Feed RSS
       

Gyudon

martedì 9 febbraio 2010

gyudon_ssl

Oggi piccola lezione di fastfood alla giapponese :-) La categoria di pietanze alla quale appartiene questo gyudon si chiama donburi, il che significa in sostanza ‘ciotola’ e più precisamente si tratta di una ciotolona (più grande di quella che si usa abitualmente per il riso che accompagna i pasti, insomma, ho archiviato le ciotoline dell’ikea :-) di riso con ‘qualcosa’ sopra. Quel qualcosa, in materia di donburi, varia, ovviamente, nel senso che ci sono una buona decina di varianti standard ( e tutte finiscono con -don, come katsudon – riso con maiale – o oyakodon – una bella parola, oyako, significa ‘genitori e figli’ e infatti si tratta di riso con pollo e uova, ecc :-), ma generalmente si tratta di carne (e, a volte, uova) cotta nel brodo dashi (tranne quando si tratta di aggiungere sul riso del pesce crudo).
Come primo esperimento in materia ho provato a cucinare ciò che era stata la mia prima cena post-viaggione (acquistata al combini e commodamente riscaldata al microonde di casa – si, vabbe, eravamo stanchi morti e non avevamo nulla in cucina :-). Anzi, prima o poi, proprio i combini, cioè i convenience store, cioè non dei supermercati ma dei luoghi dove si trova di tutto, e ciò che è comestibile è già pronto, meriterebbero un post per intero, tipo che chi viene qui in viaggio rischia di incontrarne tanti ma tanti proprio, anzi, l’anno scorso facevo fatica a trovare dei supermercati, incontravo sempre e soltanto questi megadistributori di cose pronte, grrr – ho persino contato che rispetto a casa mia, in un raggio di ‘5 minuti a piedi’ ce ne sono almeno 6, di combini, vedete un po’ voi :-).

Dunque, il gyudon. E semplimente uno stufatino di manzo e cipolla, cotto in brodo dashi aromatizzato con le solite cose che si usano nella cucina giapponese (e servito, come appena detto, su una ciotona di riso), anzi quando l’ho assaggiato per la prima volta quasi che mi è sembrata la versione giapponese delle ‘mie’ carbonnades: molto più leggero, veloce e digeribile, certo, però, stesso manzo + cipolla, stesso concetto di agrodolce, voglio ddi’… :-) Per il resto, la categoria dei donburi pare sia apprezzata parecchio perché molto poco costosa, da mangiare fuori, a casa invece presenta l’enorme vantaggio di essere rapidissima da preparare, ci vogliono si e no 15 minuti a farlo trovare pronto a tavola (sempre a patto che nel mentre il ricecooker si occupi del riso :-).

Gyudon

per 2

carne di manzo a fettine sottili (provate con ul carpaccio :-) 150g
cipolla 1
brodo dashi circa 35cl
salsa di soia 5 cucchiai
mirin 3 cucchiai
sake 1 cucchiaio
zucchero 1 cucchiaio

Portare a ebollizione il brodo con la salsa di soia, il mirin, il saké e lo zucchero. Aggiungere la cipolla sbucciata e affettata sottilmente, e lasciar sobollire per 3-5 minuti. Aggiungere poi la carne (servono delle fettine sottilissime, tagliata a striscioline di 2×6cm circa) e lasciar cuocere per qualche minuto. finché la carne abbia cambiato colore.
Riempire due ciotole con del riso cotto alla giapponese (riassumendo: per ogni tazza di riso tondo giapponese lavato, 1 tazza e mezzo di acqua, il tutto da far cuocere piano, coperto, fino a quando l’acqua è stata del tutto assorbita, poi 15 minuti di riposo ed è pronto), tirare su la carne con la schiumarola e distribuirla sul riso. Completare con dei cipollotti affettati, dello zenzero rosso sott’aceto (io non ne avevo :-) e, volendo, un pizzico di peperoncino.

Stampa la ricetta

Categorie: carne, cavoletto in japan, giappone
Scritto da Sigrid martedì 9 febbraio 2010

  • Giulianagiu

    Buon giorno Sigrid :-)

  • Sina

    Buongiorno Sigrid, ti aspetto tutte le mattine per leggere le tue ricette o i tuoi racconti…. sempre bellissimi, e ho sempre tanta voglia di combinare anch’io qualcosa…. continua così scrivi e fotografi in modo spettacolare…..

  • Giulianagiu

    Io preparo una ricetta simile ma faccio cuocere a fuoco dolcissimo un filetto intero in un brodo aromatico con anice stellato, mentre si raffredda poi per affettarlo, faccio ritirare il brodo che uso come condimento e poi distribuisco sul riso i piccoli vichinghi lo adorano, graxzie per l’ispirazione in questo periodo a casa nostra grazie a te c’è molto oriente :-)))
    P.S. la mia ricetta però è cinese XP

  • http://www.lavetrinadelnanni.blogspot.com/ Giovanni

    Ciao Sigrid, anche se ti seguo da qualche tempo sul blog, grazie a questi ultimi posts ed al tuo libro del cavolo che ho ricevuto da poco, mi stai facendo rivalutare la cucina giapponese che in realtà non conoscevo affatto avendola derubricata alla semplice definizione di: riso+pesce crudo+alghe.
    Grazie!

