- Il Cavoletto di Bruxelles - http://www.cavolettodibruxelles.it -

Margarita’s apple cake

Posted By Sigrid On 31/10/2011 @ 09:34 In dolci | 94 Comments

Nonostante il tempo sia in assoluto la risorsa che più scarseggia da queste parti, missà che è partito il mio piccolo apple cake project (facon diesel, poco poco, piano piano, come piace a noi… 8). Più che altro, appunto, è periodo di stress lavorativo e quindi forse proprio per quello, mi ci vuole un qualche cosa con il quale divertirmi un po’ (e l’idea di raccogliere le apple cake altrui tutto sommato serviva proprio a quello :), per tacere poi del fatto che questo è finalmente, esattamente, la tanto attesa stagione delle torte di mela. Insomma, la torta di oggi si è in qualche modo invitata da sola nella mia cucina ma appunto, già che ci sono, se riesco, mi piacerebbe che da oggi ci fosse la nostra apple cake settimanale (e se volete aggiungere la vostra ricetta alla già folta raccolta di torte di mele – tanto le torte di mele non sono mai troppe, lol – potete farlo scrivendola qui [1] nei commenti), con la promessa che le prossime le sceglierò direttamente dalla raccolta (ebbene si: la prossima potrebbe essere la vostra! ;)).


In realtà poi questa prima protopuntata è molto non come la avrei imaginata: idealmente la torta doveva essere della nonna, idealente mi sarei fatta raccontare per benino le circostanze e il perché e gli affetti legati a quella torta, anzi idealmente sarebbe stupendo corredare la ricetta di un pezzettino di ricetta manuscritta, di una foto in bianco e nero, di piccola cose tangibili che ricordino la torta e la persona che ce l’ha fatta conoscere, di ricordi, che sono universali eppure sempre preziosi e unici nella loro singolarità… (a pensarci è un po’ un lavoro proustiano al contrario, lol).
Così in teoria, comunque. Perché poi nella pratica succede che vostra cognata vi scrive una mail dall’altro capo della terra, fra un fuso orario, una pappa e un primo giorno di scuola e l’altro, dicendo ridendo e scherzando che anche lei ce l’ha una torta di mele… Finisce che ve ne manda la ricetta stenografica, voi la leggete sorridendo, dopo ua settimana (!!) trovate persino, fra una lavatrice carica di bavaglini e 300 mail in attesa, il tempo di cucinarla sta torta (e ci vogliono in tutto 5 minuti scarsi a prepararla e metterla in forno, e ho detto tutto), lei nel mentre si occupa del figlioletto che ovviamente per prima cosa, a scuola, si è ammalato e voi tanto per non stare ferma state lottando con i tempi di consegna di un lavoro, in sostanza: ma chi ce l’ha più il tempo di chiacchierare sulle origini di questa torta??!

Eppure è venuto un’amore di torta alle mele, soffice e aerosa, di quelle torte semplicemente buone che chiamano lo zucchero a velo e vanno bene per le mani dei bambini (sulle quali lasciano un velo di appiccicoso che sa di vaniglia e di autunno) e anche per quelle dei grandi e cosi, niente, il momento magico è quello del primo morso alla prima fetta. Poi passa. Sicché eccovela, afferrata al volo e postata, non poteva aspettare oltre la prima torta di mele di quest’anno. Mi piace pensare che magari un giorno arriverà l’aggiornamento, il perché e il da dove e il come, intanto però godetevela così com’è, questa torta dal trascorso anonimo. Di lei si sa solamente che si chiama Charlotte, e che è una torta che viene dalla Siberia… :)

La torta di mele di Маргарита

uova 3
zucchero 1 tazza (200g)
farina 1 tazza (120g)
lievito per dolci 1 cucchiaino
mele verdi (medie) 2

Sbattere le uova per 1 minuto finché siano belle spumose e di colore chiaro. Aggiungere lo zucchero e sbattere per un’altro minuto. Aggiungere poi la farina e il lievito, sbattere per un’altro minuto. Imburrare una tortiera, versarci metà dell’impasto, aggiungere le mele, sbucciate e tagliate a fettine, e ricoprire con il resto dell’impasto. Infornare a 180°C per 40 minuti (se la superficie diverta troppo scusa, a metà cottura, coprire con un foglio di aluminio).

[note di cavoletto: veramente invece di mele verdi ho usato 3 melette annurca; ho aggiunto una piccola presa di sale e un goccio di estratto di vaniglia; ho usato poi una tortiera in silicone di 20cm, è risultata leggermente piccola per cui 21 o 22cm saranno sicuramente perfetti, prima di sfornare praticate lo test stecchino per verificare la cottura, infine ho spolverato con dello zucchero a velo]

Condividi :0 [2]40 [3]40 [4]
0 [5]

Article printed from Il Cavoletto di Bruxelles: http://www.cavolettodibruxelles.it

URL to article: http://www.cavolettodibruxelles.it/2011/10/margaritas-apple-cake

URLs in this post:

[1] qui: http://www.cavolettodibruxelles.it/2011/03/una-mela-al-giorno

[2] 0: http://www.facebook.com/sharer.php?u=http://www.cavolettodibruxelles.it/2011/10/margaritas-apple-cake

[3] 0: https://plus.google.com/share?url=http://www.cavolettodibruxelles.it/2011/10/margaritas-apple-cake

[4] : mailto:?Subject=Margarita’s apple cake&Body=%20http://www.cavolettodibruxelles.it/2011/10/margaritas-apple-cake

[5] 0 : #