Feed RSS
       

La zuppa bianca

lunedì 5 marzo 2012

zuppa_bianca_ssl

Questo weekend l’ho dedicato a molte cose interessanti: ho lavorato sul secondo capitolo del mio prossimo libro, ho spulciato un catalogo di giochi di legno e valutato diversi modelli di cavalli a dondolo, ho comprato l’olio di canapa, pranzato con la pasta al forno della domenica e mi sono ricaricata positivamente grazie all’attento studio della collezione estiva di scarpe Chloé e un certo numero di solletichi e conseguente risate isteriche in compagnia della cavolettina… Poi, come forse anche a voi capita quando in casa tutto tace e che la lista degli impegni è finita, mi sono seduta in questa dépendance della mia cucina che è il mio blog, mi sono guardata intorno, e mi sono fatto una domanda alla carry-bradshaw: ma quand’è che questo blog ha iniziato ad assomigliare più a un campo minato che alla cucina conviviale che era sempre stata?

In verità, penso proprio che di parole in libertà ce ne sono già state troppe, così, a chiudere il weekend, mi sono cucinato una silenziosa zuppa da protesta. Una protesta bianca, di quella che si ergono, mute, incolori, ma con una loro dignità, di fronte alla barbarie, alle urla e alla mancanza di civiltà. Una protesta a forma di zuppa confortante e candida, con le polpettine – che sono un concentrato di comfort food, mi fanno proprio molto pensare alle zuppe che faceva mia mamma quand’ero piccola io – sulla quale meditare e/o da cucinare a casa propria, per offrirsi una calda coccola che profuma di buono ( e di topinambour, e già quel profumo da solo a me mi mette in pace con l’universo), lasciando alla porta questo monde de brutes che certe volte si invita a casa tua pensando di fare cosa naturale lasciando in giro svariati liquidi corporei (non sto a precisare)… Beh questo è un equivoco nel quale nemmeno Olive cadrebbe, e quindi, veramente no, veramente questo non sarebbe uno sfogatoio convenzionato con le asl di zona, e veramente siccome qui siamo addirittura ottimisti continueremo a pensare che in un blog di cucina e fra persone adulte e libere, di leggere, di fare altro, di usare la propria intelligenza, oltre che essere costruttivi sempre, ci si può anche comportare civilmente.

ps. vabbene la protesta ’silenziosa’ ma un suggerimento musicale non ve lo leva nessuno, oggi non un brano ma un intero album, il mio preferito da un bel pezzo: Some People Have Real Problems (ogni riferimento a fatti o persone realmente esistenti è puramente voluta ;-), e in particolare ‘Soon We’ll Be Found’, brano di cui vi consiglio non solo di ascoltare il testo (non ditemi che non ascoltate i testi delle canzoni?!), e anche di vedere il video, su youtube…

Zuppa bianca di topinambour con porro e polpettine di pollo. Sbucciare una piccola patata e quattro topinambur, tagliare tutto a pezzetti, affettare la parte bianca di un porro e versare tutte le verdure in un pentolino. Coprire a filo con dell’acqua, e lasciar cuocere per 20 minuti. Aggiungere un bicchiere di latte, salare, frullare il tutto, e riportare a ebollizione. Tritare 100g di petto di pollo, condire con sale e noce moscata, poi formare delle piccole polpette e buttarle nella zuppa, in modo che cuociano direttamente nel liquido caldo. Lasciar cuocere per 5 minuti, spegnere e servire. Per 2.

Categorie: superveloce, winter food, zuppa
Scritto da Sigrid lunedì 5 marzo 2012

  • Twins

    OH, LA’…

  • Daniela P.

    Leggo sempre questo blog, da diversi mesi, e non ho mai commentato.
    Di fronte ai discutibili episodi degli ultimi tempi mi sento di lasciare un piccolo messaggio di apprezzamento per il gran lavoro svolto finora (le ricette che ho provato sono sempre riuscite bene…) e un augurio per il futuro.
    Continua così, come hai sempre fatto…
    Grazie per la ricetta di oggi, vorrei provarla stasera :-)

  • Lidia

    Foto e ricetta essenziali ed eleganti, mi piacciono molto.