  • http://twitter.com/michele_menard Michèle

    Scopro grazie a te che quello che io preparo almeno una sera a settimana d’inverno (riso con qualcosa sopra che può essere pollo o vitello) si chiama donburi ed è giapponese :-)

    Tra l’altro, il riso cotto per assorbimento di acqua è buonissimo anche da solo (quello tondo giapponese non lo conosco, però).

  • Sara

    Che piacere iniziare la giornata leggendoti! Una sferzata di aria profumata di Japan! Continua così e fammi sognare il Giappone…lo sogno da taaanto, prima o poi anche io ci farò una capatina! ;-)

  • Sabry

    Buongiornoooo Sigrid … buonissima questa ciotolina di bocconcini e riso … !!! Grazie per le tue accurate descrizioni!|

  • http://sacapoche.blogspot.com/ maia

    alla mattina non leggo piu’ il corriere ma il tuo reportage from japan!

    a domani

  • http://www.lavandainterrazza.blogspot.com Gloria

    Caspita, ma è davvero velocissimo da preparare questo piatto! Molto interessante…

  • http://profumodimamma.blogspot.com Gaia

    allora, fai ancora da mangiare, eh?!?!?
    ;-)
    buona giornata!

  • Gian dei Brughi

    ho capito, ho capito, a ’sto punto qui per sopravvivere a tutte queste foto appetitorisose mi toccherà comprare il ricecooker…

    PS agli italiani: ma qualcuno sa dove si compra il suddetto giappoattrezzo ? e anche quanto costa ?

  • http://paprikapaprika.blogspot.com/ Aniko

    こんにちは
    ( l’ho fatto con google traduttore..:-)
    Ho la stessa domanda da fare ai Sigridiani:
    A Genova / Savona dove si compra il ricecooker e
    tutti ingredienti indispensabili per una cena giapponese ??
    Sigrid, ormai senza di te non comincio neanche la
    mattinata!
    さようなら!

  • Annetta

    @ Gian dei Brughi. Dipende da dove abiti. A milano lo trovi da Kathay o in qualunque negozio cinese della zona di Paolo Sarpi. Occhi però al voltaggio e alla spina in dotazione. A volte hanno bisogno del trasformatore e/o dell’adattatore alla nostra presa di corrente.

  • Giulianagiu

    @gian dei brughi ciao lo puoi trovare in tutti i negozi di articoli/cibi asiatici, di varie misure e prezzi ;-)

  • http://deliciouslilli.splinder.com/ Lilli

    Buongiorno Sigrid,
    è parecchio tempo che cucino giapponese, da quel lontano anno 2002 quando Chef Kumalè organizzò un corso a Torino e mi precipitai.
    E’ da allora che mi stuzzica l’idea di acquistare un ricecooker, anche se la cottura tradizionale giapponese del riso la faccio regolarmente.
    Visto che ne esistono di molti tipi e prezzi, vorrei approfittare di te che sei la, per avere un suggerimento su quale tipo acquistare.
    Sarebbe utile se potessi dare un indicazione su quale utilizzi tu attualmente e quale ritieni sia adatto alle nostre esigenze.

    Grazie mille
    lilli

  • LaraTZ

    Bellissime foto e reportage interessante, anche se la cucina giap non mi attira molto…
    @Sigrid, domanda estemporanea, per fare i bocconotti (dal libro) viene richiesto lo strutto, si può sostituire con burro e/o olio? Se sì stessa quantità?
    Merci :-)

  • http://lefrancbuveur.blogspot.com Enrico

    Giulianagiu(14): prezi da …a…?

  • http://lefrancbuveur.blogspot.com Enrico

    …prezzi

  • http://streghettaincucina.blogspot.com/ marta

    questa la faccio sicuramente!!!
    Bellissima ricetta grazie

  • http://apranzoconbea.blogspot.com apranzoconbea

    mi permetto…sul bollitore. la mia amica giapponese Satomi mi aveva consigliato a suo tempo un bollitore di marca Clatronic…sse andate sul sito dell’azienda alla voce “varie cotture” trovate il cuociriso con la scheda sul prodotto.

  • Twinsmama

    Sono diventata sigriddipendente: leggo te prima delle mail di lavoro

  • enui

    @ Gian dei Brughi io uno molto basilare l’ho preso al Lidl a meno di 20 euro. Però è una di quelle cose che offrono periodicamente, non ce l’hanno sempre.

