- Il Cavoletto di Bruxelles - http://www.cavolettodibruxelles.it -

Cosa fare con la tapioca?

Anzi no, prima domanda: ma che cavolo è la tapioca??! Ecco, la tapioca è fecola di manioca. Cos’è invece la manioca potete leggervelo [1] da soli e fra l’altro l’avevo già usata tempo fa per farci delle tortine [2]. La tapioca, che non contiene glutine, si presenta sotto forma di minuscole palline opache che dopo cottura diventano trasparenti e questo aspetto buffo insieme alla sua consistenza gelatinosa ne fanno un ingrediente divertente assai. Solo che, la tapioca essendo inodore e senza sapore, e a parte appunto il lato aneddotico della cosa (per quanto ricordo da piccola mia mamma me la metteva nella zuppa, e infatti io con la zuppa ci giocavo, mica la mangiavo poi :-), occore quindi aggiungerci dei sapori intorno :-) Quindi tanto per provarla, ci ho aggiunto latte di cocco, mango, zenzero e lime, per un dolcetto al bicchiere un po’ cremoso, un po’ esotico e, beh, piuttosto divertente :-)

Bicchierini di tapioca, cocco e mango

per 6 bicchierini

tapioca 1 bicchiere
latte di cocco in scatola 30cl
mango 1
lime 1
zenzero fresco 1 pezzetino di 1,5cm
zucchero 80g

Versare 6 bicchieri di acqua in un pentolino e portare a ebollizione. Versarci poi 1 bicciere di tapioca, e lasciar cuocere, mescolando, per 10 minuti. Spegnere e lasciar riposare la tapioca in acqua per altri 20 minuti. Infine, scolare e sciacquare sotto acqua fredda. Nel mentre, scaldare il latte di cocco insieme allo zucchero, la buccia grattugiata di mezzo lime e lo zenzero grattugiato. Lasciar cuocere per 6-7 minuti e spegnere. Sbucciare il mango e tagliarlo a dadini. Infine, versare il latto di cocco sulla tapioca, aggiungere il mango e il succo del lime, mescolare bene e versare il composto nei bicchierini, metterli al fresco fino al giorno dopo in modo che la tapioca si gonfi ancora e venga impregnata dai sapori del cocco ecc. Servire fresco.

4 [3]