Cibo da partita?

Ecco, è successo, ho ceduto alla pappa in tricolore pure io… un piccolo suggerimento per stasera insomma: piuttosto che di dipingervi il faccino di verde/bianco/rosso, preparate questi freschissimi bicchierini….
Potete pure leggervelo su Grazia.

gelatina all’acqua di pomodoro
pomodori maturi 500g
gelatina 1 fogliolina
sale una punta

mousse di mozzarella
brodo vegetale 3dl
mozzarella 100g
latte 0,5dl
gelatina 1 foglio 1/2
panna fresca 1dl
sale

pesto al basilico
basilico fresco un mazzetto
pinoli 1 cucchiaio
parmigiano grattugiato 1 cucchiaio
pecorino grattugiato 1 cucchiai
aglio 1 spicchio
sale 1 punta
olio d’oliva

La gelatina all’acqua di pomodoro: Svuotare i pomodori dai semi, mettendo quest’ultimi da parte in una ciotola e recuperando con cura il liquido del pomodoro. (usare i pomodori svuotato per altri fini, insalate, ripiene, caponata ecc). Passare i semi al colino in modo da ottenere solo il liquido. Scaldarlo leggermente in un pentolino, salare, aggiungere la gelatina messa in amollo in acqua fredda e strizzata, mescolare e versare in bicchierini individuali, riempendoli per metà.

Preparare la mousse di mozzarella: in un pentolino, scaldare il brodo a fiamma alta e farlo ridurre di metà. Lasciar raffreddare. Aggungere il latte e la mozzarella tagliata a dadini e frullare il tutto. Passare questo liquido al colino per eliminare i grumi, scaldare pochissimo e aggiungere la gelatina ammollata. A questo punto montare la panna e incorporarla delicatamente. Versare questa mousse sulla gelatina di pomodori quando questa si sarà rappresa.

Il pesto: frullare il basilico con i pinoli tostato, l’aglio sbucciato, il parmigiano, il pecorino e un po’ di sale, aggiungere un filo di olio fino a ottenere la consistenza giusta.

Per servire: quando anche la mousse di mozzarella si sarà rappresa, aggiungere un cucchiaio di pesto, una fogliolina di basilico, e servire.

Condividi :Share on Facebook0Tweet about this on Twitter2Google+0Pin on Pinterest32Email to someonePrint this page
0
  • Pingback: Caprese a modo mio « thePinkBlog()

  • Pingback: Caprese al bicchiere « thePinkBlog()

  • http://SCRITTORIGOLOSI ELEONORA

    la ricetta mi ispira ma non tanto spero che quando proverò a farla poi ti farò sapere………. ciao eleonora

  • Ila

    A parte Forza Italia!!! Ma perchè sempre sta mania di frullare tutto come in un ospizio x senza denti e anche di cacciare sta colla di pesce (gelatina) ovunque?? Poi vedrete ad andare in bagno a forza di gelatina… La mozzarella provate a passarne solo metà e l’altra a cubetti piccoli piccoli, ancora meglio con la mozzarella di bufala,magari con aggiunta di crescenza o squaquerone e poca panna fresca al posto del latte, sale pepe bianco. Il pomodoro idem, è più buona una concassè (cubettini) di pomodoro, meglio pomodorini Pachino, con aggiunta di un’abbondante macinata di pepe nero. Una macchiolina di basilico frullato con olio d’oliva extrav. in cima.
    La consistenza originale dei cibi è una caratteristica basilare per una migliore appetibilità… Basta alienari i prodotti tipici fino a trasformali in qualcosa che non c’entra niente con l’origine…spero che non ci sia la ricetta così anche nel libro,ma già è in foto di copertina.. Bella italianità portata nel mondo

  • Sigrid

    Ma guardate che io tifavo già per l’italia… quando ancora vivevo in belgio (eh! che ne dite di questa?!:-DD)
    Sul fuorigioco, stranamente, leggendo le spiegazioni di tulip mi stavo chiedendo dove cavolo era che volesse arrivare, e poi ripensandoci dopo mi è sembrata di una chiarezza unica… solo che, è come diceva mafè sul blog di grazia: capisco, solo che non lo condivido :-)

  • Anonymous

    con quella di tulip nemmeno io
    cmq la germania vinse il suo primo mondiale nel 1954 in Svizzera, in una finale con l’Ungheria strafavorita e battuta per 3-2 da un avversario bombato come le labbra della Parietti
    certo che se io avessi una moglie belga che pensa degli italiani quello che pensa il marito di Eleonora…
    oloap

  • Elisa

    So proprio de coccio…il fuori gioco me l’hanno spiegato tremila volte e non l’ho mai capito…nemmeno con la spiegazione di tulip :(((

  • leetah

    Ma poi come si mangia?
    Crostini?
    O direttamente col cucchiaino?

