- Il Cavoletto di Bruxelles - http://www.cavolettodibruxelles.it -

Le ricette del Cuore

Posted By Sigrid On 04/12/2007 @ 13:33 In marchette gratuite,pasta,verdure | 44 Comments

Ecco, siamo entrati nello sprint finale del 2007 e come ben sissà, quando arriva Natale diventiamo tutti più buoni (oltre che più golosi e, dopo, più grassi:-P). E quindi periodo di raccolta fondi e, a parte il fatto che sarebbe bello pensarci tutto l’anno, sono ben contenta quando incontro delle belle iniziative destinate ad aiutare chi ne ha bisogno e che spingono noi mangioni a guardare oltre il tavolo di casa…

Così è uscito in questi giorni Le ricette del cuore [1], una raccolta di racconti e ricette a cura di Carla Sacchi Ferrero, dixit la quarta di copertina: La cucina come educazione sentimentale. 24 protagonisti della cultura italiana raccontano le loro ricette del cuore.Il libro è pubblicato da Blu edizioni [2] e tutti gli autori devolvano i loro diritti alla Fondazione Banco Alimentare Onlus [3]. E quindi ricordi e momenti commoventi per la mano di Claudio Magris, Igor Man, Antonio Ricci, Melania Mazzucco, Stefania Bertola, Paola Mastrocola e tanti altri. Una bella iniziativa e una lettura gradevole, così ho pensato di tirarne fuori due brani/ricettine sciuésciué, entrambi semplici, commoventi – anche se in modi diametralmente opposti. (trascrivo tali quali)

le melizze di Luciana Littizzetto

La melizza è un piatto ibrido nato da un dilemma sostenziale che si agitava spesso nella mia mente. Stasera che cucino? Melanzane alla parmigiana o pizza? Ed ecco l’idea. Une melanzana che sa di pizza. Une melizza, appunto.

Ingredienti
- une melanzane piuttosto grossa (o anche di più… dipende quanti siete). Meglio quelle a forma di palla che non quelle a siluro.
- mozzarella o altro formaggio che si spetascia
- pomodoro fresco o passata di pomodoro
- olio
- basilico
- origano
- sale

Svolgimento
Tagliate la melanzana a rondelle di mezzo centimetro e contemporaneamente, con le altri mani (non siete la dea Kali?), mettete a scaldare in una padella due dita d’acqua e un pizzico di sale.
Quando l’acqua comincia a bollire depositateci dentro le melanzane e fatele cuocere pochissimo. Due o tre minuti. Non si devono spappolare. Verficate la cottura con la forchetta. Dolcemente. Devono essere morbide e non mosce.
Con un palettino toglietele dalla padella e fatele scolare su un foglio di Scottex.
Scaldate il forno a 200°.
Prendete la teglia del forno, ungetela un pochino con olio leggero, schiantateci sopra le melanzane e poi conditele come fossero pizzette.
Pomodoro, mozzarella a dadini, olio, basilico, origano e sale (regolatevi, per l’amor di Dio).
Infornate e fate cuocere per 15 minuti circa.
Quando il formaggio è sciolto e le melanzane sono dorate il piatto è pronto.
P.S. Consiglio. Fatene tante. Le melizze van giù che è un piacere.

Gli spaghetti al limone di Dacia Maraini

“Prendete un chilo di spaghetti. Mettete la pentola sul fuoco. Quando bolle, gettate la pasta dentro l’acqua che avrete un poco salata.” Ecco, potrebbe cominciare così una ricetta, oppure un suggerimento, per un piatto un poco insolito. Che non consiste nello spremere il succo aspro sugli spaghetti, ma nell’amalgamare il burro con la buccia del limone grattugiato. Si mangia più il profumo del limone che il suo agro.
Questo piatto mi ricorda un periodo felice della mia vita, quando vivevo con mia madre e le mie sorelle a Palermo. Avevamo un appartamento al centro della città, caldo d’estate e freddo d’inverno. Credo che fosse, come tante altre, una casa venuta su con la speculazione edilizia. Le pareti prive di consistenza, lo spazio risicato, una perfida acustica. La sola cosa bella era un grande terazzo quadrato, su cui vivacchiavano delle piante che mal sopportavano l’assoluta mancanza d’ombra d’estate e il vento brusco che soffiava dal mare d’inverno. [...] Ricordo che spesso all’ora di pranzo toccava a me cucinare per le mie sorelle. E la pasta al limone piaceva a tutte, era veloce da condire. Tre etti di pasta, un limone e venti grammi di burro. Se non c’era il burro la condivo anche con l’olio. E così mi capitava di metterla spesso in tavola, aggiungendo per secondo un gran piatto di pomodori tagliati a fette sottili, conditi con olio, sale e origano.

Le ricette del cuore, a cura di Carla Sacchi Ferrero, Blu edizioni, 151pp, 10 euro.
NB. il libro verrà presentato questo giovedì 6 dicembre 2007 alle ore 18,00 presso la Libreria MEL, via Nazionale 254, a Roma

Condividi :4 [4]00 [5]90 [6]
0 [7]

Article printed from Il Cavoletto di Bruxelles: http://www.cavolettodibruxelles.it

URL to article: http://www.cavolettodibruxelles.it/2007/12/le-ricette-del-cuore

URLs in this post:

[1] Le ricette del cuore: http://catalog.mtrade.com/cgi-win/Catalog.exe?Browse;Catalog=blued;Query=0455;Lang=ita

[2] Blu edizioni: http://www.bluedizioni.it/catalogo.html

[3] Fondazione Banco Alimentare Onlus: http://www.bancoalimentare.org/

[4] 4: http://www.facebook.com/sharer.php?u=http://www.cavolettodibruxelles.it/2007/12/le-ricette-del-cuore

[5] 0: https://plus.google.com/share?url=http://www.cavolettodibruxelles.it/2007/12/le-ricette-del-cuore

[6] : mailto:?Subject=Le ricette del Cuore&Body=%20http://www.cavolettodibruxelles.it/2007/12/le-ricette-del-cuore

[7] 0 : #