Rotolo ai semi di papavero

Credo che le vacanze di Natale siano un bel momento per sperimentare un po’ di robine dolci da colazione, così, dopo stollen & co (sissi, poi vi do la ricetta pure di quello), ho provato questo rotolo panoso ai semi di papavero, in uso (così dice il libro) in Polonia e Ungheria. Infatti, la voglia di provarlo mi ha preso per via di dolcetti vagamente simili in vendita nelle pasticcerie ebraiche (askenaze) del marais, a parigi. Comunque sia, l’oggetto viene bello (nonostante la glassa – non la amo ma fa tanto ‘dolcetto invernale’ che ho ceduto…), e la colazione era ottima grazie :-)

per l’impasto

farina 350g
latte tiepido 1,2dl
burro 50g
zucchero di canna 25g
lievito fresco 20g
uovo 1
sale mezzo cucchiaino

per il ripieno

semi di papavero 120g
uvetta 70g
zucchero di canna 70g
farina di mandorla 50g
cedro candito 50g
burro 50g
cannella mezzo cucchiaino

per la glassa

zucchero a velo 120g
succo di limone 1 cucchiaio
acqua 2-3cucchiai
mandorle a scaglie 30g

Preparare l’impasto: far sciogliere il lievito nel latte, e versare sulla farina e il sale setacciati. Aggiungere il burro fuso, l’uovo sbattuto e lo zucchero. Impastare il tutto per una decina di minuti e lasciar lievitare a coperto per 1 ora e mezzo (il volume deve radoppiare).
Nel frattempo, preparare il ripieno: versare i semi di papavero in una ciotole a coprirli con dell’acqua bollente. Lasciar sgocciolare in un setaccio poi versare i semi insieme al burro in un pentolino, scaldare e far cuocere per due minuti. Spegnere e aggiungere l’uvetta, la farina di mandorle, lo zucchero, la cannella e il cedro. Lasciar rafreddare.
Riprendere l’impasto lievitato, reimpastare velocemente poi stendere al matarello in un rettangolo di 35x25cm. Spalmarci il composto ai semi di papavero lasciando liberi 2cm ai bordi. Arrotolare il tutto nella lunghezza, porre su una teglia rivestita di carta da forno con la cucitura in giù e ripiegare le estremità sotto. Coprire e lasciar lievitare per 45 minuti prima di infornare a 190° per mezz’oretta. In un pentolino, sciogliere lo zucchero a velo con il succo e abbastanza acqua che da ottenere un composto denso, scaldare leggermente e far sgocciolare questa glassa sul rotolo ormai freddo. Cospargere di scagliette di mandorla e far raffreddare del tutto prima di tagliare.

Condividi :Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Google+0Pin on Pinterest0Email to someonePrint this page
0
  • vil

    si potrebbe alleggerire un po’?

  • Diego & Kinga

    Qualcuno conosce le carote bianche o qualcosa di simile,aiutoooooooooooo

  • Diego

    In questi giorni di Natale la mia ragazza che viene dall’ungheria mi ha fatto impazzire nella ricercadi alcune verdure e sti bnedetti semi di papavero,ma quasi impossibili trovarli,che caos speriamo che si magerà,un augurio a tutti

  • Alecita

    O “makovnjaca-strudla sa makom”-in serbo, serbo-croato. Cmq, un dolce moooooolto comune da quelle parti…ed e buonisimisimisssiiimmmooo

  • Linn

    Lo confermo: si chiama “makowiec” / almeno in polacco /: buonissimo!

  • Anonymous

    semmai askenazite.

  • golosastro

    uacciu!!!!
    somiglia proprio tanto ad un dolce che ho fatto un mese fa… anche se la mia versione è venuta meno “rotolo rotondo” e più brioche “arrotolata rilassata”:
    ho conquistato al gusto del papavero anche chi… non lo conosceva (nonostante le diffidenze tutte italiana… del tipo “ma che.. da sonnolenza?”)
    dopo le feste.. pulizie in casa? (=bello il rinnovo della colonna.. quanto al titolo… cavoletto… personalmente preferivo la grafia della scritta precedente!)

    buoooon Anno!!!

  • psycook

    gran belle ricette!complimenti da psycook

  • Anonymous

    Qualche suggerimento per il cenone di capodanno?
    Auguri!
    Roberta

  • fla

    non trovo più il l’archivio per categoria…l’hai tolto??? noooooo!!!
    fla

  • Orchidea

    Bellissimo questo rotolo! Un augurio di buone feste e di buon inizio 2007!
    Ciao.

  • The Food Traveller

    Una colazione leggerina :-)

    Buone feste.

    Francesco