!!
    LO CONSIGLIO VIVAMENTE AI VERI INTENDITORI…PER ABBONDANZA QUALITA’ E SIMPATIA…

  • giusto x

    superfuji ha scritto:
    12 Aprile 2006 alle 5:21

    Conosco bene er traslocatore e incredibile ma vero le porzioni da un anno circa ad oggi sono diminuite :-) Infatti prima erano veramente porzioni da traslocatori

    SAI CHE POTRESTI ESSER DENUNCIATO PER DIFFAMAZIONE ??? LE PORZIONI NEGLI ANNI SONO SOLO KE AUMENTATE… ATTUALMENTE 200 GRAMMI DI PASTA DA DICHIARAZIONE NEL MENù CHE IL 90% DELLE VOLTE AUMENTANO TANTO DA ESSER SERVITE IN FIAMMINGHE D’ACCIAIO… E SOLO 400 GRAMMI DI GNOCCHI AL PIATTINO… SEI SICURO KE NON SBAGLI LOCALE???

    NON CAPISCO CHE GUSTO CI PROVI LA GENTE NELLO SCRIVERE FANDONIE…

  • bah!!!

    Sigrid ha scritto:
    12 Aprile 2006 alle 5:34

    Son diminuite dici?? a me mi sembran sempre montagne, anzì per me possono pure diminuirle ancora… il discorso sulle materie prime sì, sarà, ma in questo caso non direi (io le ho viste le fatture del Todis che se ne stavano sul tavolo dell’aministratore!! ora, non ho nulla contro il todis in sé ma voglio dire, due lire per una pasta decente potrebbero pure spenderle, ecchecavolo…)

    sei sicuro di questo ??? mi spiace contraddirti anke in questo ma oggi trovi solo ed esclusivamente fatture GALBANI ,CECCONI SALUMI, MAIORANA e tutte materie prime di ottima qualità…
    ribadisco perkè infamate ki lavora seriamente ???
    … BAH !!!

    SE FOSSI IL PROPRIETARIO E LEGGESSI QUESTI ARTICOLI KIEDEREI UN CONFRONTO…se poi ve fa causa nn ve lamentata però… che il caro vita è ovunque è vero… però infamare è cattivo è…

  • evelyne

    @ te che ti scaldi tanto senza mai firmarti: ti sei reso/a conto che questo post è stato scritto nel 2006 e quindi tutto questo aumento di costi di gestione e delle materie prime ancora non c’era?? e poi non pensi che in una democrazia sia lecito avere idee diverse dalla tua?? io non conosco il posto ma ciò non toglie che se lo conoscessi e mi piacesse sigrid (lei) avrebbe il sacrosanto diritto di pensare che non le piace e di scriverlo qui visto che è il SUO blog.. non vedo dove stia la diffamazione! … a volte sarebbe bello respirare, pensare e solo dopo scrivere!

  • bah!!!

    @ te che ti scaldi tanto senza mai firmarti: ti sei reso/a conto che questo post è stato scritto nel 2006 e quindi tutto questo aumento di costi di gestione e delle materie prime ancora non c’era??

    ehmmm ne sei sicuro/a ??? beato/a te ke non te ne sei accorto/a e non ne hai risentito !!! mi sa che parecchi in Italia però se ne accorsero ai tempi…poi i fortunati sono fortunati…
    io respiro penso e scrivo… e soprattutto ci vado da anni…vada per i prezzi ma dire ke le materie prime sono scadenti e costano di più ribadisco ke è falso !!! poi scusami anch’io ho diritto di dire la mia…

    p.s. te la lascio anch’io una perla di saggezza:

    …se solo si imparasse a vivere come si deve…
    e rispettarsi l’un l’altro…sopratutto chi lavora… questo sarebbe davvero un mondo migliore !!! UTOPIE!!!

    au revoir!!!

  • Puffrels

    stavo cercando circa una settimana fa un locale nella mia zona per andara a mangiare fuori una sera, ho chiesto ad amici e mi hanno consigliato sto famoso grottino, che ne parlano sempre tutti perchè se magna bene e le porzioni so giganti!beh… io so andato prenotando…
    al telefono una signora ha preso la prenotazione…
    semo arrivati puntuali, il tavolo era pronto e c’hanno accolto subito co dei bei “assagini” che praticamente erano du porzioni ahhahah
    per nun parla della coda S T U P E N D A!!!
    abbiamo mangiato come bufali
    abbiamo speso 10€per un primo ma erano più che meritati!!!! preferisco mettere 4 € in più su una porzione piuttosto che metterne in meno ed esse preso per il culo!!!!
    cmq ber blog …
    alla C/a de Sigrid
    perchè nun modifichi n’po sto sito che pare che sto ristorante è sconsigliabile?
    secondo me n’ciavevi capito n’cazzo già 3 anni fà hahahahhah

    PS se è sempre strapieno na motivazione ce sarà!!!!

  • http://www.cavolettodibruxelles.it/ Sigrid
  • Andrew

    Sono tornato al traslocatore dopo diversi anni, ho mangiato nei tavolini di plastica sulla piazzetta (mal frequentata) e alla vista del menu (anni fa nemmeno esisteva) mi è venuto da ridere…prezzi fuori da ogni regola per una trattoria molto ma molto alla mano e ancor peggio con qualità del cibo mediocre.
    I soldi vi hanno dato alla testa cari miei!
    Come si fa a chiedere 11 € per un piatto di gricia, non più abbondante come una volta, 13 € per una scamorza con prosciutto e 5-7 € per un contorno???
    ma per favore, mai più!

  • benny

    @bah: la Galbani un marchio di qualità? Ma se li hanno accusati di rivendere formaggio putrefatto e ripulito!
    Al Grottino ci sono stato un anno e mezzo fa: servizio pessimo, amatriciana con appunto dei cuboni di qualche carne improponibile, una cacio e pepe che tale non poteva essere definita, un vino imbevibile. Qualcuno crede ancora che la D.O.C sia sinonimo di qualità per un vino, quando ormai identifica solamente la zona di produzione; la qualità può anche essere scarsa.
    Diciamo che il Grottino è un posto per chi preferisce la quantità alla qualità.