- Il Cavoletto di Bruxelles - http://www.cavolettodibruxelles.it -

Pumpkin bread (beh, più o meno)

cake-zucca-pecan_ssl

Ho appena dato un’occhiata alle ultime ricette pubblicate e alla mia grande sorpresa… sono tutte dolci (persino le polpette di carne erano dolci, pensate un po’ :-), bo? Dopotutto, magari che l’espressione dolce attesa tutto sommato era da prendere nel senso letterale ?! (almeno stavolta non la faccio rosa, c’est déjà ça… :-) Comunque sia, e giuro che dopo Perugia (dove sarò stasera) e Torino (sabato sera, alle 18 sullo stand garofalo :-) vedrò di pareggiare almeno un pochino col salato… :-) Intanto però.. è tornato alla stragrande il tempo delle zucche le quali – ormai lo saprete – mi sono particolarmente simpatiche, non tanto sotto forma di orride maschere scavate appositamente allo scopo di spaventare i bambini ma in quanto roba che si mangia, insomma, c’è niente da fare, la zucca sta all’autunno come, ma non so, come le rondini alla primavera, come gli spaghetti di castagna sul mont blanc, come Lilly Gruber all’ora della cena: sono semplicemente due concetti indissociabili ed irrinunciabili :-)

E anche quest’anno mi sono accorta che nonostante con la zucca ci abbia già cucinato un po’ di tutto e di più [1], rimangono ancora aperte una serie di possibilità, anzi, così tante possibilità che con le ricette pre-halloween sto apposta almeno ancora per un paio di anni… :-) Stavolta la mia attenzione è andata a cristallizzarsi su una ricetta di ‘pane con zucca e noci’ trovata nel capitolo ‘America’ di un vecchio ma fedele volume sul pane [2] (col lievito di birra, hum :-) In realtà però, più che un pane, si tratta di una specie di cake (il lievit usato appunto è quello per dolci, a base bicarbonato) di quelli che poi si usano come pane, insomma, ne esce fuori una cosa dalla consistenza densa, che ricorda il cake, ma tutto sommato molto meno zuccheroso quindi abbinabile anche a formaggi e – c’è chi può – salumi. Personalmente ho trovato che fosse un’ottima merenda che basta a se stessa, poco dolce senza perdere in golosità e oltretutto piena di energia ‘buona’. Ho un po’ remixato la ricetta di base, e ne è venuta fuori questa cosa qui…

Cake con zucca, noci pecan e sciroppo d’acero


per un cake grande o due cake medi

zucca fresca 400g
farina di 7 cereali 200g
farina 00 150g
uova 3
noci pecan 80g
burro 50g
zucchero di canna 40g
sciroppo d’acero 40g
lievito per dolci non zuccherato 2 cucchiaini abbondanti
sale mezzo cucchiaino
noce moscata una generosa grattugiata

Far cuocere la zucca al vapore (togliendo prima i semi ma lasciando la buccia), finché sia morbida e recuoerare la polpa con un cucchiaio. Misurare 280g di zucca, aggiungere lo zucchero, lo sciroppo d’acero, la noce moscata, il burro fuso e le uova e frullare il tutto con un minipimer o un blender, in modo da ottenere una crema omogenea. In una ciotola capiente, versare la o le farine (sceglietele come vi pare, si può fare anche tutto farina 00, o metà farina integrale ecc), il lievito e il sale, mescolare e versare, in mezzo, il composto di zucca. Mescolare bene il tutto, aggiungere le noci pecan grossolanamente tritate, rimescolare e versare negli stampi da cake (foderati di carta se non sono di silicone). Far cuocere a 180°C per 45-55 minuti (dipende dalla dimensione) o finché il cake si dorato. Lasciar intiepidire su una griglia.

0 [3]