- Il Cavoletto di Bruxelles - http://www.cavolettodibruxelles.it -

Autumn crostada

post-it

Ricordo ai distratti che domani ci vediamo per la prima presentazione/aperitivo del giro, a Roma, da Open Baladin. Orario 18h30 – 20h30, info e invitino da stampare qui [1]! A domani!! ;-)

Vabbuo, in realtà sarebbe una crostata autunnale, di quelle della categoria sciuésciué (nel senso che una volta che avete messo sul fuoco la cena bastano 5 minuti per fare l’impasto e buttare la frutta a caramellare in padella, rafazzonate poi le due cose insieme alla meno peggio e infine la crostata cuoce mentre cenate e la trovate pronti almomento del dolce, fico no?? :-)). Intanto però, perché ‘crostada’? Non lo so nemmeno io! La ricetta dell’impasto viene da, credo, il secondo libro di cucina che io abbia mai comprato, intorno ai 20 anni (me lo ricordo ancora, era alla fnac di bruxelles – il primo era ovviamente Donna Hay :-), insomma, il libro è di Amy Weldon [2], una ragazza americana dal cv movimentato che faceva catering negli stati uniti, cucinando sui set cinematografici e nelle case delle star, da Madonna a Warren Beaty e compagnia bella, vattellapesca’ come direbbe il Giovane Holden :-).

Le ricette in ogni caso erano carine e fattibili (ora che me lo risfoglio quasi che mi commuovo: quel foie gras con pere grigliate e glassa di balsamico è fra le primissime cose che io abbia mai cucinate a casa dei miei :-) e nella parte dolci c’era appunto una Fresh fruit crostada (e non ho mica capito se quella d è dovuta a una trasposizione errata dall’italiano o cos’è se no?), con questo impasto qui ripieno di una marea dei fruttini rossi. Non essendo esattamente stagione di fruttini rossi, ci ho messo dentro ciò che avevo a tiro in giro per il frigorifero, ovvero mele, pere, susine e melograno. Aggiungete un tocco di cannella, una stecca di vaniglia ( e un po’ di zucchero d’acero :-P) e voilà, la crostata autunnale è servite.
ps: me ne sono accorta solo ora, questo qui sarebbe anche il 1001esimo post del blog :-) (ah, Signori miei, come passa in fretta il tempo ;-)

Crostata d’autunno

per l’impasto
farina 250g
burro 150g
zucchero 50g
sale una presa
acqua freddissima 5cl
uovo 1 (per spenellare)

per il ripieno
mele 2
pera 1
susine 3
melograno 1
zucchero (canna o acero) 4 cucchiai
burro 20g
vaniglia 1 bacca
cannella 1 presa

In un food processor (con la lama ad elica), frullare la farina con lo zucchero, i sale e il burro finché il burro non sia stato assorbito dalla farina. Aggiungere l’acqua frullando fino a ottenere una palla di impasto (in tutto ci va cira 1 minuto, ovviamente si può fare anche a mano, sbriciolando prima il burro con le dita :-) Avvolgere con della pelicola e porre l’impasto al congelatore. Lavare la frutta e tagliare pera, mele e susine a spicchi. Scaldare il burro in una padella, aggiungere i pezzetti di pera e mela e lasciar rosolare per qualche minuto. Aggiungere poi 2 cucchiai di zucchero, la bacca aperta della vaniglia (grattare i semini e rimetterli nella padella) e la cannella. Quando la frutta inizierà a dorare, aggiungere gli spicchi di susine e i semi del melograno. Lasciar cuocere a fuoco medio per altri 5 minuti e spegnere. Riscaldare il forno a 180°. Riprendere l’impasto e stenderlo su un foglio di carta forno in un disco (approssimativo :-) di 2-3mm di spessore. Versare tutta quanta la frutta in mezzo e ripiegare i bordi della pasta sul ripieno. Spenellare i bordi con l’uovo sbattuto e cospargerre con i 2 cucchiai di zucchero rimasti. Infornate per 30-40 minuti o finché la crostata non sia dorata. Servire tiepido, da solo o con una palina di gelato alla vaniglia.

0 [3]