  • http://alessandrazecchini.blogspot.com/ Alessandra

    Sembra una bandiera bianca di pace davvero :-). Spero che il weekend ti abbia permesso di rilassarti, e che con la nuova settimana si ricominci tutto a nuovo, candido e pulito. Ne prendo una scodella ma senza polpettine (veggie).

    Ciao
    Alessandra

  • http://alessandrazecchini.blogspot.com/ Alessandra

    PS
    ho postato il tutorial della mia bimba che fa i fiori di zucchero
    Lame writing it here hehehe, but why not!

  • http://www.lechicchedipaola.it/ paola

    Solo due parole: brava Sigrid

  • http://amarantomelograno.blogspot.com agnese

    allora buon relax e buon bianco. Il bianco caldo è sempre curativo a tranquillizzante

  • crepuscolante

    Ciao Sigrid, hai optato per le foto extra esposte? Ultimamente si fa un po’ fatica ad individuare il piatto. Comunque bella ricetta! Buona Giornata.

  • http://fashionflavorscooking.blogspot.com/ benedetta

    La provo a pranzo, ricominciare con questa zuppa candida la settimana è una manna!brava come sempre…ma ormai che te lo dico a fare?! ^_^

  • http://www.invacanzadaunavita-housewife.blogspot.com/ Lucyinvacanzadaunavita

    io nel week end ho avuto amici a cena e il giorno successivo la mia neo tredicenne con amiche da portare al cinema e poi a casa a mangiare la pizza… ora mi ci vorrebbe proprio una zuppetta come la tua: un pranzo in solitaria e molto comfort food. Anche perchè qui è grigio e piove. Giornata da trapuntino…
    buona settimana!

  • http://breakfastatlizzy.blogspot.com breakfast at lizzy’s

    Sigrid, non curarti delle polemiche e vai avanti per la tua strada! :)
    Adoro la zuppa della protesta è così disarmante!
    A presto!

  • Elisabetta

    …anch’io senza pollo!

  • francy

    veramente non si può lanciare il sasso e nascondere la mano…qundo è diventato un campo minato?
    quando hai cominciato a correggere tu…
    potevi sopportare gli errori altrui e tacere…
    come facciamo noi che ti leggiamo…
    e non pontificare…
    e poi diciamocelo chiaramente…una non fa tutta sta fatica… solo per piacere …un guadagno ce l’avrai …no?

  • http://cipollaeburro.blogspot.com Fru di Cipolla&Burro

    Bonjour Sigrid!
    Quanto tempo!
    Non passavo di qui da chissà quanto…ci ripasso oggi perchè ieri ho comprato il tuo libro dei Regali Golosi…finalmente l’ho trovato anche alla Feltrinelli!!!
    Mi duole dirlo ma un pò hai ragione…cioè…io passavo di qui taaaantooo tempo faa …leggevo con l’acquolina in bocca qualche ricetta…invidiavo le tue foto (le invidio tuttora anche dopo l’acquisto del Cubo)…e mi trascrivevo passaggi fondamentali su post-it volanti per riproporli a casa la sera o il weekend dopo…che bei tempi…sembravi una cucina incasinata…con tutti gli ingredienti in giro, ma calda calda, socievole…un piccolo chimico di piccole bontà…dove riposare in pausa pranzo…dove intiepidirsi un pò dal ritorno a casa post-lavoro…
    Ora invece mi sono ritrovata con una spruzzata di limone negli occhi.
    Sei circondata da f***e di legno cara Sigrid,ahimè, mi duole dirlo…
    Oggi piove, almeno a Milano…magari aiuta a lavar via le scritte che imbrattano i muri…che dici?

    Un bacione come sempre!!!
    Torno a fare la lettrice silenziosa, che é la cosa che più adoro al mondo!

    Fru
    “Non ti curar di loro, ma guarda e passa”.

  • http://www.lacuocaerrante.blogspot.com Olivia

    Ahhh finalmente un po’ di pace:)
    Oggi c’è un’aria frizzantina, non ci starebbe male una zuppetta…intanto mi vado a vedere la collezione di Chloé!