  • http://acquavivascorre.blogspot.com/ acquaviva

    il donburi con pollo e uovo come dici tu si chiama oyako, ciotola di genitore e figlio, mentre se è preparato con manzo e uova diventa itoko, cioè ciotola del cugino e se si usa carne di maiale si chiama tanin, la ciotola dello straniero…

    @enrico: nei negozietti di alimenti orientali i ricecooker di produzione cinese un pochino più evoluti a seconda del formato costano grossomodo tra i 30 ed i 50 euro

  • http://lacaffettierarosa.wordpress.com Caffettiera

    Un dubbio mi assale. Ma se ci sono cosi’ tanti combini, vuol dire che i giapponesi ‘veri’ si nutrono soprattutto di cibo pronto? La cosa peraltro parrebbe confermata dal fatto che delle mie amiche giapponesi non ce ne e’ nemmeno una che dica di saper cucinare. Se cosi’ e’, come fanno ad essere cosi’ magri e sani? D’accordo che il cibo giapponese e’ in media molto piu’ sano del fast food occidentale, ma io avevo il preconcetto che cibo pronto significasse necessariamente cibo poco sano…

  • http://lefrancbuveur.blogspot.com Enrico

    Grazie Annalena!

  • http://www.piatti-ricette.it Piatti&Ricette

    In pratica è una specie di sushi di carne?

  • http://acquavivascorre.blogspot.com acquaviva

    @piatti&ricette: non esattamente, nel senso che la parola “sushi” indica il riso condito con una miscela di aceto, zucchero e sale e di solito è servito a temperatura ambiente; la base dei donburi invece è riso bianco, caldo o tiepido, non condito.
    Della famiglia dei sushi fa parte il chirashi, una ciotola di riso sushi con posati sopra altri ingredienti, volendo anche carne, generlamente comunque tutto a freddo.

  • Anna Greco

    sono dei vostri da pochi giorni!
    In un periodo un pò faticoso della mia vita, questo bel Blog di cucina mi sta facendo tornare voglia di fare, viaggiare, assaggiare e…perché no? CUCINARE!
    Se sono ammesse “varianti pasticcione” delle ricette, io ci sto!
    Gnam gnam!

  • ElenaB

    Sigrid, non hai pensato di fare un altro libro solo sul Giappone? Tutte le tue ricette, tutte le tue foto, tutte le storie su vita e civiltà giapponese…. io lo comprerei di corsa!

  • http://quelfottutobianconiglio.blogspot.com fra

    Mi piace davvero tanto questo piatto, mi segno la ricetta per una cena giapponese tra amici! grazie per questi bellissimi resoconti dal Giappone, ogni volta che li leggo la voglia di visitare quel paese cresce sempre di più!
    bacioni
    fra

  • Marcellagiorgio

    Buongiorno Sigrid!
    Hai già fatto programmi per il capodanno!!
    Cenone, fuochi, balli?
    Sono curiosa sissi proprio curiosa!!

  • Giulianagiu

    @Enrico scusa ho visto che acquaviva ha già risposto i prezzi seguono la capienza e la qualità uno di una grandezza x una famiglia di 4 persone dai 40 ai 100 euro (considera che in uno da 85E abbiamo cotto riso per 10 come side dish) se in plastica molto meno ma degli amici vietnamiti mi hanno detto meglio spendere un pò di più per una riuscita/durata maggiore, che poi vale come il nostro chi più spende meno spande.
    Piccolini ce ne sono anche dei cartoon vedi hallo Kitty etc. E dopo queste perle di saggezza meglio augurare buona giornata a tutti ;-P

  • mara

    @ lilli.. c’era anch’io a quel corso!! bellissimo.. e continuo a cucinare tutte le ricette.. a Torino avevo visto dei ricecooker carini da puil market in corso stati uniti abbastanza all’inizio (negozietto scovato tramite una recensione del mitico kumale’).. Sigrid sei un mito qui ci si trova proprio di tutto e tutti.. e grazie anche per la ricettina dell’okonomiyaki che cercavo da una sacco di tempo!!
    buona continuazione!

  • Gian dei Brughi

    merci a tutti per i consigli ! mi sa che punterò sul ricecooker modello Hello Kitty ;-D

  • http://deliciouslilli.splinder.com/ lilli

    @ mara
    ma che coincidenza! …..e pensare che partivo apposta da Bra per Torino.

    Grazie delle informazioni per i rice cooker, in verità mi interessa anche l’opinione di Sigrid sull’utilizzo che potremmo farne noi (noi = gastromaniaci di caccavelle da cucina ;-) )

    lilli

  • http://www.mogliedaunavita.wordpress.com titona

    posso dire la mia molto semplicemente? il riso si cuoce benissimo anche nel pentolino per assorbimento. proprio semplice semplice. e se basta un cestello in bambù per cuocerlo a vapore con brodi aromatizzati. semplice e d’effetto.

  • Pingback: Katsudon | il cavoletto di bruxelles