  • Eleonora

    oops, avevo firmato eppure sono uscita anonima…
    sono eleonora comunque!

  • Anonymous

    e brava sigrid che tifi italia! (almeno spero). Il mio belga marito tifa invece germania, adducendo scuse futili e infondate tipo che “gli italiani simulano sempre, fanno i buffoni, non sono seri” mentre so perfettamente che alla base c’è solo un po’ di sano rosicamento per la mancanza del Belgio nel mundial!!!!
    FORZA AZZURRI!!!
    PS riflettevo che la germania ha vinto il suo unico Mundial nel ’90 in Italia. Per una questione di regolamento dei conti dovrebbero stasera farsi da parte….speriamo bene!!!

  • Fabien

    Oltre ad essere il giorno della partita dell’Italia è il 4 Luglio, festa nazionale negli Stati Uniti… e su Gustoblog.it ci sono ricette di ispirazione simile alla tua solo che sono rosse bianche e blu… :)

  • Camille

    Et en plus c’est beau ! Je suis très très curieuse de goûter cette mousse de mozzarella…

  • viruta

    grazie tulip! ho dato una lettura veloce e già mi sembra più familiare come situazione. prometto che mi concentrerò sulla spiegazione con calma più tardi (spero di farcela prima delle 21)!

    …forse farò anche un grafico…

    baci baci
    viruta

  • Sigrid

    Divertentissimo e molto istruttivo Tulip, grazie!! :-D

  • mamina

    Ho fatto un bigletto che se chiamava: elle colore del nastro Italiano…la recette se asomiglia un po a la tua…

  • Tulip

    Ragazze leggete attentamente:

    Immagina di essere in un negozio di scarpe, in coda per pagare alla
    cassa. Una ragazza sta pagando e tra te e lei c’è un’altra ragazza.

    Proprio dietro la commessa alla cassa, c’è un paio di scarpe
    bellissimo che non avevi visto prima. In quel momento ti rendi conto che la ragazza davanti a te sta guardando anche lei quel paio di scarpe.
    Entrambe avete dato la borsa alle vostre amiche (sappiamo
    tutti che non fate mai shopping da sole).

    In questa situazione starebbe molto male passare davanti alla ragazza davanti a te, soprattutto senza borsa, inoltre hai i soldi contati solo per il paio di scarpe che stai per comprare.

    In quel momento vedi che la tua amica s i è resa conto della situazione e si prepara a lanciarti la borsa.

    Se ti lancia la borsa e la prendi potresti perfettamente passare
    avanti all’altra ragazza e comprare le scarpe, oppure la tua amica potrebbe lanciarti la borsa direttamente davanti allo scaffale delle
    scarpe e tu sgaiattolare e prenderla al volo. Ricordati che fino a che la borsa non è stata lanciata sarebbe molto maleducato passare avanti nella fila.

    Ora pensa alla scena descritta.

    Visualizza i movimenti…

    Fatto?
    Complimenti! Hai appena capito la regola de fuorigioco!

  • viruta

    ho fatto un giro su Grazia… ho anch’io lo stesso problema con il fuorigioco!!! me lo faccio spiegare ogni quattro anni (cercando anche fonti diverse oltre al marito) ma rimane per me uno dei misteri insoluti dell’universo…
    buona serata e… FORZA ITALIA!!!

    viruta

    p.s. perchè solo l’acqua dei pomodori?

  • Juliette Godart

    Molto moooolto attratta dall’idea della mousse di mozzarella :-)

  • cat

    tattarara, tattarara, tattarara,
    taratattà! (inno di mameli!) saluti golosi cat