Feed RSS
       

Mc Marrakech

lunedì 22 gennaio 2007

E stato un weekend all’insegna della miniaturizzazione : volevo fare un po’ di prove finger food. In generale mi divertono molto quelle ricette che recuperano forme note per riempirli con ingredienti diversi (per esempio il magnum di foie gras o il toblerone di patè d’anatra di Massimo Bottura, anche se mai assaggiati, mi fanno morire solo a vederli :-) e l’idea del hamburger pervertito era un po’ che mi gironzolava per la mente. Ora chiaramente io l’hamburger industriale non lo mangerei manco morta di fame, però in fondo, se uno lo fa tutto in casa, è solo un panino col la carne… Insomma nei miei mini mc ci ho messo la kefta, sono delle polpette di carne arabi che spesso si mangiano arrostite, su spiedini, nei brick oppure nella tagine, e proprio a cercare bene credo l’abbinamento mi sia venuto in mente per via di un KFC (Karatchi Fried Chicken :-), intravisto l’anno scorso nelle periferie di Birmingham :-)

per le polpette kefta

carne di manzo tritata 250g
cipolla, piccola 1
uovo 1
peperoncino dolce in polvere 1 cucchiaino
cumino in polvere mezzo cucchiaino
cannella macinata mezzo cucchiaino
noce moscata mezzo cucchiaino
prezzemolo tritato 2 cucchiai
coriandolo tritato 2 cucchiai

per i panini al sesamo

farina 400g
sale un cucchiaino
latte 2,2dl
lievito fresco 20g
sesamo 3 cucchiai
uovo 1

per guarnire

yoghurt 125g
menta fresca 4 cucchiai
aglio 1 spicchio
sale & pepe
pomodorini, lattuga, cetriolo

Per i panini: sciogliere il lievito nel latte tiepido. Mescolare la farina con il sale, aggiungere il latte col lievito e impastare (aggiungere semmai un’altro po’ di liquiso). Lasciar lievitare per un’ora, poi formare i panini dalle dimensioni che desiderate, coprire e lasciar lievitare per 40 minuti. Spenellare con un uovo sbattuto con un goccio di latte, distribuire il sesamo in superficie e cuocere a 180° per circa 25 minuti o finché i panini saranno dorati.
Nel fratempo, tritare finemente la cipolla e le erbe e mescolare tutti gli ingredienti per la kefta, formare delle polpette (con le mani infarinate) e farle cuocere in una padella con qualche cucchiaio d’olio. Far sgocciolare su della carta da cucina. Afettare i pomodorini e il cetriolo, dividere la lattuga a pezzetti. Frullare lo yoghurt insieme alla menta e l’aglio, salare e pepare.
Tagliare i panini a metà, spalmare ogni metà con un po’ di yoghurt alla menta, disporre insalata, cetrioli, kefta e pomodori, richiudere eventualmente con uno stuzzicchino.

Categorie: finger food, origine geografica
Scritto da Sigrid lunedì 22 gennaio 2007

  • Staximo

    Proprio in questi minuti stavo pensando ad un menu a “tutta polpetta” :o)
    Questo potrebbe essere un antippasto ideale!!!!!! E gradito anche dai bambini…
    Mi sa tanto che te lo “ruberò”

  • golosastro

    gnam gnam…
    un invito ghiotto per chi è un amante dichiarato del kebab (vale a dire del panino con carne etnico e non… mc!)
    lodevolisssssimo preparare tutto da sola…. che così si arriva agli antipodi (nelle tre orette di preparazione) rispetto al fast food non solo nella sostanza, ma anche rispetto al nome!!!
    wwww il mc topsy-turvy!!

