La bière à l’eau de mer

morbraz_ssl.jpg

Giusto un appunto veloce per dire di questa birra bretone trovata ieri da Sforno. Si chiama Morbraz (il ché significa, in bretone, ‘grande mare’, cioè ‘oceano’), e viene prodotta a Vannes, città che si affaccia sull’atlantico. Il punto è: non avrei mai immaginato che esistesse una cosa del genere e l’ho trovata, beh, pazzesca!? Perché sì è una birra, fatta con malto, luppolo e acqua, però l’acqua in questione non viene dal rubinetto bensì dall’oceano! Desalinizzata ovviamente, però si sente. Il risultato è una birra morbida e leggera con appunto lievi sentori iodati, di alghe, insomma una birra che ricorda, in un modo equilibrato ed elegante, il mare (un po’ come se steste bevendo una birra da qualche parte di fronte all’oceano – io stavo in pizzeria e quasi quasi potevo sentire gli spruzzi d’acqua salata che ti arrivano sul viso mentre cammini sulla battigia). La Morbraz quindi può andare bene anche con il pesce (al mio menu invece c’erano pizza e fritti – di baccalà! :-P), però ecco, qualunque sia l’abbinamento, se vi si presenta l’occasione, provatela!! :-)

Condividi :Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Google+0Pin on Pinterest0Email to someonePrint this page
0
  • mara

    ma dai!!!!!!!!!!! pensavo di essere l’unica (con il mio maritozzo) in Italia as avere bevuto la morbraz!! ed essere pure recidiva visto che ogni volta che vado in Bretagna la bevo… io trovo che con le moule e frites (ah che invenzione… benedetti i belgi.. :) sia una meraviglia… certo che solitamente l’oceano, la marea e il sole che tramonta alle 11.00 di sera aiutano..
    quest’anno ovviamente ci ritorno e penserò a te al primo sorso..
    complimenti per tutto!!
    ciao

  • http://www.nerodavola.nl MarinaV

    Ciao Sigrid! Alcuni anni fa sono stata a Curacao e lì ho visitato una fabbrica della Amstel che usa acqua desalinizzata (visto che altra acqua non c’è). Solo che non la esportano in Europa… Cercherò senz’altro questa birra che hai indicato tu: qui ad Amsterdam c’è il Bierkoning in Paleisstraat, dietro al Dam, che ha un assortimento incredibile e spero di trovarla.
    Un caro saluto,
    Marina

  • brifazio

    @isabilla è veramente “curiosa” questa birra!
    ..mi sa che mi sarà difficile trovarla..
    **********************************************
    Si trova in qualche rivendita, tipo enoteca,
    oltre che al Pizzarium. :)

    Sempre di MorBraz ce n’è un’altra, meno ambrata
    e forse anche più interessante, la Ocean.

    http://perso.orange.fr/morbraz/

    Nel sito c’è anche qualche ricetta.

  • http://senzapanna.blogspot.com SenzaPanna

    l’ho bevuta!!!! un anno fa al Pizzarium da Bonci.

    E’ ora che ci torni!!! :-PPP

  • Donatella

    @Giuseppe: no, non ricordo. Ma ahimé è più probabile che non l’abbia neanche mai saputo…

  • http://legoista.splinder.com legoista

    Cucinerò qualcosa…

  • ada

    Genau Lorenzo, ebendas, band IV, seite 40!
    Ciao, Ada

  • giuseppe

    @Lorenzo Ha ragione Donatella, difatti ultimamente sto’ rivedendo anch’io il vecchio proposito di farmi cremare: impatto ambientale troppo alto.
    @Donatella Si’ in francese e’ piu’ elegante, ma te lo ricordi questo? “Qua non sappiamo piú quanto stiamo andando su questa “tera”! Qua non sappiamo piú quando stiamo facendo, sempre su questa “tera”! ;-)
    @Sigrid. Sempre per citare Quelo: “Cioe’ te lo sai a che ora mi so’ alzato io stamattina, eh? ALLE SETTE MEN’UN QUARTO!”
    http://www.youtube.com/results?search_query=quelo guardati uno qualunque dei primi tre.

