- Il Cavoletto di Bruxelles - http://www.cavolettodibruxelles.it -

Il pollo che era stato cotto due volte

Posted By Sigrid On 15/01/2010 @ 11:15 In carne,mondo | 52 Comments

Da dove arriva quindi ‘sto pollo che, lo vedrete dopo, sarebbe da situare a metà strada fra il famigerato pollo KFC [1] (mai assaggiato, magari! insomma, e non è che ne vada fiera, nella (pre)adolescenza credo di aver mangiato almeno una volta un po’ di tutto, dalla pizza con crosta ripiena di formaggio al chicken burger passando per hotdogs, cipollosissimi hamburger di dopodiscoteca e quant’altro ma il pollo fritto, mai. Eppure chissà quanto ci ho fantasticato, su quei pezzi di pollo in pastella, tutto colpa di un romanzo per adolescenti letto lustri fa, in cui per uno dei protagonisti quella roba lì era legato ai teneri ricordi d’infanzia… Ma dov’ero rimasta? ah, ecco, dovevo chiudere la parentesi…) e qualcosa che abbia a che vedere con la trattoria cinese di sotto casa? Beh, facile, dall’edizione Natalizia di Donna Hay magazine [2] (comodamente arrivata dall’australia…lunedi scorso, beh, noio siamo ottimisti: così posso iniziare a anticipare il menu del prossimo Natale… hum…).

Quindi, particolarità del sudetto pollo: viene cotto due volte, cioè si fa una prima cottura sbarazzina in acqua, con anice stellato, salsa di soia ecc, poi si infarina e si frigge. Questa della bollitura per il resto missà che si usa spesso nella cucina cinese e mi piace molto, è un modo facile e perfetto per ottenere dei bocconcini molto morbidi (nulla di più odioso del pollo rinsecchito :), insomma, mi piace assai, e va pure riconosciuto che c’è un qualche piacere arcaico celato nel gesto di afferrare un pezzetto di pollo profumoso di spezie, morderne la crosticcina croccante, la polpa morbida, vabbe… :) Per completare il tutto: due gocce di limone e del sale maldon/fleur de sel mescolato con il fivespice [3] cinese (quello li che lo hai in dispensa e non sai mai cosa farci, la risposta è: ovunque uno lo butta finisce che il piatto sembri cinese, utile da sapere no?). Nell’insieme: una cosa facile, veloce e che ci cambia appunto dal solito pollo :)

Pollo fritto ‘cinese’

pollo mezzo
salsa di soia 1 bicchierino
anice stellato 2
alcool di riso (ho usato il saké in realtà :) mezzo bicchierino
farina di riso
olio per friggere
sale maldon o fleur de sel
fivespices cinese
limone

La parte più complicata della ricetta riguarda il taglio del pollo: è importante usare un pezzo di bestiolina che abbia ancora la pelle (rimane più morbida la carne dopo frittura se c’è anche la pelle), quindi l’ideale è di chiedere al macellaio di darvi un mezzo pollo e di tagliarvelo a pezzetitni con la mannaia. A pezzettini piccoli però (contare che la coscia per esempio va tagliata almeno almeno in 3 pezzi), non i soliti pezzoni grossi che si usano per la cacciatore ecc :) In alternativa potete tagliarlo voi a casa ma è una poco una fatica… :)
In una pentola portare a ebollizione 1,5l di acqua con la salsa di soia, il vino di riso e l’anice stellato. Quando bolle, abbassare la fiamma e buttar dentro i pezzetti di pollo, lasciarli cuocere a fiamma bassa per circa 10 minuti. Tirar su il pollo con la sciumarola e lasciarlo sgocciolare/raffreddarsi per una ventina di minuti. Nel mentre scaldare l’olio per friggere, poi infarinare i pezzi di pollo passandoli nella farina di riso e scuotendo l’eccesso, e friggerli per 5/7 minuti o finché siano dorati. Scolare su carta da cucina. Servire subito, con degli spichi di limone e il sale mescolato con una presa di cinquespezie.

Condividi :0 [4]00 [5]0 [6]
0 [7]

Article printed from Il Cavoletto di Bruxelles: http://www.cavolettodibruxelles.it

URL to article: http://www.cavolettodibruxelles.it/2010/01/il-pollo-che-era-stato-cotto-due-volte

URLs in this post:

[1] KFC: http://it.wikipedia.org/wiki/Kentucky_Fried_Chicken

[2] magazine: http://www.donnahay.com.au/magazine/index.php

[3] fivespice: http://en.wikipedia.org/wiki/Five-spice_powder

[4] 0: http://www.facebook.com/sharer.php?u=http://www.cavolettodibruxelles.it/2010/01/il-pollo-che-era-stato-cotto-due-volte

[5] 0: https://plus.google.com/share?url=http://www.cavolettodibruxelles.it/2010/01/il-pollo-che-era-stato-cotto-due-volte

[6] : mailto:?Subject=Il pollo che era stato cotto due volte&Body=%20http://www.cavolettodibruxelles.it/2010/01/il-pollo-che-era-stato-cotto-due-volte

[7] 0 : #