  • http://machetiseimangiato.com Rossella

    Ottima e necessaria una zuppa bianca di protesta. Ci vuole proprio, tra impegni, stress e inciviltà che sembra dilagante un attimo in cui si dice cosa si pensa e dice cosa si pensa è importante.

    L’immagine del cavallo a dondolo iniziale mi ha fatto sognare ancor prima che protestare.

  • http://www.quadernigolosi.it QuaderniGolosi

    Ciao, purtroppo non è solo il tuo blog ad ospitare dei commenti “urlati”….viviamo in un’epoca in cui sembra che se non si urla, non si fa polemica, non si grida, non si dicano parolacce, in realtà non si comunichi……io mi faccio tante domande soprattutto in relazione al mondo in cui crescerà e vivrà la mia Nanetta che è poco più grande della tua….ma poi alla fine vado avanti per la mia strada….

  • Barbara B

    Adoro le zuppe, peccato che in famiglia non vengano apprezzate….
    Per il resto, non so, io non commento molto anche se ti seguo da sempre, però provo spesso i tuoi piatti e apprezzo sempre il tuo lavoro.
    Mi piacerebbe vedere abbassati i toni, da parte di tutti, ma mi pare di capire che non sarà possibile (vedi commento 13)…. ci sarà sempre qualcuno che si sente in dovere di rispondere, polemizzare, ribattere e controbattere… ma perchè??? Dici che è il fenomeno troll???
    Eppure l’educazione insegna che in casa d’altri si entra in punta di piedi, con rispetto, non si insulta… semplicemente se non si è d’accordo, sempre in punta di piedi, si esce.
    Un abbraccio Sigrid, continua per la tua strada e goditi la tua bambina, adesso, che poi cresce e ti chiedi ma come mai è già grande????

  • Carta Stagnola

    …perché il bianco, in realtà, racchiude in sé tutti i colori. Pura energia! Grande Sigrid :-)

  • Barbara B

    Ah, dimenticavo, ieri in uno dei commenti, consigliavano l’iscirzione per commentare…. sai che non è una cattiva idea??? Chi ci tiene si iscriverà di certo e forse servirà ad arginare l’arroganza…

  • Laura.lau

    @francy
    facciamo … perché il lavoro che sta dietro a tutto quello che troviamo é notevole, perché l´inventiva e le capacitá che vi si rispecchiano non sono cosí comuni, perché nessuno puó nascondere di aver trovato qui spunti, svaghi, leggerezze e profonditá …
    tutto il resto é vuota polemica, che si ferma a puntualizzare sui dettagli, il che non fa bene veramente a nessuno …
    dico a me stessa che forse tutto ció che é emerso é lo specchio della vita arrabbiata che ci troviamo a vivere oggigiorno, peró dobbiamo anche preservarci tutti degli angoli di pace e serenitá, facciamo che questo, com´é sempre stato, sia uno di quegli spazi ..

  • http://www.dolcemporiofirenze.blogspot.com Gaia

    carina la zuppa bianca. peccato che a casa mia le zuppe le mangio solo io :(

  • Veronica

    Sigrid, il problema è che qualcuno soffre di fascinazione acuta. parlo di quel modo ossessivo-compulsivo di attaccarsi alle cose e soprattutto alla vita delle persone. la fascinazione, che è sempre malata, porta, come tutto quello che è estremo e radicale, ad uno specie di stalking. c’è proprio la voglia di ferire, di fare male, di colpire l’oggetto dell’ossessione. ed esiste per quella fascinazione che hanno nei tuoi confronti. non mi spiego altrimenti lo sforzo che fanno per pensare, scrivere, inviare il commento se non per il puro piacere di ferire.
    chi invece come me e altre migliaia di persone, la maggior parte direi, non sono affette da fascinazione ma dalla semplice e leggera voglia di leggerti (io ad esempio ti leggo perché mi piacciono tantissimo le foto e leggere le ricette, leggerle solo, perché in verità una ricetta come una non l’ho ancora provata :P) ecco, noi non abbiamo bisogno di sprecare tempo. il piacere di esserci per sana simpatia basta e avanza.

