Feed RSS

fasolari_gratinati_ssl

Stamane fa freddino, piove, e sono ancora mezza intontina dal farniente del weekend – sempre se vogliamo chiamare far niente il fatto di aver smantellato e riorganizzato i tre scafali Billy che contengono quel blob sempre crescente che sarebbe la mia collezione di libri di cucina, togliendone e inventariandone circa la metà… Insomma non è di sicuro il miglior momento per scrivere spensieratamente di ricette, oggi la faccio quindo molto veloce a mo’ di appuntino… Fra l’altro anche la ricetta è molto veloce, improvvisata qualche giorno fa che il pescivendolo aveva dei bei fasolari – non ne mangiavo da tempo e così non ho resistito a prenderne un po’. Li ho quindi gratinati, con un mood un leggermente fusion, per non dire edgy, che starebbe benissimo come stuzzicchino da aperitivo un po’ fashionista (oggi mi gira così, questi sono fasolari da tacco 12, sissi… :-)). Ovviamente non è che ho tirato fuori le décolletés per mangiarle – tutt’altro, haha – sicché posso certificare che gratinati in questo modo i fasolari vanno benissimo anche come lussurioso pranzo con contorno di insalata ;-)

Piesse. a proposito di libri, e visto che in autunno mi spetta un trasloco (ebbene si, poi vi racconterò, tanto c’è tempo…), è decisamente venuta l’ora di alleggerirmi un po’ (mi viene seriamente da sentirmi male solo all’idea di quante casse di libri ci sono in questa casa…) e quindi sul modello dei vide-dressing propongo un blog-boot-sale di libri di cucina, quelli miei, qui sul blog. Troverete l’elenco completo dei titoli qui, mercoledi mattina…

Fasolari gratinati con pistacchio, limone e alga nori: Tenere i fasolari per un paio di ore in acqua salata in modo da farli spurgare. Trasferire i fasolari in una padella e farli aprire, su fuoco medio e col coperchio, insieme a uno spicchio d’aglio e qualche sorso di vino bianco. Quando saranno tutti aperti, fate cuocere per altri 5 minuti, verificate che i moluschi siano teneri prima di spegnere. Togliere le mezze conchiglie vuote, sistemare quelle piene su una teglia da forno e spolverare successivamente con: della mollica di pane fresco tritato, poco parmigiano grattugiato, poca buccia di limone grattugiata, un po’ di pistacchi grossolanamente tritati e un po’ di alga nori in fiocchi (qui, presi dall’Algheria). Finire con un filo d’olio d’oliva e passare il tutto sotto il grill per 12 minuti, giusto il tempo per far diventare leggermente croccante il pane (non eccedere coi tempi sennà diventa tutto stopposo e secchino). Servire subito, perfetto con delle bollicine… Buon inizio settimana! :-)

Categorie: finger food, pesce
Scritto da Sigrid lunedì 21 maggio 2012