- Il Cavoletto di Bruxelles - http://www.cavolettodibruxelles.it -

La granitina che picchiava forte…

Tutta colpa di una bottiglia di vodka acquistata tempo fa, una volta che avevo da fornire una ricetta di cocktail. A me francamente i superalcolici non piacciono proprio per nulla e non trovo ci sia nulla di più micidiale che farsi servire, magari pure a fine pasto (come se uno dopo mezza dozzina di portate uno non fosse già abbastanza provato di suo), uno di quei drink magari anche freschissimi (risultato : manco ti dessero una botta in testa). Detto ciò, non sopportavo più la vista di quella bottiglia di vodka quasi intatta sullo scaffale e, gironzolando, m’ero imbattuto qualche tempo fa in questa granitina [1]

Insomma era tutto trovato il pretesto, sia per togliere di mezzo la vodka che per appagare una mia insana curiosità (chi sa com’è, la granita con la vodka?), beh, a parte che mo l’avanzo di vodka lo butto proprio, per quanto riguarda il risultato, vi lascio la sorpresa di scoprirlo da soli, com’è la granita con la vodka (aggiungo soltanto che o sta cosa ve la mangiate con molto parsimonia una sera tardi fra amici, oppure dimezzate la quantità di vodka lì dentro… :-)

Granita di Arance Rosse e Vodka

spremuta di arance rosse 450ml
vodka 300ml
succo di limone 1 1/2 limone
zucchero 5 cucchiai

In un pentolino scaldare leggermente il succo di arancia, aggiungere lo zucchero e farlo sciogliere. Spegnere. Aggiungere la vodka e il succo di limone. Lasciar rafreddare. Mettere il tutto nel congelatore, mescolando ogni paio di ore con una forchetta. Meglio preparare la granita il giorno prima per l’endomani che ci vuole un po’ prima che si rapprenda sul serio, d’altronde non si congelerà mai del tutto essendoci l’alcool.

0 [2]