  • Anonymous

    forse, piuttosto di morire di fame, ti mangeresti pure un bel cheese burger di mc!! :-)

  • franci

    troppo carini i tuoi Mac… per stare in tema, per caso hai anche la ricetta dei falafel? le ho mangiate in un kebap e me ne sono innamorata…
    ciao
    franci

  • apprendistacuoca

    stupita e ammirata come sempre per la tua creatività!
    bellissimi i paninetti, si prestano a idee diverse…terrò presente…

  • Gloricetta

    Che belli così piccolini. Qualche giorno fà, ho postato delle polpettine che secondo me si accompagnano benissimo. Sono di pollo ricoperte di sesamo.Glò

  • Enrico

    questo post mi fa pensare allo street food.
    A tal proposito a Roma quali sono secondo te i migliori posti per la pizza al taglio e per i supplì?
    Attendo fiducioso il tuo autorevole parere.
    Ciao

    Enrico

  • Lambre

    Geniale!!!
    Brava Sigrid!

  • Andreea

    these look SO cute

  • Anonymous

    ma che carino!!!!!!
    sei sempre fantasiosa
    complimenti sinceri

    vanessa

    (ego a mille)

  • paoletta

    per franci:
    io avevo provato questa ricetta per i falafel (4 persone):
    scolare e togliere le bucce ai ceci (300gr) dopo averli lasciati in ammollo per 24 ore. passarli nel passaverdura, trasferire nel frullatore insieme a una cipolla, 2 spicchi d’aglio, un mazzetto di prezzemolo,un cucchiaino di coriandolo macinato, due cucchiaini di cumino, un pizzico di pepe e il sale; frullare per 20 secondi fino ad ottenere un impasto fine ed omogeneo.
    lasciare riposare in frigo per 30 minuti – 1 ora. poi formare delle polpette medie e dorarle nell’olio bollente, girandole dolcemente, per 4 minuti circa. quando le polpette sono ben colorite toglierle e asciugarle con la carta assorbente.
    (spero si potesse postare qui una ricettina ;) !!)

    per sigrid: questo sito è davvero splendido, l’ho scoperto da pochi giorni e ne sono già dipendente!!

  • Sigrid

    paoletta: Grazie! Hai fatto bene a farmi ripensare ai falafel! :-) (m’ero scordata!) l’unica cosa è che nelle ricette che avevo trovato io aggiungono anche del bicarbonato. Comunque proverò prestissimo, promesso! (adoooooooro i falafel! ;-)

    franci: leggere anche qui sopra :-), e in effetti nel miniburger si potrebbero stare benissimo!

    enrico: pizza al taglio, da pizzarium (via della meloria, accanto a metro cipro), assolutamente! (lievitazione naturale lunghissima, condimenti da gourmet e pizzaiolo più appassionato che abbia mai visto in vita mia! (fa anche degli arancini ripieni di vaccinara, uno sturbo, meno male che non mi sta vicino a casa :-), provare per poi stendere su tutti gli altri un velo pietoso :-)

  • Enrico

    sapevo che avresti risposto così…
    ci sono andato ieri ed ho mangiato una pizza melanzane e foie gras con scaglie di tartufo nero…, sublime!!!

    Per chi non lo conosce…
    Pizzarium, Via della Meloria, 43
    tel 06 39745416

  • Luvaz

    carissima ma l’uovo è previsto nelle polpette kefta? ho controllato su altri siti ma non c’è.Uhm.Perchè lo prevedi per spennellarlo sui panini al sesamo….

  • Sigrid

    luvaz: in effetti tradizionalmente non c’è l’uovo nella kefta, solo che per farcire i panini volevo un effetto ‘polpetta’ un po’ più morbida, così ce l’ho messo :-) (e ho rettificato perché si, serve un’altro uovo per spenellare i panini, grazie di avermelo segnalato!)

  • franci

    Grazie Sigrid e Paoletta per i consigli e la ricetta!
    proverò presto, e se il risultato non sarà troppo disastroso lo posterò nel mio blog…
    ciao
    franci

  • SenzaPanna

    ch e carini, mi hai fatto ricordare che ah Parigi ho comprato un libro di polpette…

  • Pingback: i migliori blog di cucina » Blog Archive » IL BUFFET DI LORENZO