Feed RSS
       

Milkshake di cetriolo

giovedì 12 luglio 2012

milkshake_cetriolo_ssl

Ebbene ci siamo. Ho finito di compilare l’ultimo dei dieci capitoli del libro che uscirà a ottobre, ho persino perso il conto di quanto tempo ho passato a lavorarci e del resto non ho nemmeno del tutto finito (mancano parti cruciali quanto l’introduzione, la dedica, i ringraziamenti, l’indice ecc per non parlare del fatto che fra un po’ il mio proverbiale lato da piccola perfezionista darà il meglio di se e percorrendo le quasi cento ricette del libro me uscendo con dei, ‘mah missà che questa foto la rifaccio, e anche questa qui, e poi quell’altra’, fino a quando non verrò letteralmente forzata a consegnare tutto e allora non ci sarà più la minima virgola che potrò cambiare… ). Ciò detto, avendo cucinato e fotografata ieri la mia ulitima ricetta da libro (ovviamente era una cosa che aveva a che vedere con la polenta e il formaggio e che andava al forno – come poteva essere diversamente in ciò che è probabilmente stato il giorno più caldo dell’anno?), oggi mi sento proprio liberata/rinata/ quasi in vacanza… (il brano musicate di oggi è Vive ma liberté di Arno ma dovrete cercarvelo da soli, su grooveshark o youtube, che io oggi ho problemi con l’aggiornamento flash)

Sicché stamattina mi sono fatto un giretto con tanto di chiacchiere al nuovo mercato di testaccio (ne farò presto un po’ di foto, anche perché ormai sono proprio affezionata alle persone che lavorano li, poi vi racconto meglio), assaggiando la felicità di poter fare la spesa a caso e non a secondo di quello che mi ’serve’, e sopratutto poter perdere un po’ di tempo, non avendo per dopo nessun programma serrato (cucino tre cose poi approfitto della pausa nanna per fare le foto poi magari faccio una crostata per domani e mi smazzo la parte photoshop prima che vada via la tata – a proposito di tata se ve ne serve una, bravissima e fidatissima, a Roma, fatemi un cenno – e poi dopo prendo il passeggino e faccio la spesa per domani e via dicendo). E per pranzo, lusso dei lussi, ho potuto ’scegliere’ e improvvisare cosa mangiare (non capitava da tempo, negli ultimi mesi qui si mangia su per giù quello che avevo previsto nella scaletta del libro, as usual). E quindi, per brindare a una certa libertà da post-libro-di-ricette e anche alle vacanze che sono proprio li dietro l’angolo, eccoqua, un fresco milkshake vegetale, con un tocco di salmone affumicato, insomma un vero e proprio pasto, fresco e leggero, in un bicchiere…

Milkshake di cetriolo e salmone: Sbucciare due cetrioli, eliminare i semi, tenere da parte un pezzettino di cetriolo da tagliare a cubettini per la deco, e sistemare il resto nel blender. Aggiungere 20cl di latte fresco intero, 100g di creamcheese, una decina di cubetti di ghiaccio, un cucchiaino di aneto e uno di erba cipollina (secchi nel mio caso, se li avete freschi ancora meglio, in alternativa alle erbe potete sostituire il creamcheese con del boursin classico), aggiungere un’idea di sale e pepe e frullare il tutto (non troppo a lungo se no il shake si riscalda. Versare nei bicchieri e completare con un cucchiaino di dadini di cetriolo condito con olio evo e qualche listarella di salmone affumicato (ne ho trovato, presso il mio carrefour locale, uno che non era affatto male, di allevamento norvegese e distribuito da aquafood). Aggiungere poco sale affumicato a scaglie (ultimamente sto usando spesso questo sale affumicato di Halen Mon che mi piace da mori’). Servire subitissimo (ripassarlo per 5 minuti al congelatore non guasta affatto), in versione ’supersize’ per colmare la fame di lupi di pranzo, o in versione shot se volete farne un appetizer fresco ed elegante prima di cena…

Categorie: fresco, superveloce, zuppa
Scritto da Sigrid giovedì 12 luglio 2012