    Senti Lorenzo, invece di gasarti, perche’ non ci dai un quadro della raccolta di quest’anno? Personalmente riesco ad accedere solo alle notizie della mia zona e qualche cosa trovata in rete. Sarei curioso di sapere come vanno le cose da voi. Personalmente gradirei informazioni anche tecniche, perche’ piu’ se ne parla e maggiore sara’ il numero di persone che quando comprano un olio magari ci ragionano sopra. E guardate che non e’ una cosa blasfema, perche’ lo state gia’ facendo per il vino (scelte, accostamenti, assaggi ecc.) e vedo ora in questo post anche per la birra. Dai su…

  • http://isabilla.blogspot.com/ isabilla

    è veramente “curiosa” questa birra!
    ..mi sa che mi sarà difficile trovarla..

  • http://monolocaleincentro.blogspot.com Fabrizio

    a proposito di birre che sanno di mare, che dire della Marston´s Oyster Stout? O della Bushy’s prodotta dal buon Brunnschweiler sull’Isola di Man?
    Peccato solo siano di difficile reperibilità, e per assaggiarle -spesso et volentieri- abbisogna recarsi in Eire…

  • Filippo

    Sigrid,
    se trovi questa birra strana, non so come rimarrai difronte a questa ricerca: Toi Sennhauser’s OPB.
    Appena avevo letto la notizia ci sn rimasto un po.
    ciao

  • http://www.pianogrillo.splinder.com Lorenzo di Pianogrillo

    @Ada: Ja, kritisch korrekte ausagabe von friedrich conrad griepenkerl und roitczh, orgelwerke band IV…?? :-)
    @Sandra. :-)

  • http://www.untoccodizenzero.it sandra

    °Lorenzo:ehhh ehhh…con amici così certo che ti senti meno solo!!!!! ;)))
    e con la musica che ci hai regalato sul blog ci hai fatto stare davvero bene questa mattina….
    **Sigrid tu il cane e io la balenagatta che reclamava cibo alle 8!!! :(
    buona domenica a tutti!

  • ada

    Ehi Lorenzo, non farmi preoccupare!
    Se può aiutarti c’è su radio3 un concerto da barzelletta…. dai, accendi!
    Ps ieri sono andata a cercare Legrenzi, ma sai che abbiamo la stessa edizione?
    Buona domenica, anche alla padrona di casa, naturalmente!
    Ada

  • http://dayinalife.splinder.com kosta

    attenzione sigrid, chè tra poco saltano fuori i Taleban del bere Tradizionale ;-) è interessante anche questa, grazie! (notare l’assenza di k e vocali non lesinate)

  • http://www.pianogrillo.splinder.com Lorenzo di Pianogrillo

    @Donatella, grazie, rimando a data da destinarsi, hai ragione. Ci ripenso un attimo. :-)
    @Stefy: prova con quelle in vetro , sai? Quelle che hanno quella specie di svaso appena prima del beccucio. Sono le uniche che funzionano, Hanno però lo svantaggio della luce che ossida l’olio e il beccuccio che non si chiude. Quindi meglio riempirle poco e appena prima del servizio.
    All’ Alessi abbiamo lavorato due anni per capire come tagliare il filo dell’olio che esce dal TAste Huile (se lo conosci), con buoni risultati ma non assoluti. Ma il taste non è un oliera, è un bicchiere d’assaggio, tecnicamente.
    Purtroppo con l’olio è sempre un problema. Però è bello anche così, dai…

  • stefy

    Ciao a tutti
    birra sicuramente da provare…
    un consiglio: cerco un’oliera che non goccioli.
    Ho preso quella dell’Ikea che ha un bellissimo design, ma purtroppo si imbratta tutta.
    Grazie Stefy

