Vanillakipferl

kipferl1_ssl.jpg

Basta stelline m’han detto. Okay. Ma se porto avanti un altro po’ il rimpinzamento della biscottiera prenatalizia nessuno me ne vorrà, vero?? (boh, diciamo che è la settimana del biscotto natalizio dopodiché, e prima che mi arrivino – spero di no – le lettere di protesta causa improvvisi balzi del tasso glicemico, passiamo ad altro, ai finger food per esempio – eh che ci devo ffa, mi sento molto monomaniaca ultimamente :-)

Dunque oggi altra ricettina tedesca (via delicious:days), per dei semplicissimissimi spicchi di luna alla vaniglia, friabili e burrosi. Sono piacevoli, anche questi, carini da confezionare e regalare, e probabilmente starebbero alquanto bene con il tè e le chiacchiere pomeridiane in tempo di ferie. L’unica cosa, ma forse anche quella ne fa tutto il charme, è che da formare sono un po’ lunghi, ma, chissà, magari avete un paio di donne nei dintorni che non hanno di meglio da fare, potete sempre riunirle in cucina e mettervi a fare un paio di chili di questi, secondo me vien bene (come momento conviviale in cucina dico :-))

Vanillakipferl

per una buona sessantina di biscottini

farina 200g
burro morbido 175g
farina di mandorle 100g
zucchero 80g
tuorli 2
estratto naturale di vaniglia 1 cucchiaino
zucchero vanigliato per finire i biscotti

Mescolare le mandorle, la farina, lo zucchero, il burro, i tuorli e l’estratto di vaniglia e impastare fino a ottenere una palla compatta (io l’ho fatto con l’impastatrice :-). Formare due salsicce di impasto, avvolgere di pelicola e tenere al fresco per un paio di ore.
Riprendere l’impasto, prelevare un pezzettino di impasto per volta e modellarlo a forma di piccolo cornetto/spicchio di luna (io ogni volta tagliavo una fettina, e srotolandolo sul ripiano se facevo un salsicciotto grosso quanto un dito e lungo circa 3cm, e poi srotolavo un po’ di più le estremità in modo da assottigliarle e infine incorvavo il tutto :-). Disporre i biscottini su una teglia ricoperta di carta da forno, e cuocere per 10-15 minuti a 175°C. Non devono dorarsi troppo i biscotti (anzi probabilmente quelli miei potevano esere un filo più chiari :-).
Appena usciti dal forno, prendere ogni biscotto, ancora quasi caldo, e premerlo nello zucchero vanigliato in modo che aderisca alla superficie del biscotto. Sistemare poi su una griglia e lasciar raffreddare.

Storie di vaniglia: la ricetta originale prevede, al posto dell’estratto naturale (cioè, non le fialette sintetiche! :-), i semini di una stessa, direttamente nell’imapsto. Lo zucchero vanigliato invece non è quello a vela, è proprio semolato, ma sa di vaniglia, in francia si trova in bustine ma si può facilmente preparare in casa, conservando le stecce di vaniglia usate – e perfettamente asciugate – in un barattolo pieno di zucchero, dopo un po’ prende l’aroma della vaniglia :-)

Stampa la ricetta
Condividi :Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Google+0Pin on Pinterest5Email to someonePrint this page
0
  • Pingback: Vanillekipferl

  • margie-o

    capito…..farò un giro sotto il salone alle altre drogherie per vedere se sono più ragionevoli (e questa volta senza marito che al suono di 35 euri per un essenza da usare nei biscotti mi ha guardata un tantino storto);) intanto questi biscottini si accontenteranno dei semini

