Linguine con pomodorini, asparagi e aglio della regina

Tra i prodotti Esperya testati fin’ora, ce n’è uno che avevo già scoperto l’anno scorso, e spazzolato via in pochissimo tempo, un prodotto che mi piace molto, ma proprio molto (al punto che non sarebbe neanche escluso che un giorno lo mangiassi al cucchiaino, a colazione, non so se mi spiego? :-). Si tratta dell’ aglio della regina. L’azienda trentina che lo produce si chiama Primitivizia, e questo pesto è a base di erba cipollina selvatica, raccolta in montagna dalla signora Eleonora, poi appunto trasformato in una odorosa crema che certo, sa di agliato, ma che racchiude anche una serie di magnifici sapori erbosi mai sentiti da nessun altra parte prima. Insomma, oltre poi a stuzzicare l’immaginario (non so voi ma io lo vorrei proprio vedere questo luogo pieno di erbette selvatiche dimenticate e le persone che si impegnano a raccoglierli all’antica – se volete saperne di più, leggete la scheda del prodotto), questa qui è una roba capace di boostare da sola qualsiasi piatto, se poi come me amate l’erba cipollina (in realtà c’entra quasi nulla con quella classica, quello dell’aglio della regina è un sapore molto più ricco), beh, finirete di usarla per condire qualsiasi pasta, insalata, verdura grigliata, zuppa, panino, carne e quant’altro. (Notare poi che, intelligentemente, Esperya ha anche selezionato altri prodotti della stessa azienda, credo che fra non moltissimo proverò anche qualcos’altro.. :-)

linguine 200g
pomodorini 200g
asparagi 10
aglio della regina 2 cucchiaini
burro una noce
zucchero di canna 1 presa
fior di sale
pepe nero macinato

Lavare i pomodorini e tagliarli a metà. Disporli con la metà tagliata in giù in una padela antiaderente e farli cuocere a fuoco bassissimo con un filo di olio d’oliva ela noce di burro. Pulire gli asparagi, tagliare i gambi a julienne e lasciare integre le punte, aggiungerli ai pomodorini. Condire con una presa di fior di sale, lo zucchero e abbondante pepe macinato, e lasciar cuocere, sempre a fuoco bassissimo, per una quindcina di minuti. Nel mentre cuocere la pasta. Scolare la pasta,farla saltare a fiamma alta con i pomodorini egli asparagi, e mantecare con l’alio della regina. Servire subito.

2
  • SenzaPanna

    No Sigrid non me l’avevi chiesto tu, ma mi piaceva sapere cosa ne pensi :-)

  • Elisa

    Sigrid, scusa, ma ti avevo chiesto un parere riguardo all’aglio della regina che a me sembra sappia un po’ di tartufo, ne avevo parlato anche con Giovanni ed Eleonora di Primitivizia e se non sbaglio lo indicano pure loro…tu che ne pensi? e` il mio olfatto pazzerello che sbarella?

  • Sigrid

    Allora, intanto mi scuso con Eleonora per averle storpiato il nome (e vado a correggere subito… :-)
    senzapanna: eh? ma perché te l’avevo chiesto io??? boh, no, francamente non ho nulla in contrario alla buccia dei pomodorini (anzi se la togli si dovrebbero proprio sciogliere no, in cottura, i pomodorini?), quindi non se se è una scelta perché proprio non mi sono posto il problema :-) (in compenso, trovare la buccia nei barattoli di pelati con i quali devi poi fare l’amatriciana è una cosa che mi da sui nervi ;-)
    marika: beh, di sentire si sente :-)) anche se non è proprio la stessa cosarispetto all’aglio in spicchi, insomma, magari fai un test prima :-))

  • Fiordimela

    @ elisa (e anche @ tutti!)

    Certo!

    Scrivimi a fede@fiordimela.it quando vuoi

    Federico – http://www.fiordimela.it

  • Marika

    Sigrid ma il sapore dell’aglio si sente molto o rimane un leggero retrogusto? Mio marito è una specie di vampiro …
    Ieri o provato il pane indiane al cumino ma l’ho imbastardito … anziché il cumino ho messo un cucchiaino di 4 spezie … che buono!!!
    Marika

    P.S: Ho provato la pizza di SFORNO … spettacolare!

  • MarinaB

    Confermo la bontà dell’aglio della regina e di tutti i prodotti Primitivizia. Io sono rimasta affascinata dall’entusiasmo e la passione che Noris (io la conosco con questo nome!!!) dedica al suo lavoro. Brava!!!!

  • Anonymous

    Mi sa di sballooo!!! Beh sono per la cose semplici, nelle quali è anche più difficile raggiungere un livello eccelso. Occorrono buoni ingredienti, buoni pensieri, leggerezza e il giusto ritmo. Mi sa che comprerò quest’aglio della regina e forse anche qualcosaltro…

  • il maiale ubriaco

    Azz…asparagi anche qui…
    Ste-

  • Elisa

    Federico-fiordimela, non dimentichiamoci di Giovanni pero’, anche se Eleonora e` una donna estremamente carismatica. Posso far visita anche a te quando avro’ un attimo di tempo per andare a trovarli? (vado pazza per lo strudel e per le vs montagne :))

  • pasadena

    ciao, grazie per questa recensione dell’aglio della regina, anche se non credo che lo comprerò mai e poi mai… mi sembra proprio il tipo di cosa che dà dipendenza e deve essere finita a cucchiaiate ;)
    pasadena

  • Anonymous

    Ciao Sigrid,
    dato la tua passione per il sale, hai visto la manifestazione che si terrà a Napoli: http://www.saltexpo.com
    Ciao
    Dani

  • Fiordimela

    Scusate si chiama Eleonora Cunaccia, non Elena, è amica mia produciamo prodotti tipici dalle stesse zone (io strudel, lei buonissime salse).

    Confermo Aglio della Regina è buonissimo, forse il meglio della sua eccellente produzione

    Saluti a tutti

    Federico – http://www.fiordimela.it

  • cayenna

    consiglio una spolverata di Pecorino Romano DOP
    ciao
    ;)

  • Anonymous

    I miei complimenti Sigrid devono essere delle spettacolari linguine!!! Le farò…Ciao Livia

  • SenzaPanna

    Ti leggo sempre con piacere ma ti devo fare una domanda (senza polemica), la buccia ai pomodori l’hai lasciata per scelta? te lo chiedo perché tempo fa è stato chiesto a me
    :-pppp

  • Elisa

    Lo conosco anche io l’aglio della regina!! e conosco i prodotti di Primitivizia…favolosi!!! Ne ho parlato qui: http://lecuriositagolose.blogspot.com/search/label/sagre%20ed%20eventi

    Non trovi che odori e sappia imprevedibilmente di tartufo?

    Baci.

  • Anonymous

    ciao sigrid,
    conosco i prodotti Primitivizia, li ho acquistati a Taste, la fiera che si è tenuta recentemente alla Stazione Leopolda, a Firenze. Sono fantastici!!! Per il momento ho assaggiato il broccolo di santa massenza (un cucchiaio nel minetsrone, su consigilio della signora Elena) e il buonenrico: ottimi entrambi! ora sono molto incuriosita anche da questo agli odella regina….proverò presto la tua ricetta
    complimenti per le foto, il blog e le ricette (sei mia continua fonte di ispirazione).
    benedetta

  • Anonymous

    Hmmm, che curiosità che mi è venuta! Peccato che i sapori non si possano cogliere da una fotografia, perché quest’aglio della regina lo vorrei provare subito!
    Buona giornata, Bea