Feed RSS

Archivi del mese febbraio, 2010

« Post precedenti

Un té con le geisha | Baika-sai

venerdì 26 febbraio 2010
Un té con le geisha | Baika-sai

Vi avevo già parlato del festival dell’ume matsuri, la fioritura dei fiori di pruno, al tempio di Kitano Tenmangu. Il punto culminante di questo festival è il Baika-sai, con una ceremonia del tè aperto al pubblico, che si teneva ieri, in contemporaneo con il mercato mensile di Tenjin-san, delle pulci, che innondava tutte le stradine [...]

Primavera (Involtini)

giovedì 25 febbraio 2010
Primavera (Involtini)

Non era calcolato ma col senno del poi, e dopo la passeggiata del mattino, in bici, in cui lungo la strada mi sono successivamente sbarazzata dei guanti, della sciarpa di lana, della giacca a vento, e infine anche del maglioncino (Insomma, sono rimasta in camicia :-) – con l’incredibile e favolosa sensazione di trovarmi in [...]

Katsudon

mercoledì 24 febbraio 2010
Katsudon

Oggi nella famiglia della ciotola di riso con qualcosa sopra, volevo il katsudon :-)) Scusate se continuo con questi piatti che sono a metà strada fra cucina di casa e la cucina delle trattorie veloci e poco dispendiose però io sono convinta che ciò che devo imparare in primis sono, qui e altrove, i piatti [...]

Nikujaga

martedì 23 febbraio 2010
Nikujaga

Se chiedi del nikujaga ai giapponesi, a qualsiasi giapponese, la risposta è invariabilmente la stessa: E il cibo della mamma!! Se ne può dedurre che il nikujaga (che è in sostanza uno stufatino di patate, carote e manzo) dev’essere, approssivamente, l’equivalente nipponico del pollo arrosto, delle polpette al pomodoro, della pasta al forno, insomma c’è [...]

Mignonne, allons voir si l’ume…

lunedì 22 febbraio 2010
Mignonne, allons voir si l'ume...

Da quando sono qui, in molti mi hanno detto ‘ahh, fortunata, potrai vedere la fioritura dei ciliegi’. Beh, si :-) Però, con tutto ciò che tutti sempre parlano di sakura – aka i fiori di ciliegio che verso metà marzo esploderanno attirando a Kyoto e in un po’ tutti i parchi di ciliegi del mondo [...]

Deconstructing Miss Tatin

venerdì 19 febbraio 2010
Deconstructing Miss Tatin

Last month, after posting the ultimate tagliatelle bolognaise recipe, I kind of promised myself I would have done this little linguistic excercise more often. At the moment I can’t cook much of italian food (see, I’m in Japan for a couple of months), and I’m far too excited about discovering tofu, nabe, kanten and everything [...]

Cosa mangiano i monaci buddisti?

giovedì 18 febbraio 2010
Cosa mangiano i monaci buddisti?

Questa la domanda che mi ero posta, en passant, quando prima di andare ad Arashiyama avevo letto sul lonely planet che li, nel tempio di Tenryu-ji (patrimonio Unesco) c’è un ristorante di cucina buddista zen: a popular place to sample shojin ryori, che dicevano. Boh, e che sarà mai che mangiano, i buddisti?? Intanto non [...]

Fritelline zucca e sesamo
(& Happy non-carnevale-day!)

mercoledì 17 febbraio 2010
Fritelline zucca e sesamo <br>(& Happy non-carnevale-day!)

Vabbe. Io sarei per calarci un velo pietoso ma a ’sto punto tanto vale che ve lo racconti :-) Ecco, quando si dice fuso orario, spaesamento, lontananze e compagnia bella: era un po’ di tempo che stavo meditando vagamente a delle fritelline carnavalesche, specie da quando ho incontrato la zucca giapponese (si chiama kabocha, è [...]

Yakisoba

martedì 16 febbraio 2010
Yakisoba

Fra le grandi enigme dell’umanità, oggi studieremo la seguente questione: ma perché nei yakisoba non si usa la soba bensì i ramen?? Bhe. Per quanto ne ho capito io, mentre soba tout court significa ‘grano saraceno’ e sta a indicare genericamente gli spaghetti giapponesi di grano saraceno, alcune volte soba viene utilizzato con l’accetazione [...]

The oyakodon story

lunedì 15 febbraio 2010
The oyakodon story

Quella mattina, mentre sta molto tranquillament prendendo il suo secondo (o era il terzo?) caffè, lanciate delle occhiate insistenti al vostro compagno di viaggio (aoooo, è quasi mezzogiornooooo, essuuuuu!!) e quando finalmente, tutto infagottati causa ‘fa freddo’, riuscite a spingerlo fuori dalla porta, vi coglie un momento di sconforto: viene giù un pioggerella fine [...]

« Post precedenti