  • http://www.cavolettodibruxelles.it/ Sigrid

    @margie-o: ma questi sono pazziiii???? cioè, per carità, dipende quanto fosse grande la bottiglietta, ma diciamo che un prezzo ‘umano’, per l’estratto di vaniglia, è fra 5,5 e 7 euro la boccetta di 5cl (altro che mini: è decisamente micro, va anche detto però che di estratto te ne serve su per giù 1 cucchiaino per volta per cui non finisce nemmeno subito la boccetta…) Quindi dipende: se per 35 euro te ne danno almeno almeno 25cl, beh, allora si, ha un senso… La vannillina direi decisamente di no (vannillina artigianale mi sembra un grandiosissimo controsenso), male che vada comprati un paio di bacche di vaniglia buone, in drogheria (nella migliore delle ipotesi: sui 5 euro per 2), e usa direttamente i semi nelle tue ricette. La bacca vuota la puoi usare per profumare lo zucchero. Altrimenti, ordina le bacche su ebay, direttamente a madagascar o nella reunion, costano ni-en-te e sono molto buone, e poi puoi sempre farti l’estratto in casa :-)

  • margie-o

    ciao sigrid
    ieri sono andata nella drogheria più fornita di padova in prato della valle per prendere l’estratto naturale di vaniglia.
    purtroppo (o per fortuna) l’avevano finito. ma ti risulta che una bottiglietta mini possa costare 35 euri???? mi sembra un’esagerazione. in sostituzione volevano darmi una vanillina “artigianale”.
    cosa mi consigli?

  • Pingback: Vanillakipferl — Fior di frolla

  • Chiara

    Sono una ragazza italiana ma ho la mamma tedesca, e io faccio sempre questi biscotti per Natale da regalare, sono famosissimi ormai :)
    Ne faccio talmente tanti che sono diventata velocissima…come le emiliane con i tortellini :)
    Noi abbiamo una ricetta (buonissima) che prevede anche l’aggiunta di nocciole tritate :)
    Complimenti per il sito :)

  • olandesina
  • http://www.cavolettodibruxelles.it/ Sigrid

    @olandesina: ma il borstplaat cos’è???

  • http://www.cavolettodibruxelles.it/ Sigrid

    @thowanda: proprio mandorle tritare molto sottili, si trova già pronto oppure si può fare in casa, macinando le mandorle spellate al mixer.

  • thowanda

    ma per farina di mandorle cosa intendi, le mandorle tritate o qualcosa di diverso?

  • olandesina

    ciao cavoletto! la mia collega Eli mi parla sempre bene del tuo sito e oggi ho finalmente dato un’occhiata.
    mia nonna -ormai novantenne- questi biscotti li fa ogni anno e sono buonissimi!! che nostagia…
    da noi si chiamano vanillehoefjes o vanillemaantjes. mi sa che quest’anno li faccio, insieme al borstplaat! (lo so, lo so… dovevo fare il borstplaat per S. Nicola)

  • http://dolcienonsolo.myblog.it/ aracoco

    Questi dolcini sono semplici, semplici e buoni, buoni!!!

  • http://www.heidiepeter.splinder.com heidi

    Che bello, ne stavo giusto cercando la ricetta. Mi sei capitata come la ciliegina sulla torta.
    Grazie.
    h.

  • http://blog.libero.it/raidne Vale

    Maaaaaaaaa tutti questi elogi ai biscottini……. io invece vado controcorrente e aspetto con ansia i finger food!!! Ne vado matta!!! Almeno vedo che la minestrina con le stelline ti ha guarita e sono contenta :D

  • http://acidesulfurique.wordpress.com/ Alice

    Ti giuro che ieri stavo pensando: dovrei chiedere a Cavoletto se ha qualche ricetta buona per i biscotti natalizi. Io LI ADORO !