  • P.

    Io aspetto la pubblicità della margarina, una comparsata col porco e un’altra manciata di cacca su Csaba Dalla Zorza. Sigrid, non ci deludere.

  • http://lefrancbuveur.blogspot.com Enrico

    Da mangiare sotto la neve :)

  • http://finalmentedomenica.blogspot.com Robiciattola

    il problema è che la gente non ha nulla da fare.

    e non lo dico per difendere Sigrid che non credo abbia la pretesa di piacere a tutti, ma lo dico perché la rete, i blog, i social etc… hanno il lato ben più che positivo di permettere grande libertà a tutti.
    Badate, però, che per libertà non intendo quella di scrivere tutto ciò che vi passa per la mente, ma quella di ANDARE ALTROVE, se quello che leggete/vedete non vi aggrada.
    Questo è un blog personale, non è una testa giornalistica. Il proprietario non è tenuto a scrivere per piacere vostro, ma può, per fortuna, scrivere ciò che a lei piace, poi se questo incontra anche i gusti di tanta gente, allora ben venga.
    I giornalisti hanno dei doveri, nei confronti della testata che li paga, ma anche nei confronti dei lettori. Ma anche lì c’è il giornalista che ci piace di più e quello che ci piace meno. Io non mi metto a criticare quello che mi piace meno. Semplicemente vado a leggere quello che mi piace di più.
    Adesso questa, mi direte, è una cosa che già accadeva dai primi del secolo scorso.
    E ok. Oggi, dunque, abbiamo più libertà di prima, perché abbiamo più scelta. Sul web.
    Criticare così, a spada tratta, in un modo sterile, non ha alcun senso.

    buona giornata e buona zuppa a tutti,
    Robiciattola

  • maidann…..

    Viva il pesto di rucola con le arselle. Persino mio padre (convitato assai schizzinoso e refrattario alle novità) ha applaudito!
    Ho subito spacciato l’idea alle amiche….
    Quanto alla zuppa….mi perplime un pò. Però il messaggio sotteso mi trova assai d’accordo.
    Ah, quanto pesa l’altrui successo…..
    Quando ero a Londra, ho sentito l’allenatore Mancini dire al telegiornale che durante la permanenza all’Inter (due scudetti e non so cos’altro i quattro anni) non passava giorno senza che giornalisti e tifosi gli tagliassero i panni addosso e che l’esperienza l’ha temprato. Quindi, cara Sigrid, poichè ciò che non uccide rafforza, cara Sigrid, non spegnere questo blog.
    E spero di essere tra gli ammessi …. anche se ho un debole per Nigella.

  • Laura

    Ciao,
    non davo un’occhiata al blog da un mesetto, e tornandoci ora ho trovato alcune novità e tantissimi commenti davvero sgradevoli! Mi auguro proprio che, con questa bella zuppa bianca, il blog torni ad essere un piacevole luogo di scambio di opinioni e di esperienze intorno alla cucina e al cibo, come era prima.
    Per me leggere questo blog costituiva un momento di stacco e relax, per immaginare cibi, sapori, odori da tanti luoghi diversi (come durante il viaggio in Giappone o nei bei servizi dalla Sicilia o dalla Calabria), senza necessariamente poi cucinare la ricetta. Se poi un post non mi piaceva o interessava, semplicemente leggevo altro… il web è grande, offre tanti altri siti, perché accanirsi a navigare su un blog che non piace più e continuare a dire e sottolineare che non piace più? Basta andare altrove…
    Tutte queste polemiche fanno venire meno proprio questo aspetto rilassante e un po’ di sogno, ed è un peccato.
    Per concludere, un augurio sincero di tornare a tempi più tranquilli e a scambi di idee più rilassanti

  • http://blog.francescalorenzoni.com/ Una cucina tutta per sè – Ricette senza glutine

    Che piatto semplice ed elegante, l’idea delle polpette nella zuppa te la copierò, mi piace molto :)
    Buona settimana,
    Francesca