  • Donatella

    @Lorenzo: fai bene a chiudere il gas. Non per niente ma sai, l’ha detto anche Gore e si è beccato un premio Nobel che dobbiamo fare attenzione, il buco nell’ozono, i ghiacciai che si sciolgono, non ci sono più le mezze stagioni… Insomma, non ti suicidare perché puoi essere ancora utile, e ho visto il tuo cosino per l’olio è molto carino e magari puoi disegnare altre cose altrettanto belle anche se non sai “qui suis-je, où vais-je, d’où viens-je” (in francese suona meglio l’esistenzialismo), ma se proprio lo vuoi fare trova un modo meno inquinante dai…

  • http://www.pianogrillo.splinder.com Lorenzo di Pianogrillo

    Adesso rido, leggendovi, mi sento meglio e anche meno solo. :-)
    Grazie!

  • giuseppe

    Beh ma fichissima stá cosa della birra marittima! Secondo te si potrebbe fare anche con l’acqua del Tevere? Magari quando Lorenzo rientra dal futuro potremmo farci un botto di soldi. A Lore’ vedi un po’ se li hanno gia’ estratto i numeri della lotteria, che ho una mezza idea…
    Sigrid se non costa tantissimo, si potrebbe quasi provare una qualche ricettina alla birra, dove magari questo “sentore” aggiunge un pizzico di oceano-mare.
    Giu

  • http://www.cavolettodibruxelles.it/ Sigrid

    @lorenzo: come dire, non sei solo, a me mi ha svegliato il cane (ignorando splendidamente il nuovo orario), l’ho portato fuori (erano quasi le nove, mi sono addirittura detto che ero in ritardo) e per tutta la camminata mi sono chiesta come mai non c’era nes-su-no per strada, rincaso, accendo il computer (più intelligente di me, lui c’ha pensato da solo all’orario:-). Erano le 7h55. Di domenica. Ecchecavolo! :-) (sto preparando una splendida zuppetta di fagioli e castagne, aggiungerò un filo del tuo olietto – però poi basta con i pensieri bui eh! :-*)

  • http://www.pianogrillo.splinder.com Lorenzo di Pianogrillo

    Ma che cazz di ore sono? Oooh…ora capisco molte cose…
    Sandra è una giornata-domande , sai? Del tipo chi sono, da dove vengo, che faccio…che cazzo lo faccio a fare, dove vado, etc etc…
    A chi non capita?
    ( Potete evitare di rispondere alla domanda “Dove vado”…Ho capito da solo.)
    Grazie Donatella adesso sto molto meglio, vado a chiudere il gas.

  • http://www.untoccodizenzero.it Sandra

    Chissà se qui a eataly la trovo??????? ;-))))
    Indagherò presto,molto presto!!
    p.s. Lorenzo, che accade caro amico?Possiamo fare qualcosa oer allietare la tua solitudine?
    *Donatella!! lorenzo è l’uomo del futuro,lui ci salverà!
    Tutti sulla battigia! ;-)
    buona domenica Sigrid…

  • Donatella

    Lorenzo lo sai che hai scritto dal futuro? Sono le 10.39 e leggo il tuo post delle 11.32 di oggi. Questo forse ti tirerà su di morale.

  • http://www.pianogrillo.splinder.com Lorenzo di Pianogrillo

    Battigia. Evviva. Spesso si sente dire bagnasciuga, che è tutta un’altra cosa. Persino i giornalisti televisivi dicono sempre bagnasciuga.
    Anche un Tizio che governò l’italia per vent’anni incorse in un errore simile. Un famoso comizio Mussoliniano, passato alla storia con il nome di Discorso del bagnasciuga, diffuse quest’abitudine. Cosa c’entra questo commento con il post e la birra? In effetti niente.oggi mi annoio,mi sento solo, depresso e stanco. Scrivo scemenze qua e la. Sorry.