Uno bis

Suona un po’ come il nome di un regime di carcere duro (e in un certo senso un po’ anche lo è, eheh) uno bis in realtà non è che la seconda puntata del primo compleanno di qualche anno fa… Inizio settembre la mia cavoletta n°2 ha definitivamente smesso di essere un bebe (anche se lei di questo era convinta già da ben prima :-), e così, lontani dalla casa newyorchese – e dai miei aggeggi di cucina – ma vicini agli affetti della famiglia, le abbiamo organizzato la sua prima festa di compleanno. Ero più impegnata a cucinare che a fare foto di cibo ma volevo comunque lasciarvi l’appunto della torta di Louise. In bonus, una piccola parentesi art attack: mi piaceva l’idea di una coroncina per la festeggiata, così è finita che – con un po’ di aiuto ispiratorio da Pinterest – me la disegnassi in modo casereccio. Siccome il risultato era proprio carino, vi lascio la spiega – sissammai, dovesse servire :-)

Intanto però, first things first: la torta…

Siccome i compleanni sono anche, devo ammetterlo, un momento in cui posso sperimentare un po’ fuori dall’ordinario (capire: quando sennò la posso sfornare una torta dal conto calorico che equivale all’incirca, a fetta, la dieta media quotidiana di un muratore?) volevo disperatamente provare una decorazione – tutto sommato semplice – a roselline di crema al burro. Va detto che ho sempre amato la crema al burro, anzi, ci sono cresciuta: da me, in Belgio, i dolcetti della domenica contemplavano spessissimo appunto, la crema al burro. Poi poco cambia se negli ultimi 15 anni l’ho rinnegata, ripudiata, coperta di diniego e disprezzo, avvolta di consapevole amnesia: la crema al burro è sempre la crema al burro. Yumm! Sicché, se per fare le roselline sulla torta noi o si deve fare la crema al burro, non è che ci spaventavamo per così poco.
Come torta base volevo una ‘white cake’, una torta totalmente candida (bianca perché senza tuorli), da farcire con ganache al cioccolato bianco e limone e una composta di mirtilli (selvatici, del Maine, che mi ero portata appresso nella attraversata atlantica :-).

White cake (da epicurious)
Mescolare 240ml di latte intero con 6 albumi a temperatura ambiente e 2 cucchiaini di estratto di vaniglia.
Mescolare 270g di farina 00 con 300g di zucchero, 20g di lievito per dolci e un cucchiaino di sale.
Aggiungere 165g di burro morbido, a pezzetti, e mescolare, con le fruste elettriche, per 2 minuti. Aggiungere metà del liquido, sbattere per un minuto, poi versare l’altra metà del liquido, e sbattere per un’altro minuto.
Dividere l’impasto in due teglie da 20 cm. Infornare a 180°C per 25 minuti, controllare la cottura con uno stuzzicadenti prima di sfornare.
nb. ho cotto 4 torte, raddoppiando quindi le quantità qui sopra.

Ganache al cioccolato bianco e limone
Versare 125ml di panna calda su 360g di cioccolato bianco. Lasciar riposare, coperto, per 10 mnuinuti. Mescolare bene in modo da far sciogliere tutto il cioccolato emulsionando il composto. Aggiungere la buccia grattugiata di due limoni bio e lasciar riposare.

Vanilla buttercream
Avrei voluto fare qualcosa di un pochino più complesso ma senza termometro e con solo materiale molto basic ho scelto questa ricetta qui, molto semplice e dal risultato piuttosto soddisfacente
Con la frusta elettrica, mescolare 300g di zucchero a velo (solitamente quello che si trova in Italia è vanigliato) con 220g di burro morbido, lavorare bene l’insieme per 3 minuti. Aggiungere un cucchiaio di panna, lavorare alla frusta per un’altro minuto, e utilizzare subito.

Per finire
Sovrapporre 4 dischi di torta, spalmando ciascuno con ganache e mirtilli (la composta che ho usata è molto poco dolce, in alternativa proporrei dei mirtilli freschi cotti per qualche minuto, o piccoli frutti rossi freschi, tali quali). Lasciar rassodare la ganache. Spalmare poi uno strato sottile di buttercream su tutta la torta, e, con un beccuccio a stella (solitamente la 2D o 1M Wilton, io qui in realtà ne ho usato una un po’ più piccola perché durante il mio giro di spesa dell’ultimo minuto da Peroni il beccuccio che serviva amme’ ovviamente era terminato :-), coprire tutta la torta con delle roselline partendo dalla base della torta. Riporre il tutto al fresco dove la buttercream si rapprenderà.

nb: questa torta è moooolto dolce e nonostante io sia ormai parecchio riluttante all’idea di ‘tutto questo zucchero bianco’ penso anche che quando ci vuo’ ci può (detto anche: ‘se non è esageratamente dolce, che torta è?’); in cima ho piantato un piccolo cake banner faidate che arriva da una vecchia puntata di ‘il cibo si fa bello’ (non l’avevate vista? beh vi toccherà andarla a vedere :-)

Siccome poi siete chiaramente una supermom e che – dopo la torta epica, il menu a 4 portate per 10 e le varie decorazioni per la casa – vi avanza un fracco di tempo, potete anche realizzare questa coroncina mignon, perfetta per le foto ricordo in cui la vostra amata bimbetta, colta da un improvviso moto d’entusiasma, spiaccicherà le manine sulle candide decorazione della torta … :-)

La coroncina
In riassunto, si tratta di un piccolo bricolage estremamente semplice: ci vuole un po’ di feltro colorato (se faticate a trovarlo, vi consiglio questo ottimo venditore Etsy), io ritaglio due coroncine (cliccate sulla sagoma e stampatela a dimensione reale), su una faccio un disegno (con una penna per tessuti che poi si cancella), ricamo poi cucio insieme i due lati di feltro (in questo modo la struttura è un po’ più solida e si nasconde il retro del ricamo). Per il ricamo servono due fili di cotone DMG di colori contrastati: per il ricamo qui ne ho usato tre fili, per il ‘blanket stitch’ solo uno. Trovate qui un ottimo glossario spiegando tutte le cuciture base del ricamo. Il tutto si fissa infine con un filo elastico da aggiustare alla testa del festeggiato, e voilà… :-)

nb La stupenda alzatina (così come il beccuccio e tutto il materiale di pasticceria usato in questa ricetta) viene dal sempre fornitissimo Peroni :-)

12
  • maidannutengaracasteddu

    Oddio, è già passato un anno? La torta è veramente bellissima….

  • Alessandra

    Ciao Sigrid. Complimenti! Abbiamo bambine piu’ o meno coetanee e.. ti rubo l’idea. Feltro da 1mm o 3mm? Grazie!

  • Claudia

    Taaaanti auguriiiii a Louiseeeeee…!!!! (seguono note musicali a profusione :-)

  • Daniela M. All’assaggio

    Che bella! Auguri :-)

  • Barbara Torresan

    letto tutto d’un fiato :) e ammaliata dalla white cake, oltre che dalla perfezione delle roselline al burro. un abbraccio ad entrambe le cucciole, Lena e Louise sono due bimbe fortunatissime. Ciao Sigrid :)

  • Bea

    Che bontà!!!!
    E che meraviglia la coroncina!
    :)