Zucchine e gorgonzola (via Pizzarium via Luca via me)

L’altra sera mi chiama l’amico L che, fra tante notiziette golose, mi racconta della sua ultima escursione da Pizzarium (L è un uomo organizzato per cui ci arriva, da Pizzarium, anche con una certa regolarità, la sottoscritta invece, non organizzandosi le escursioni…). Ora, a me qualcuno mi deve spiegare perché quando gli altri vanno da Pizzarium tornano sempre con racconti che iniziano con Sai, l’altro giorno sono stato da pizzarium, e Bonci c’era… (dopodiché ti puoi aspettare un elenco sempre diverso di golosità inaudite), mentre io, malcapitata, già che si e no ci arrivo una volta l’anno, becco sempre la volta in cui il maestro pizzaiolo non c’è e così mi tocca magari pure il condimento leggermente troppo piccante e comunque nessuna robina francamente ardita (ma l’impasto e l’insieme rimangono sempre buonissimi eh, per carità). In compenso poi mi tocca rifarmi con i racconti degli altri. L per esempio ha trovato una pizza tartufi e fegato grasso (noooooooooo?????!!!!!!!!!!), e poi un’altra con zucchine e gorgonzola. L’abbinamento in realtà non è che sia nuovo ma né L né io non l’avevamo mai cucinato. Insomma lui nel mentre si è appassionato alla cosa e l’aveva convertita in pasta, aggiungendo però delle vongole, cosa della quale sembrava molto entusiasta. E sissà, l’entusiasmo è contagioso, così… Aprofitto dell’occasione per non ringraziare per la ricetta (non me l’ha data!!), ma per l’idea sì, piatto delicato e sorprendente, niente male :-)

Spaghetti con zucchine, gorgonzola e vongole

spaghetti
vongole 500g
zucchine romanesche 4
gorgonzola piccante 70g
aglio 1 spicchio
pepe nero macinato

Pulire le vongole e farle aprire in un tegama. Sgusciare i tre quarti delle vongole e metterle da parte, filtrare l’acqua con un colino foderato di carta da cucina. Tagliare le zucchine a brunoise (dadini piccoli), e farle leggermente soffriggere con due cucchiai di olio e l’aglio schiacciato (personalmente preferisco che la zucchina rimanga croccantina, quindi far soffriggere brevemente, senza farla dorare). Cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata e scolarle quando saranno molto al dente. A fuoco vivace, butare gli spaghetti nel tegame con le zucchine, aggiungere l’acqua delle vongole e far saltare. Spegnere, mantecare la pasta con il gorgonzola tagliato a fettine sottili, mescolare bene in modo che il formaggio si scioglia del tutto, aggiungere le vongole, mescolare e servire. Finire con un po’ di pepe nero macinato di fresco.

pizzarium, via della meloria, 43 (accanto a metro cipro), 06/39745416

Condividi :Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Google+0Pin on Pinterest21Email to someonePrint this page
0
  • Pingback: Linguine vongole pomodorini e… « Kitchenqb – Ricette siciliane – cucina tipica siciliana – ricette etniche

  • Pingback: Una cena blog… | Paladar

  • Anonymous

    grazie sigrid, non solo per le ricetta (non mangio le vongole, proverò senza!), ma per avermi indicato un posto, a quanto pare degno di nota, abbastanza vicino casa che finora mi era sfuggito…
    ci passerò presto!
    simo

  • Anonymous

    beh, forse il maiale ubriaco ha ragione. Forse è tempo di capire la terra e seguirne i cicli. Questo piatto rimane un’ ottima idea (mi avete incuriosito, sicuramente andrò da pizzarium)ma forse un’idea da conservare per agosto, luglio inoltrato.
    Vale

  • Anonymous

    adesso pero’ nn esageriamo!!!+
    daccordo che quello che fa sigrid e sempre bello, fantastico geniale ecc. ecc
    ma sti spaghetti ….

    le foto pero’ sono quasi tutte belle
    andrea

  • campo di fragole

    Conoscevo la combinazione zucchine e vongole, pero’ no con il gorgonzola! Mi incuriosisce moltissimo… Di sicuro faro’ la felicita’ di qualcuno a me vicino
    Besos
    Dany

  • bian

    curioso il mix..intrigante..lo proverò!

