- Il Cavoletto di Bruxelles - http://www.cavolettodibruxelles.it/ -

Yakisoba

Posted By Sigrid On 16/02/2010 @ 08:15 In cavoletto in japan,giappone,superveloce | 39 Comments

Fra le grandi enigme dell’umanità, oggi studieremo la seguente questione: ma perché nei yakisoba [1] non si usa la soba bensì i ramen?? Bhe. Per quanto ne ho capito io, mentre soba tout court significa ‘grano saraceno’ e sta a indicare genericamente gli spaghetti giapponesi di grano saraceno, alcune volte soba viene utilizzato con l’accetazione di ‘spaghetti’ e cosi i ramen (che sono gli spaghetti cinesi quelli che conosciamo tutti fosse anche solamente per via degli instant ramen :-) possono anche essere chiamati shina soba, letteralmente ‘spaghetti cinesi’. E qui dentro non solo i spaghetti sono cinesi, ma è un po’ tutto quanto il piatto che ci ricorda lontani souvenir di trattorie supereconomiche adornate di lampioncine rosse e di ritratti di Mao. D’altronde non c’è niente di strano, i yakisoba essendo, come del resto anche i gyoza [2], il riso, le bachette, il tofu o il buddismo, per dire, proprio di origine cinese (beh ciascuno ha i vicini di casa e le contaminazioni che può :-)

Insomma, dai shina soba passiamo ai yaki soba, ovvero spaghetti saltati sulla piastra (si preparano spesso nei locali dove fanno anche gli okonomiyaki) o semplicemente in padella, a casa. E come per l’okonomiyaki [3], il yakisoba è un perfetto svuotafrigo, nel senso che, oltre all’obbligatoria julienne di carote, cipolla e cavolo, ci potete schiaffare dentro un po’ ciò che volete (pancetta, fettine sottili di manzo o di pollo, gamberi ecc :-), ma anche no, la mia versione per esempio è vegetariana :-) L’ho già detto un paio di volte e temo che lo ripeterò ancora spesso: anche questo piatto qui, come molte preparazioni giapponesi, è davvero davvero veloce da preparare, ed è pure uno di quei piatti dal vantagiosissimo rapporto inpegno/godimento, insomma, mi pare una valida alternativa, per dire, ai due spaghi carbonara di pranzo (c’è chi può, e chi non può :-p)

Yakisoba

per 2

carota 1
cipolla mezza
cavolo (cinese) affettato sottilmente una manciata abbondante
peperone verde (se vi piace) mezzo
funghi 4
ramen 100g (i ramen in vendita in giappone sono precotti al vapore, se li usate secchi sbollentateli velocemente prima di inizare la ricetta)
salsa per yakisoba/okonomiyaki/tonkatsu 4 cucchiai (se non ce l’avete ne trovate una ricetta qui [4])
olio di sesamo 1 cucchiaio
erbe cipollina, zenzero rosso sottaceto, alga nori in scaglie e katsuobushi a piacere

Affettare sottilmente le verdure e tagliarle a julienne (se avete una mandolina: usatela :-). Scaldare l’olio di sesamo in una padella, aggiungere le verdure e farle saltare per uno o due minuti, devono ammorbidirsi un pocchino ma senza diventare del tutto mosce. Togliere le verdure dalla padella, e versarci i ramen (precotti se usate quelli secchi) insieme alla salsa okonomiyaki. Aggiungere mezzo bicchierino di acqua e portare la pasta a cottura a fiamma alta. Agiungere infine le verdure cotte prima, dare una rimescolata e distribuire i yakisoba nei piatti. Finire con lo zenzero, il nori più eventualmente un pochino di katsuobushi e poca erba cipollina tritata. Servire subito.

Condividi :2 [5]00 [6]100 [7]
0 [8]

Article printed from Il Cavoletto di Bruxelles: http://www.cavolettodibruxelles.it/

URL to article: http://www.cavolettodibruxelles.it/2010/02/yakisoba

URLs in this post:

[1] yakisoba: http://en.wikipedia.org/wiki/Yakisoba

[2] gyoza: http://www.cavolettodibruxelles.it/2010/02/la-ricerca-del-gyoza-perfetto

[3] okonomiyaki: http://www.cavolettodibruxelles.it/2010/02/okonomiyaki

[4] qui: http://www.canadianliving.com/food/tonkatsu_sauce.php

[5] 2: http://www.facebook.com/sharer.php?u=http://www.cavolettodibruxelles.it/2010/02/yakisoba

[6] 0: https://plus.google.com/share?url=http://www.cavolettodibruxelles.it/2010/02/yakisoba

[7] : mailto:?Subject=Yakisoba&Body=%20http://www.cavolettodibruxelles.it/2010/02/yakisoba

[8] 0 : #