  • martina

    Ti seguo da tanto e non capisco l’aggressivita’ che si respira su queste pagine… capisco che si possano fare delle scelte che qualcuno non condivide (e magari non le condivido appieno nemmeno io) ma davvero mi sembra un comportamento incivile criticare in modo barbaro. Se non si e’ sempre in linea (come dicevano gia’ altri prima di me) si puo’ sempre uscire in punta di piedi, senza il bisogno di essere rozzi o inaciditi. Credo che si abbia sempre il diritto di esprimere la propria opinione, semplicemente in alcune occasioni e’ meglio tenersele per se’. Continua a fare quello che credi piu’ opportuno per il tuo blog
    Martina

  • fiorentina

    Conoscete un proverbio che dice “ognuno ha quel che si merita”? E un altro che dice “la colpa sta nel mezzo”? Meditate, gente, meditate!

  • lavinia

    Cara Sigrid, perchè non evidenzi più le ricette con il sottofondo grigio? Non c’è più neanche la scritta “stampa la ricetta”. Scusa la domanda, ma non sono molto pratica con internet. Grazie!

  • sand

    Mia suocera mi dice spesso:”l’amore fa la muffa se non fa baruffa”…beh ma per un blog è diverso, l’e-food mica la fa la muffa…anzi i tuoi piatti sono sempre così belli e invitanti….
    lancio una proposta -da vedere la sua possibile realizzazione-
    …perchè Sigrid, non ci regali una storia d’amore? tipo lanci un concorso di ricette? e almeno la “competizione” attanagliata ad ogni cuore umano diventa, forse, costruttiva? un abbraccio

  • Alessia

    Chère Sigrid, evviva l’ottimismo e la cucina, evviva la voglia di sperimentare e di condividere, evviva i cavolettini che ti cambiano la vita e le prospettive e ti impongono naturalmente di vedere e vivere le cose in modo “pulito”!!!

  • http://ilpomodorosso.blogspot.com/ Cleareilpomodoro

    concordo con chi più su ha detto: la gente nn ha nulla da fare! Io vengo qui quando ci son nuove ricette, leggo quello che scrivi, se voglio provo la ricetta ma non mi sognerei mai di mettermi a “perdere tempo” criticandoti per quello che stai facendo sul TUO blog. Se a qualcuno nn va bene quel che fai beh basta che non apre più la pagina..non è mica obbligato, no? E poi se per 2 banner pubblicitari ci si mette a fare sta polemica..o per 1 mini cucchiaino di burro nella pappa di tua figlia ti critica..bah io penso proprio che sia gente un pochio invidiosa della “fortuna” che hai avuto. Ma devi capire..siamo italiani e siam fatti cosi ;) Bacini a Lena (che da quando l’ho vista io chissà com’è cresciuta) Ps giochini di legno..li adorooo!!

  • Claudia

    Grazie, avevo comprato dei topinambour ma non sapevo esattamente come utilizzarli!

  • http://acquavivascorre.blogspot.com acquaviva

    Il bianco è il colore del silenzio e della meditazione. Qui ora fa l’effetto di un lenzuolo steso sopra a tutto l’inutile. La cosa aiuta a concentrarsi sul resto e a respirare meglio. Bene.

  • http://cipollaeburro.blogspot.com Fru di Cipolla&Burro

    @Fiorentina, perdonami ma non c’è nulla su cui meditare, il fuoriluogo é sempre fuoriluogo.
    Qui serve ridimensionarsi un attimo per essere ben poco fini, Sigrid ha tutto il diritto, di menarsela, di criticare, di polemizzare, di fare frittate, di fare zuppe, di raccontare scemate, di raccontare cose serie, di far ridere, di far piangere, di commentare…di scrivere parolacce…di scrivere poesie…il blog é SUO, si chiama CavolettodiBruxelles.it, non CUCINAPERTUTTI.com.
    Noi siamo piccole/i ospiti.
    Fine.
    Non piace? Ci si rimane male per alcuni commenti o ironie? Quella é la porta.