  • http://qualcosadirosso.blogspot.com/ salsadisaba

    ciao :) ti leggo sempre ma forse non ho mai postato un commento… che pigra che sono! :P
    ecco dei bei dolcetti da impastrocchiare la sera quando mi prudono le mani e ho voglia di fare qualcosa che non sia muovere un mouse o picchiettare dei tasti di plastica! :D

  • http://basilicofresco.blogspot.com Angela

    Ma tu non eri malata? :)
    Buoni i biscottini! Mi servivano giusto delle ricettine per non preparare le solite frolle da regalare agli amici!
    E brava Sigrid…

  • http://bretzeletcafecreme.blogspot.com/ Flo Bretzel

    Décidement, c’est la journée. Tu peux venir faire un tour chez moi, tu verras…des Vanillekipferl

  • Barbara

    ps. che fame! sabato provo questi biscottini……..

  • Barbara

    cavoletto, domanda da giovane cuoca e futura sposa (mooolto futura!)… marca dell’impastatrice?
    grazie

  • Chiara

    Appena fatti come tutti gli anni il primo giro (ne seguono altri 2 o tre) con ricetta della mamma austriaca di un mio ex. Proporzioni diverse degli ingredienti: farina00 280, burro 210, mandorle in farina 120, zucchero a velo 70 (+ 150 per ricoprire i biscottini tiepidi), stecca di vaniglia da mettere nella scatola di latta dove conservarli. Li faccio con l’idea di regalarli, li mangio tutti io. Zucchero a velo, mi raccomando.

  • Chiara

    Appena fatti con ricetta della mamma austriaca di un mio ex. Proporzioni diverse degli ingredienti: farina00 280, burro 210, mandorle in farina 120, zucchero a velo 70 (+ 150 per ricoprire i biscottini tiepidi), stecca di vaniglia da mettere nella scatola di latta dove conservarli. Da anni li faccio con l’idea di regalarli, ma alla fine li mangio tutti io. Zucchero a velo, mi raccomando.

  • http://www.conservareinfrigo.blogspot.com/ Tulip

    Approvo…approvo profondamente il periodo biscottifero, per me è la stessa cosa.
    Queste lunette vanigliose sono davvero carine!!

  • Cécile

    A la recherche d’idées de biscuits, je suis passée par ici, que de nouveaux posts depuis tes jolies crèmes…Comment ai-je pu manquer tout ça, même en italien, je prends tout, avec plaisir comme à chaque fois, recettes appétissantes et photos tjs magnifiques, que du bonheur!
    Merci!

  • mari

    Un’altra delizia da provare.Sigrid, lo dico sempre: ci vizi……
    Ciao

  • http://fudgella.wordpress.com Fudgella

    Che meraviglia! Fanno davvero moolto Natale! Non vedo l’ora di avere un po’ di tempo per provarli! Complimenti per il sito che, come ormai da tempo, è davvero fantastico :) !!!

  • http://http:quantocepiacechiacchera.blogspot.com monique

    Non si può immaginare il sapore di questi biscottini senza averli assaggiati..la mia suocerina austriaca li fa ogni anno in avvento..qs anno io l’ho aiutata e ne abbiamo fatto ottantamilaquintali ma…sono già sparite tutte!volevo postarle anch’io prossimamente, sigh…battuta sul tempo!

  • http://www.viaggiarecucinando.blogspot.com Christian

    non per niente è Natale! :-)

  • http://gine.blogspot.com Ginevra

    ah ecco per fortuna funziona anche con i semini… io l’estratto di vaniglia in fialetta non riesco a trovarlo! :)

  • http://www.untoccodizenzero.it Sandra

    Mi serviva giusto giusto una ricettina così!!

  • oldhen

    cavoletto! sono la seconda…

  • oldhen

    cavoletto! sono la prima! non ci posso creeedere! buoni, assomigliano ai biscottini alla nocciola che faccio io, devo farli insieme a quelli. E perchè, se non dai ricette di biscottini natalizi adesso, quando devi farlo? Mi piace fare nonna papera e sfornare biscotti da regalare… Baci

  • Laura

    Queste ricette biscottose natalizie sono una manna dal cielo.. decisamente.
    Si fanno mangiare con gli occhi :P
    Ciauu