Feed RSS
       

Cinnamon Sticky Buns

mercoledì 20 febbraio 2013

stickybun1_ssl

Proprio come nel Lemon sticky chicken di parecchio tempo fa (se non l’avevate provato allora non posso che dirvi di correrci ora, è sempre buonerrimo :-), sticky nel nome dei cibi sta per ‘appicicoso’. Ma non ‘un pochino appiccicoso’, nono, poprio il genere di appiccicoso che ti rimane sulle dita, sulla tovaglia se non stai attento e che potrebbe addirittura finire abbracciato ai vostri denti. Quel tipo di appiccicoso… :-)

Esagero appena, comunque c’è qualcosa di deliziosamente infantile nell’imbrattarti le dita di sostanze caramellate e quindi vada anche per questi buns appiccicosi, assaggiati per la prima volta un giorno che curiosavo da Amy’s bread (non me l’aspettavo ma trovare del pane buono a New York non è tanto facile, quello di Amy non è davvero male, io vado pazza per la pagnotta ai cereali con sale kosher sulla crosta… :-), e poi rivisto qua e la, finanche su Food network dove in uno dei suoi Throwdown l’eroe nazionale nonché Iron Chef Bobby Flay era andato a sfidare nella sua Boston una ’specialista’ dello sticky bun… Comunque, in breve, i sticky bun sono semplicemente dei panini o briochine sistemate da crudi sopra un miscuglio di zucchero, miele e noci: il miscuglio caramelizza durante la cottura e a cottura ultimata si rovescia il tutto. Devo ammettere che ero casomai ‘abituata’ ai danish, quelle briochine arrotolate che vengono guarnita con un filino di glassa, qui altro che morigerato filino di glassa, è un lussurioso caramello pastoso ad avvolgere le briochine, siamo a dei livelli di lussuria zuccherosa che non immaginavo (ma che ogni tanto ci stanno… :-) Qui ho usato delle briochine arrotolate ripiene di zucchero e cannella (un po’ come i kanelbullar dell’ikea svedesi), mi sembra però che le sticky buns di Amy invece sono fatte di ’semplici’ panini a lievitazione naturale, e in fondo il contrato fra la semplicità dell’impasto molto lievitato e aeroso e il ‘topping’ denso e fragrante non era davvero male, da provare al prossimo giro…

stickybun2_ssl

stickybun4_ssl

Cinnamon Sticky Buns

per l’impasto:
farina 360g circa
latte 180ml
zucchero 60g
acqua tiepida 60ml
burro 50g
tuorli 3
arancia bio 1
lievito di birra 1 bustina
sale 1 cucchiaino
+
zucchero di canna scuro 80g
burro 50g
cannella macinata 1 cucchiaio

per il caramello appiccicoso:
zucchero di canna scuro 150g
noci, noci pecan e/o mandorle 150g
burro 50g
miele 3 cucchiai
sciroppo d’acero 2 cucchiai

Sciogliere il lievito nel’acqua, aggiungere un cucchiaino di zucchero e lasciar riposare per 5 minuti. Nella ciotola del mixer, versare 360g di farina, il latte, il burro morbido, lo zucchero, i tuorli, la buccia grattugiata di mezza arancia, il sale e l’acqua con il lievito. Impastare il tutto per una decina di minuti, si deve ottenere un’impasto elastico e leggermente colloso ma non troppo (se vi risulta eccessivamente colloso aggiungete 1 cucchiaio di farina, impastate, poi regolatevi, penso ci possano andare fino a tre cucchiai di farina in più, dipende dalla farina). Formare una palla, rimetterla nella ciotola, coprire con della plastica e lasciar lievitare per 1 ore circa. Dopo questo tempo, reimpastare velocemente, e stendere l’impasto in un rettangolo di circa 30×45cm. Sciogliere 50g di burro e spennellarli sul rettangolo di impasto, poi cospargere con lo zucchero di canna mescolato con la cannella. Arrotolare il tutto per la lunghezza e tagliare la salsiccia di pasta in 15 porzioni.
Infine, sistemare tutti gli ingredienti del caramello, tranne le noci, in un pentolino e portare a ebollizione. Spegnere e versare questo caramello in una teglia di minimo 25×25xm, cospargere il caramello con le noci grossolanamente tritate (ho usato un mix di pecan, noci e fettine di mandorle, solitamente però si usano solo noci pecan) e infine sistemare le briochine crude sopra il caramello, facendo in modo che si tocchino le briochine. Chiudere la teglia con della pellicola e lasciar riposare il tutto in frigorifero per una notte (questi infatti sono perfetti da preparare la sera e infornare la mattina per la colazione).
Il giorno dopo, tirare fuori la teglia e scaldare il forno a 180°C. Far cuocere le briochine per circa 35 minuti o finché siano ben dorate. Sfornare, lasciar riposare per qualche minuto e rovesciare il contenuto della teglia su una griglia. Servire tiepide.

Stampa la ricetta

stickybun3_ssl

stickybun6_ssl

Categorie: anglo-sassone, colazione, lieviti, winter food
Scritto da Sigrid mercoledì 20 febbraio 2013