- il cavoletto di bruxelles - http://www.cavolettodibruxelles.it -

The pumpkin brioche experiment

Posted By Sigrid On 23 settembre 2008 @ 9:47 In anglo-sassone, colazione, lieviti | 40 Comments

Sono quindi tornate le zucche, e a parte la solita zuppa e qualche pasta sciuésciué, come ogni anno, è arrivato il tempo di mettersi in moto alla ricerca di ricette con la zucca. Non so perché mi diverte particolarmente cucinarla, la zucca, ma è proprio così, e ogni volta che trovo un modo nuovo per utilizzarla, beh, sono almeno due-tre secondi di puro godimento mentale :-)

Stavolta quindi mi sono imbattuta, per caso, cioè non stavo manco cercando, in questa brioche di zucca, fatta questo weekend e diciamo che è un esperimento nel senso che sono diversi i punti interrogativi che rimangono, e che riguardano sopratutto la lievitazione di questa cosa (l’impasto non si impasta mai, è abbastanza liquido all’inizio, per di più ho aggiunto della farina perché mi è venuto il dubbio che la zucca frullata che ho usata io fosse parecchio più umida della purea di zucca in scatola che preconizza l’autore americano della ricetta ecc. Insomma, piccolo esercizio di pasticciamento oggi, se non è che il risultato, una specie di pane briosciato dalla mollica stra-morbida, leggermente speziato e molto poco zuccheroso, in qualche modo è anche interessante (tipo che adesso mene vado a grigliare una fettina e mi ci metto un filo di miele, ecco :-). Insomma ve la butto qui, se c’è chi riesce a migliorarla la ricetta, ce lo faccia sapere :-) ps: riporto la ricetta come letta sul blog Baking & Books [1]

Pumpkin brioche

acqua tiepida 3 cucchiai
lievito 20g
purea di zucca 240g
farina 450g
burro 225g
uova 4 + 1 per spenellare
zucchero di canna 45g
sale un cucchiaino
cannella macinata mezzo cucchiaino
noce moscata grattugiata mezzo cucchiaino
garofano macinato 1/4 cucchiaino

Far sciogliere il lievito nell’acqua. Nel mixer, con l’attacco a foglia (oppure a mano, con la frusta), mescolare la purea di zucca con 120g di farina, lo zucchero, il sale e le spezie. Aggiungere il lievito diluito e mescolare bene.
Aggiungere le uova, un per volta, e poi altri 240g di farina. Aggiungere il burro, a temperatura ambiente, a pezzettini, pochi per volta, e incorporare il tutto. Infine, aggiungere altri 90g di farina e mescolare fino a ottenere un impasto (quasi una pastella a quest punto, soffice e omogeneo). Coprire e lasciar lievitare per 3 ore. Dopo questo tempo, rimescolare con un cucchiaio (io che qui nn ci ho creduto ho aggiuntpo circa 100g di manitoba, ho fatto bene? ho fatto male?? chi lo sa… :-), coprire di nuovo e lasciare l’impasto per una notte intera al frigorifero.
Riprendere l’impasto l’endomani, reimpastarlo velocemente su un ripiano spolverato con della farina (a questo punto il mio impasto era ancora tendente al soffice ma manipolabile :-), dividere in due e poi ogni metà in 8 pezzettini dello stesso peso. Formare delle palline e disporle, stringendole, in due teglie da plumcake. Lasciar lievitare acoperto per circa un’ora e mezzo, poi spenellare con l’ultimo uovo sbattuto con un goccio di latte e infornare a180° per circa mezz’ora, riducendo un filo la temperatura sugli ultimi dieci minuti di cottura.


Article printed from il cavoletto di bruxelles: http://www.cavolettodibruxelles.it

URL to article: http://www.cavolettodibruxelles.it/2008/09/the-pumpkin-brioche-experiment

URLs in this post:

[1] Baking & Books: http://www.bakingandbooks.com/