10 dicembre

coccodè10_s


Uh! Oggi la casella quotidiana del calendario la apriamo in un orario un po’ tardivo (veramente ero a chiaccierare e mangiucchiare in compagnia di vostre compatriote espatriate a Parigi…), e d’altronde la ricetta di oggi si presta benissimo a un’orario tardivo. Si tratta di un superclasiscone di Natale, il lait de poule. In pratica, per persona, ci vuole un tuorlo fresco, sbattuto con un cucchiaio di zucchero. Si aggiunge poi, per ogni tuorlo, 2dl di latte caldissimo e un cucchiaino di rum (o grappa, o l’alcool straalcolico che volete), si mescola bene e si aggiunge una spolverata di cannella o noce moscata in superficie al momento di servire. Poi ci vogliono, nel disordine, un abete che profuma di resina fresca, un scatolone pieno di palline e altri addobi natalizi, e un paio di persone care insieme alle quali decorare e chiacchierare…
Buon lait de poule, State Buoni & A Domani!

[Anche oggi le illustrazioni sono di Ilaria Falorsi]

laitdepoules_s.jpg_effected-001

0
  • Cecilia

    Ho preparato il lait de poule ieri sera con le mie coinquiline, ascoltando canzoni di natale moderne..devo dire che ci ha proprio scaldate e rese felici! Grazie grazie!

  • Foto molto parigina! Bellissima!

  • Mi scalda dentro. Un bacio.

  • Questo post profuma di cannella e di Natale… Lo proverò senza dubbio, Grazie!

  • sonia canadese

    …mi ricorda il eggnog che mi comprava mia mamma quando ero piccina….IL VERO SAPORE DEL NATALE DELLA MIA INFANZIA…

  • uuuh buono!

  • clemmy76

    WOW non vedo l ora di farlo!enjoy Paris

  • ciao Sigrid, ma sei a Parigi?
    sono appena rientrata anche io dalla bellissima ville lumière, e non vedo l’ora già di ritornarci, chissà, a gennaio forse si può fare! :-)
    un abbraccione e buonissima terza domenica di avvento!
    il lait de poule, senza alcool ma con un pochino di caffè o cacao, ha accompagnato tante merende mie da bambina, chiamandolo semplicemente l’ovetto della nonna :-)

  • Davvero una bella foto!

  • BonBon

    Non l’ho mai provato… magari una di queste sere, con le uova fresche delle galline della mia nonnina… !
    Complimenti per il calendario… ogni giorno una sorpresa (oltre al topino che porta i cioccolatini :) )

  • elena volterra

    ..lo faceva mia nonna milanese, io l’ho ritrovato negli USA come eggnog ed adesso eccolo qui come lait de poule…e’ una bonta’ internazionale!

  • Per una che adora lo zabaione questa ricetta sembra perfetta… e facile! Alla mia portata!

    The Life After

  • Quando ero piccola, in Brasile, la mia nonna faceva una cosa simile, però senza l’acool!
    Léia

  • l’albero come da tradizione lo abbiamo addobbato l’8, ma il lait de poule sta bene anche mentre ci si rilassa sul divano, magari con un buon libro appena comprato alla fiera ^ – ^ grazie ancora per questo delizioso calendario. un abbraccio

  • Mamma di Caterina

    Brava Ilaria, ogni giorno più belle!

  • Carinissima l’immagine di oggi! … il lait de poule è una sorta di zabaione implementato/alcolico … mica male!
    Buon 10 dicembre! :)

    … ormai tu e Ilaria siete il mio calendario dell’Avvento ufficiale!

  • semplice e buonissimo… mi sa che dopo m lo preparo! ;)

  • Chiara

    quanto ne abbiamo bevuto a merenda (senza alcool…ma appena ne abbiamo avuto l’età con un poo’ di caffè!) Buono!
    p.s. belle le unghie smaltate! :)

  • Sara

    queste immagini di Ilaria Falorsi sono proprio stupende complimenti a tutte e due, non sembrate proprio due ottimi esempi di donne creative e che collaborando danno forma a ottime idee?alla vigilia della manifestazione delle donne mi sembra proprio il caso di farvi i complimenti, con questa piccola lettura quotidiana la giornata ha un dolcezza in più!

  • Che bella idea! Ho in mente di provarlo con un liquore al caffè, mia mamma mi preparava una cosa simile quando ero ragazzina, al posto del rhum metteva un paio di cucchiaini di caffè!