  • Silvia

    Tanto per continuare la saga di quelli che da pizzarium hanno trovato “la pizza con questo, quello e l’altro ancora” ti dico che per la vigilia di Natale ho ordinato 2 focacce: una con crema di ceci e baccalà e l’altra con crema di cannellini e salmone affumicato! La prima meglio della seconda.

  • Anonymous

    Ossimori a parte, la ricetta è stuzzicante ….Oggi dato che ci sono ne approfitto per celebrare il mio personal delurking day (si scrive così?..bah..lo spero): Sigrid, ho provato durante le vacanze di Natale i biscottini salati al sesamo e i muffin gamberi e zafferano, le ricette erano molto chiare e sono stati tutti dei successi, grazie!
    Ora attendo con ansia di avere un po’ di tempo per la cucina per deliziarmi con la zuppa di venerdì e le ultime idee finger food.
    Ciao! Monichina
    PS1: le zucchine romane hanno caratteristiche particolari?
    PS2: Grazie a chi ha segnalato la cozzeria a Milano, la proverò…

  • il maiale ubriaco

    Nonostante il prestito del sostantivo neutro “ossimoro” non sia stato propriamente adeguato (ma è da vedere) per spiegare una contraddizione non legata ad una figura verbale…mi sembra poi che stretto stretto sempre di contraddizione si tratti. Detto ciò, non contesto minimamente lo “sgarro” così chiamato. Dal mio punto di vista (e da quello del Maiale) è risultato importante parlare di stagionalità. Sempre più si vedono in rete blog di cucina che propinano tutto, ma proprio tutto, purchè sia coerente con dettami estetici da tutti condivisi. Un blog molto seguito può, a mio parere, soffermarsi su questi accenti. Per il resto, siamo d’accordo mi pare. Ste-

  • Sigrid

    un’ossimoro non è una mera contradizione, è l’apposizione di due singoli termini che si contraddicono (v l’onorevole lussuria), provocando un effetto di paradosso. Comunque. Questo a parte, non ho mai detto che amo ciò che è fuori stagione, ho detto che – nell’ambito di quotidiane sperimentazione culinarie – sarà pure permesso qualche sgarro, e che il ‘nostro’ concetto di stagionalità del resto non so quanto ancora lo ritroveremo tale quale nella natura. E su questo punto sono perfettamente daccordo, c’è molto poco da scherzare.

  • il maiale ubriaco

    ..e si riscalda a causa delle manomissioni dell’uomo!
    os|sì|mo|ro : una contraddizione. Se dici che ami le cose di stagioni e poi le proponi fuori stagione. Ma va bene…altrimenti mi dicono che sono puntiglioso, che “vivi e lascia vivere” o che il tono era scherzoso. Ma ogni tanto si dovrà pure parlare seriamente. A presto. Ste- :-]

  • Sigrid

    Caro ste, mi sfugge l’ossimoro, stagione delle zucchine tutto l’anno – a parte che era scherzoso – non per via delle serre e delle importazioni ma semplicemente perché il clima si sta riscaldando :-)

  • il maiale ubriaco

    …e se visto l’andazzo generale fra un paio di anno sarà stagione di zucchine tutto l’anno…allora dovrai seriamente preoccuparti dato che sei assolutamente per il consumo delle cose nella loro stagione. O “tutto ha lo stesso sapore” è meglio?
    Mi sembra un “ossimoro” il tuo..
    Ste-

  • il maiale ubriaco

    Ah ah… Beh, nessuno ti vuole mettere in croce. Ne qualcuno ha accennato mai a tripudi vari di pomodori e zucchine. Io dico la mia. Come sempre. Soprattutto su di un blog bello seguito ed attento come il tuo. Ari-saluti Ste-

  • Madame

    E’ sparito il gorgonzola dagli scaffali dei due unici supermercati shanghainesi in cui si trovava. E’ la fine.
    Detto ciò, mi piacerebbe che ti facessi un giro nei supermercati cinesi: partoriresti senz’altro qualche idea geniale. E mi salveresti dal baratro alimentare in cui sto cadendo, non ho dubbi.
    Baci
    Laura

