- Il Cavoletto di Bruxelles - http://www.cavolettodibruxelles.it -

La brioscia (col tuppo)

Mi rendo conto che questo non è il miglior momento per rivangare ricordi vacanzieri (per lo meno spero di non provocare delle reazioni alla retour-de-costa-crociere) però ecco, questa brioscina di stampo siciliano – ricetta sottratta a Luigi di Palermo, anzi veramente la ricetta è di sua mamma, noi ci siamo fidati e abbiamo fatto bene :-) – l’ho fatta diverse volte questo estate (mi hanno persino dette ‘ma buone, sembrano quelle che si comprano’ e non so se era un complimento ma forse ci assomiglia) e, nonostante non sia più esattamente tempo di granite, non potevo non rendere giustizia a questa ricettina semplice ed efficace che oltretutto produce delle briosce come piacciono a me: dense, profumate, morbide e un pochino compatte (e, en passant, prepararmi mentalmente alla prossimissima trasferta in terra sicula- yuppie!!… :-)).

L’unico neo, se cosi lo vogliamo chiamare, della faccenda è che essendo una ricetta a lievitazione ‘veloce’ poi chiaramente non c’è speranza di conservare le brioches per più di un giorno (quindi o si consumano o si congelano, ma subito :-), già che dopo qualche ore, ma solo se fate la versione ‘col tuppo’ perché con le brioches semplice non capita, dopo qualche ora iniziano a raggrinzarsi un pochino (come d’altronde si vede bene nella foto, grmpfff). Resta che a parte questa piccola messa in guardia il risultato è ottimo, perfetto da servire con granite e gelati, e anche da soli, a colazione, o persino con burro e marmellata, massì. Anzi, non so se è un caso o meno (vedimai, l’influenza araba…?), ma, sesamo a parte, queste brioscine qui assomigliano abbastanza, per consistenza, alle briochine marocchine [1] fatte taaaanto tempo fa …

Brioches siciliane

farina 500g
zucchero 50g
lievito di birra 15g
uova 3 + 1 per spennellare
burro 90g
latte qb (circa 1,5 dl)
sale 1 pizzico

Diluire il lievito nel latte tiepido. Versare la farina a fontana sul ripiano (volendo si può fare metà manitoba metà farina 00 ma tutto 00 va benissimo lo stesso), aggiungere, in mezzo, lo zucchero, il sale, le uova, e il latte con lievito, iniziare a mescolare, aggiungere poi il burro morbido e iniziare a impastare. Se l’insieme risulta troppo asciutto, aggiungere un po’ di latte, se è troppo colloso, spolverare di farina. Impastare per una decina di minuti fino a ottenere un impasto liscio ed elastico. Coprire con della pellicola e lasciar lievitare per un’ora circa o finché l’impasto sia raddoppiato di volume. Riprendere l’impasto, dividerlo in 12 porzioni, formare delle palline e disporle su una teglia da forno (volendo fare le briosce col tuppo conservare 10 briochine integre e usare l’impasto delle altre due per formare delle palline piccoline da collocare in cima alle brioche – per farle reggere bene premo prima sulla brioche col pollice, poi aggiungo la pallina, poi premo pure un po’ su quella, fare attenzione che senno si rischia di vederle scivolare via :-)). Lasciar lievitare per 30 minuti. Infine, spennellare le briochine con dell’uovo sbattuto e infornare a 200°C per 10-15 minuti o finché siano dorate. Lasciar intiepidire su una griglia e servire a temperatura ambiente.

1 [2]