- Il Cavoletto di Bruxelles - http://www.cavolettodibruxelles.it -

Castagnaccio muffins

Tanto lo so che questo post non piacerà un granché ai toscani però ecco, hum, il punto di partenza di questa ricetta è proprio il fatto che amme’, il castagnaccio tradizionale toscano, piatto con la superficie a crepe ecc, non piace. E può essere, certo, che io non abbia mai assaggiato il castagnaccio giusto, resta che so’ gusti, e quelli miei tendono a tenermi lontana dal classico castagnaccio toscano (pur chiedendo venia.. :-)). Questo era un po’ lo stato delle cose, fino a quando un giorno a pranzo la mia amica Raffa’ (la stessa del polpettone [1] di tempo fa :-) fece trovare un trancetto di una cosa che sembrava castagnaccio (stesso colore, uvetta e pinoli in superficie), alto 2cm, morbido e… semplicemente delizioso. Une rivelazione! :-) Il ‘castagnaccio’ nuovo stile (almeno per me) veniva dal forno Farinando di Testeccio, e da li, cercando in giro, si è apurato (mi pare) che il castagnaccio esiste in forma classica, toscana, detta anche quella-che-a-me-non-piace, lol, poi ci sarebbe la variante del fornaio, che i puristi disprezzano e che sembra essere piuttosto diffusa nei forni in giro per l’Italia: farina di castagne tagliata con farina 00, lievito, latte e uova… evidentemente il mio castagnaccio apparteneva a questa seconda scuola poco ortodossa, e com’era ovvio, ho dovuto provare a fare qualcosa di simile pure io.

Note di cucina: come dal castagnaccio ‘piatto’ siamo passati ai muffins, non lo so nemmeno io, sarà stato un attimo di delirio dovuto alle imprevedibili conseguenze della reazione chimica avvenute nel mio stomaco fra proteinato di ferro e schweppes quel pomeriggio…. :-) Invece, due righe più serie a proposito della farina di castagna. Cioè, sempre della serie fate quello che dico e non quello che faccio: quando ho chiesto notizie della farina di castagne presso l’alimentare sotto casa (dove sono tutti umbri e cucinano pure… :-) la risposta è stata che, a rigor di logica in effetti, per la farina bisogna aspettare la raccolta delle castagne, la loro essiccazione e successiva trasformazione in farina… E quindi in effetti sarebbe prestino, ora, per la farina di castagne. Anzi, veramente, hanno anche aggiunto che se la compravo ora rischiavo di prendere non meglio precisate grandi fregature… In ogni caso, appunto, io sono del genere impaziente e ora che mi ero fissata che avevo da sperimentare… ho trovato la farina di castagne alla Todis (fra l’alto confezionata questo mese, boh?! :-) La morale della favola? Fate un po’ come volete… :-)

Castagnaccio muffins

per 6 muffins
latte intero 170ml
farina 00 85g
farina di castagne 85g
zucchero 100g
uovo 1
cioccolato fondente 50g
noci 50g
olio d’oliva 35g
estratto naturale di vaniglia 1 cucchiaino
lievito per dolci 1 cucchiaino
sale una presa
uvetta & pinoli

Sbattere l’uovo con lo zucchero. Aggiungere il latte, l’olio e l’estratto di vaniglia e mescolare bene. Aggiungere poi le farine, il lievito e il sale, mescolare. Far sciogliere il cioccolato al microonde e incorporare anche quello, insieme alle noci spezzettate. Infine, distribuire il composto negli stampini da muffin (o versarlo a in uno strato unico di 2cm di spessore in una teglia), decorare con uvetta e pinoli e infornare a 180° per circa 35 minuti (o finché l’interno delle tortine risulti asciutto).

1 [2]