  • Sigrid

    Ste, matti pregooooooo, a parte che mo non mi pare che ultimamente qui ci sia stato tutto sto tripudio di pomodori, zucchine (correggetemi se sbaglio), e a parte che sono assolutamente per il consumo delle cose nella loro stagione (tanto il pomodoro d’inverno sa di niente), mo non mi vorrai mica mettere in croce per due povere piccole zucchine giusto perché mi è scappata la voglia di provare la ricetta, si? (poi tanto visto l’andazzo generale fra un paio di anno sarà stagione di zucchine tutto l’anno, ecco :-P)

  • il maiale ubriaco

    Molto interessante l’abbinamento. Di sicuro da provare. Resta una cosa a mio avviso fondamentale: perchè proporre prodotti fuori stagione? Mi sembra che da parecchi versanti si discuta molto della questione. Non capisco questo modo di fare cucina. Cito testualmente da AIAB.it : “Consumare un prodotto stagionale significa consumarlo nel periodo della sua naturale maturazione, o nei limiti della sua naturale conservabilità, favorita anche con mezzi fisici. Rispettare questo tempo fisiologico dell’organismo vegetale o animale, vuol dire assumere un alimento di alto valore nutritivo e di sapore caratteristico. Il consumo della frutta e della verdura di stagione consente, inoltre, di diversificare nel corso delle stagioni l’apporto vitaminico e di minerali. Si tenga anche conto che l’utilizzo dei prodotti di stagione comporta un risparmio, infatti, il prezzo di un prodotto durante la stagione fisiologica è inferiore rispetto al fuori stagione. (…) Sempre più gente si è fisicamente e mentalmente distaccata dalla terra. E’ normale trovare, durante tutto l’inverno, il pomodoro o le zucchine nei contorni. Uno dei primi passi è modificare menù e ricette introducendo, per quanto possibile, le verdure di stagione e di provenienza locale.”
    Saluti. Ste-

  • Anonymous

    Grazie della tempestività!
    Ci andrò senz’altro, come sicuramente andrò alle tre zucche (oggi mi sono letta tutti i commenti acidi e meno acidi…)Gabriella

  • Elisa

    Uhm…pizzarium, non e` nemmeno tanto lontano da casa mia, ma da quando e` aperto? non l’ho mai notato di fronte a La tradizione…vabbe’ manco da Roma da qualche annetto, ma appena torno….

    P.S. il gorgonzola mi ha sempre intrigato moltissimo…uno dei pochi lati buoni della Lombardia…ghghgh

  • christian

    Gloricetta se ami il gorgonzola ti consiglio di provare le cozze in salsa di gorgonzola. A Milano le fanno alla Cozzeria di via Muratori e Via Savona. Sono ottime anche quella in salsa di senape..

  • Gloricetta

    Il gorgonzola con le vongole? Come hai trovato l’abbinamento? Amo smodatamente il gorgonzola, ma non sò se arriverei a tanto! Glò

  • Camille

    Sigrid, tu lis dans mes pensées… depuis hier j’ai une folle envie de Vongole & de spaghetti ! Quant aux zucchine & au gorgonzola, j’adooore aussi ;-)

  • Sigrid

    Ho aggiunto l’indirizzo nel post, è una pizzeria al taglio, ma con un livello di qualità quasi assurdo: Gabriele Bonci ci fa un impasto a lievitazione naturale ( 72 ore se ricordo bene), e, visto che oltre ad avere la passione per i lieviti ha anche un’anima da chef, le condisce in modi tremendemente stuzziccanti (spesso con robine prese dalla ‘salsamenteria’ la Traditione, di fronte, su via cipro, altro bel posto da frequentare :-) Per molti è la migliore pizza al taglio de roma ( e a questo punto non mi resta che tornarci e farvi un post sulla cosa :-)

  • L

    Non trovi che siano davvero buone?

    ;)

  • Anonymous

    Mi associo a Gabriella: dov’è Pizzarium?
    Sara

  • Anonymous

    Questi spaghetti mi sfiziano proprio li proverò domani sera!Ma cos’è il pizzarium?
    Ari ciao
    Gabriella

  • apprendistacuoca

    il mix m’incuriosisce non poco…copio subito la ricetta, grazie!

  • christian

    Ottimi questi sbaghetti…purtroppo sono al lavoro e non posso cucinarli subito, ma stasera…