- - http://www.cavolettodibruxelles.it -

Gnocchi, burro & aringhe

Posted By Sigrid On 07/10/2009 @ 12:06 In pasta,pesce,superveloce | 52 Comments

Francamente non lo so manco io come m’è venuto in mente :-) Credo sia partito dall’aringa affumicata (una fissa che è apparsa ad un tratto da non so dove: dovevo cucinare qualcosa con l’aringa affumicata), e poi man mano si è creato l’immagine di questo piatto sovversivo, che in qualche modo tira una linea dritta fra nord e sud europa, fin nel Magreb (anche se il sapore del piatto finale è, devo confessarlo, decisamente decisamente nordico). Insomma, le aringhe dalle mie parti una volta si e l’altra pure si sposano con patate e cipolle (e in alcuni casi estremi non contemplati in belgio, con panna acida, come dismostrano bene i barattolini del reparto Ikea food :-) e, in materia di patate, in Italia c’abbiamo (c’avete? :-) gli gnocchi (non so voi ma io ogni volta che sento la parola gnocco rivedo la scena della grande gnoccata ne La voce della Luna [1] di Fellini – e penso anche che era veggente e precursore più di quanto pensassi tempo fa :-) e quindi ho usato quelli.

Tanto per rimanercene sulla falsa riga del cucinamento da guerilla (quello che si concepisce 20 minuti prima dell’inizio del telegiornale della sera, per capirci :-), anche stavolta è tutto veloce e facile (okay, se non avete aneto nel cassetto delle spezie o sul terrazzo siete fregati ma mo’ voglio ddi’, chi è che non ce l’ha l’aneto a casa ?? :-D). Il piatto finale in ogni caso mi è piaciuto moltissimo, sul serio, è stato quasi un inaspettato viaggio al ritmo delle forchettate, ma devo anche avvertire che potrebbe non piacere a tutti (so di gente che non sopporta né l’aringa né l’aneto e neanche gli piace il burro, insomma, non dite poi che non vi ho avvertito… – anche se sono tutti preconcetti prettamente culturali, che hanno a che vedere con le abitudini di sempre, i sapori dell’infanzia, da spazzare via però vabbe stavamo parlando di gnocchi non di rieducazione alimentare :-). Anche oggi quindi, un gran bel piatto da supermercato (sisisi, giuro, non penserete mica che in questi giorni di quasi uscita del cavolo-libro io avessi anche il tempo di fare gli gnocchi?! Eh, beh… no! :-)

Gnocchi di patate con burro e e aringhe

Prendere due filetti di aringa affumicata. Tagliarne uno a dadini picolisismi, l’altro a striscioline. Tagliare a dadini anche un quarto di 1 limone confit [2] (Attensione, il limone confit è salato, se è molto salata anche l’aringa aggiungete poco limone confit! – se non l’avete – ehppero io l’avevo detto che bisogna averne sempre in dispensa :-) – aggiungete, alla fine, un po’ di buccia grattugiata di limone fresco). Affettare sottilmente una piccola cipolla di tropea, coprire gli annelli con dell’acqua per 5 minuti.
Far cuocere gli gnocchi, scolarli, condirli con due cucchiai di burro e mescolare in modo che il burro si sciolga. Aggiungere i dadini di aringa e di limone, un cucchiaio abbondante di aneto secco o fresco (meglio fresco :-), un abbondantisisma macinata di pepe e gli anelli di cipolla scolati. In tutto ci avete messo 5 minuti crono, ed è pronto :-) Per 2.

Condividi :0 [3]00 [4]14 [5]
0 [6]

Article printed from : http://www.cavolettodibruxelles.it

URL to article: http://www.cavolettodibruxelles.it/2009/10/gnocchi-burro-aringhe

URLs in this post:

[1] La voce della Luna: http://it.wikipedia.org/wiki/La_voce_della_Luna

[2] limone confit: http://www.cavolettodibruxelles.it/2005/10/citrons-confits

[3] 0: http://www.facebook.com/sharer.php?u=http://www.cavolettodibruxelles.it/2009/10/gnocchi-burro-aringhe

[4] 0: https://plus.google.com/share?url=http://www.cavolettodibruxelles.it/2009/10/gnocchi-burro-aringhe

[5] : mailto:?Subject=Gnocchi, burro & aringhe&Body=%20http://www.cavolettodibruxelles.it/2009/10/gnocchi-burro-aringhe

[6] 0 : #