Feed RSS
       

Oooooh… Peeeeeas!!! :-D

giovedì 15 marzo 2012

peas1_ssl

Ci stava un veloce resoconto della mattinata di ieri, se non altro perché con Chika abbiamo praticato quello che è il mio passatempo preferito, ovvero: vai al mercato, vedi quel che trovi e cucinaci il pranzo… In sostanza, il titolo del post è stato una specie di leitmotiv ieri, si fa il caso che andando a vedere il banco della signora di Mentana dove abitualmente vado, mi sono trovata naso a naso con una bella cassa di piselli freschi. E siccome i piselli freschi li a-do-ro e che non mi aspettavo proprio di trovarli (e anche vero che sono quindici giorni che mancavo dal mercato), mi è scappato lo stupore che è scritto sopra, Chika lo ha trovato hilarious e la cosa ha continuato a farci ridere per tutto il giorno… :-)

Il resto della spesa si è delineato abbastanza facilmente: dei carciofi (perché non puoi essere giapponese, venire a Roma e non mangiare quintali di carciofi), puntarelle, tonnarelli freschi, uova del contadino, mentuccia romana, fragole (ebbene si!! di Mentana!! Ed erano pure buone!) poi un giro all’Emporio delle Spezie (niente di più inspiring che di mettersi davanti alla parete con tutti i barattoloni di spezie e scegliere qualcosa di diverso da abbinare al solito…), e un salto dal fidato Vertecchi in via del gazometro per la ricotta di pecora di Massimo-er-pecoraro, il guanciale e il pecorino romano (e il morellino di scansano sfuso, hum…)

peas2_ssl

peas3_ssl

Con tutto questo è saltato fuori il seguente mini-menu: tonnarelli alla carbonara con piselli freschi (avrei anche ’scoperto’ che una giapponese, una a caso, definirebbe mochi-mochi la consistenza del tonnarello, il ché già di per sé è una cosa fantastica, ma si complica parecchio pensando che per mochi-mochi i giapponesi non intendono affatto la consistenza del… mochi?!), carciofi alla romana e puntarelle in salsa. Oltre a un baby-pranzo composto da piselli, zucchina romanesca con fiori e ricotta, il tutto ‘elegantemente’ schiacciato insieme (perché si direbbe che è proprio finito il tempo dei frullamenti). Ovviamente, e come al solito, oltre a guardare cibo, comprare cibo, parlarne, cucinarlo e mangiarlo, non siamo riuscite a impedirci di fare le crazy foodblogger, fotografando e documentando il tutto con qualsiasi mezzo a nostra disposizione…

peas4_ssl

peas5_ssl

peas6_ssl

peas7_ssl

Infine, con le fragole ci ho fatto un dolcettino da fine pranzo, riempendo mezza verrine con una crema ottenuta mantecando la ricotta di pecora fresca con poco zucchero, un goccio di latte, un’idea di estratto naturale di vaniglia e un po’ di buccia grattugiata di arancia. Sopra la ricotta, le fragole, tagliate a fettine e marinate per 20 minuti con 2 cucchiai di succo d’arancia, un po’ di mentuccia tritata fine e una punta di miele.

peas8_ssl

peas9_ssl

peas10_ssl

Sopra, un venticcello di eleganza giapponese sul mio terrazzo (spero che Chika mi perdonerà di aver pubblicato la sua foto, mi piaceva troppo… :-) e sotto, anche questo inevitabile: souvenir di un breve istante di Hanami (ettippareva?!) a Roma :-) Intanto ne approfitto per salutare le mie fellow bloggers che stanno sbarcando in Sicilia mentre scrivo, dovevo esserci anch’io e poi purtroppo è andata diversamente… Have fun girls! :-)

peas11_ssl

Categorie: roma
Scritto da Sigrid giovedì 15 marzo 2012