    Piacevolmente sorpresa di sapere che il bello di questo blog dove c’è gente entusiasta…di leggere…di stupirsi…di vivere del bello delle cose, esiste ancora…
    Grazie Sigrid per questo piccolo pezzetto di Isola che Non C’è…

    Fru

  • Mirka

    Per quei tre quattro che sperano di far calare il gradimento o di far cambiar strada a chi, come me, non sopporta la volgarità… gran brutta bestia l’invidia, eh?!?

  • asilanna

    Aggiungo un grazie per lo splendido video e brano musicale di oggi. Coraggio!

  • cristina

    ma è il mio computer o le foto ultimamente sono un pò chiare ? la zuppa deve essere squsita ciao

  • laura p.

    BRAVA Sigrid

  • http://madovehomessoquelfoglietto.blogspot.com/ ominodipolvere

    interessante la zuppetta, come sempre
    ma perchè da un po’ di tempo le foto sono così chiare, quasi fossero sovraesposte?

  • lucia

    la ricetta di oggi è molto bella e rassicurante; penso che però che tu Sigrid non hai saputo gestire i brutti commenti, penso che dovevi lasciar perdere e non mostrare il fianco scoperto:cmq sei giovane e tutto è esperienza.

  • valeria

    Ho letto d’un fiato i commenti al vetriolo che si sono susseguiti. accidenti, quanta energia e quanto sapere e quanto ardore… riposti in una schermaglia linguistica. Proviamo tutti a convogliare tutta questa energia, tutti i nostri saperi e tutte le nostre passioni in qualcosa di costruttivo e positivo. Sigrid non è perfetta, forse non sa bene l’italiano, forse non sa usare il correttore automatico, forse non lo vuole usare. ma perchè non andiamo oltre e commentiamo le ricette e le foto che sono il punto focale di questo blog, il nostro catalizzatore di interesse? sto cercando del lemon grass (o comunque si scriva) da mettere nell’orto o nei vasi in casa… sapete dove posso trovarlo a Lodi o a Piacenza?

  • http://www.chatapoche.com marinella

    Ieri ero supervitale e non mi facevo domande. Ho fritto per pranzo e per cena e forse per questo il nuovo quasi-fidanzato ha passato la notte a lamentare una certa pesantezza… io nessun effetto collaterale, manco a ribadire quanto effettivamente sia amica del cibo :) Oggi la svolta, anzi, scivolata: mi sento malinconica e piagnucolosa, forse questo cielo grigio, forse l’inizio della settimana, forse un programma di prossime serate troppo impegnativo. Sarà o non sarà, ma questa zuppa calda adesso mi piacerebbe proprio avercela davanti. Confortante e leggera. Credo proprio che la farò presto, così finalmente provo il topinambur, dato che mi sento l’unica al mondo che non l’ha ancora assaggiato!
    Un abbraccio e un bacino alla piccola dalle risatine isteriche.
    Mari

  • http://www.giandonando.blogspot.com Sara

    Sei una persona eccezionale, Sigrid. E stasera proverò questa zuppa candida e silenziosa.
    Grazie di esserci.
    Sara

  • Annarita

    Sigrid, io posso solo ringraziarti per tutto ciò che dal 2005 ci ha regalato su questo blog. Mi piace venire da te per godermi un momento di pace e leggerti. Per il resto, tutto prima o poi si aggiusta in qualche modo… :-)
    @ Veronica: anche io credo che la fascinazione sia la chiave di lettura per ciò che sta accadendo ultimamente. La tua è una analisi che rivela molto intuito e sensibilità e la condivido pienamente.

  • simo

    @P = Commento numero 24.
    Per favore P. Ti prego!

    Ma davvero non hai nulla altro da fare nella tua vita che scrivere commenti su questo sito?

    Se non ti piace o se non stimi la nostra ospite, se trovi questo Cavoletto povero di idee e contenuti… ma cosa ci stai a fare qui?

    Simona

  • Pingback: Vino Con Vista | Italian Food

  • Pingback: aardpeer, un tubero che conosciamo poco | Vivere in OlandaVivere in Olanda